I “disoccupati- del Policlinico ieri a Roma. Di Renzo (Cgil): «Ma la crisi di Governo bloccherà tutto» - Tempostretto

I “disoccupati- del Policlinico ieri a Roma. Di Renzo (Cgil): «Ma la crisi di Governo bloccherà tutto»

Redazione

I “disoccupati- del Policlinico ieri a Roma. Di Renzo (Cgil): «Ma la crisi di Governo bloccherà tutto»

martedì 22 Gennaio 2008 - 10:51

Il deputato e componente dell'Antimafia Licandro era pronto a presentare interrogazione parlamentare ai ministri competenti

Sono giunti fino a Roma i precari del Policlinico, che dal 1 gennaio di quest’anno vogliono essere definiti “disoccupati-. Una delegazione, infatti, ha incontrato ieri Orazio Licandro, deputato dei Comunisti Italiani e componente della Commissione parlamentare antimafia, che nelle scorse settimane era venuto a Messina per tastare con mano la situazione. Un incontro che Franco Di Renzo (nella foto), segretario della Cgil Flc di Messina che ha accompagnato i disoccupati nella trasferta capitolina, ha definito positivo, ma il cui esito viene complicato in maniera quasi irreversibile dalla crisi di Governo ormai alle porte in seguito all’uscita dell’Udeur dalla maggioranza.

Licandro ha ieri spiegato alla delegazione di avere ravvisato nelle vicenda elementi tali da formulare un’interrogazione parlamentare ai ministri competenti, Luigi Nicolais (Funzione pubblica) e Fabio Mussi (Università), per poter poi portare la questione in Commissione antimafia. «L’on Licandro – afferma Di Renzo – dopo avere studiato la questione aveva ravvisato gli stessi elementi di contraddizione che noi andiamo denunciando dall’inizio della vertenza. Nel frattempo però è accaduto quel fatto esterno dalla Cgil sempre paventato che indirettamente complica la posizione dei Disoccupati. La crisi di governo bloccherà inevitabilmente i ricorsi avviati in sede parlamentare. Quello che la Cgil di Messina ha sempre temuto si è concretizzato, e oggi è ragionevole dire le procedure di stabilizzazione al Policlinico di Messina si sono ulteriormente allontanate. Restano in piedi – conclude Di Renzo – i ricorsi in sede giurisdizionale i cui tempi però sono drammaticamente lunghi».

Deciso Antonio Bertuccelli, segretario provinciale del PdCI di Messina che afferma: “Se ci sono elementi non consoni a quanto previsto dalla legge, la nuova crisi di governo non può bloccare l’iter parlamentare, tantomeno l’iter giudiziario della vicenda-.

(foto Dino Sturiale)

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007