L'invito della Cisl: «Il commissario ci ripensi sul parcheggio Zaera nord» - Tempostretto

L’invito della Cisl: «Il commissario ci ripensi sul parcheggio Zaera nord»

Redazione

L’invito della Cisl: «Il commissario ci ripensi sul parcheggio Zaera nord»

lunedì 26 Novembre 2007 - 10:06

La richiesta sarà al centro dell'incontro di stamani in prefettura sulla crisi dell'Atm

«Il commissario straordinario riveda la scelta assunta nei giorni scorsi di autorizzare la procedura per la realizzazione del parcheggio multipiano di Zaera nord». L’invito ha un mittente, la Cisl, e un destinatario, Gaspare Sinatra, e sarà formulato in prima persona stamani, quando il commissario incontrerà i sindacati nel corso del vertice previsto in prefettura sulla crisi dell’Atm, alla presenza del prefetto Francesco Alecci. Secondo il segretario provinciale della Cisl Maurizio Bernava «il commissario doveva aspettare il vertice convocato dal prefetto prima di assumere tale scelta, sicuramente avrebbe avuto più elementi di conoscenza per capire le cause ed i mali congeniti che rendono Messina tra le città più invivibili per effetto del traffico urbano». E ancora «si sarebbe reso conto che la città possiede tutti gli strumenti per affrontare il problema in modo efficace e senza grandi investimenti. Messina possiede una metropolitana di superficie (tram), un parco di mezzi e strutture dell’Atm immenso e non utilizzati, una dotazione di personale addetto ai servizi di mobilità enorme e male utilizzata, una gestione dei parcheggi affidata all’Atm da una delibera del consiglio comunale del maggio 2004».

Una volta riconosciuta l’emergenza viabilità con i poteri speciali affidati al prefetto, «manca solo la volontà politica delle varie amministrazioni di operare per l’interesse generale e l’incapacità politica di alleggerire il caos urbano». Alla Cisl «sembra assurdo e contraddittorio (per non dire sospetto) che in questo quadro l’urgente priorità del commissario sia quella di affidare a privati la realizzazione di un parcheggio con la dotazione di parte degli stalli già inseriti nella gestione Atm. Per la Cisl risulta ancora più grave che il Comune, che finora non ha mai investito un euro sulla riorganizzazione del sistema bus-tram-parcheggi come previsto dalla delibera del consiglio comunale del 2004, si indebiti di poco meno di 3 milioni di euro per sostenere un progetto elaborato dalla società privata catanese». Secondo Bernava bisogna fermare quella logica, perseguita anche dalla giunta Genovese, che «finora ha svuotato le casse comunali senza apportare benefici alla comunità». La richiesta della Cisl è di accorpare il rilancio dei servizi di viabilità, e dunque dell’Atm stessa, ai poteri speciali dati al prefetto. Un sistema integrato di servizi che ruoti attorno all’Atm porterebbe nelle casse dell’azienda introiti aggiuntivi a quelli comunali e regionali. D’altronde, secondo un ironico Bernava, ci vorrebbe «poca fantasia, basterebbe emulare e copiare quanto fatto nella vicina Reggio Calabria».

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007