Porta a porta, la replica stizzita (e contraddittoria) dell’assessore Musolino agli amministratori - Tempo Stretto

Porta a porta, la replica stizzita (e contraddittoria) dell’assessore Musolino agli amministratori

Danila La Torre

Porta a porta, la replica stizzita (e contraddittoria) dell’assessore Musolino agli amministratori

martedì 23 Luglio 2019 - 17:28
Porta a porta, la replica stizzita (e contraddittoria) dell’assessore Musolino agli amministratori

Dopo la conferenza stampa degli amministratori di condominio, arriva la risposta dell'assessore all'Ambiente

MESSINA – L’assessore Dafne Musolino replica stizzita gli amministratori che hanno impugnato davanti  al Tar le ordinanze sindacali sul porta a porta.  Dopo la conferenza stampa di stamattina, arrivano infatti  le precisazioni piccate (e contraddittorie) dell’esponente delle giunta De Luca.

«Spiace constatare che aldilà delle dichiarazioni di facciata… lo sparuto gruppo di ammnistratori condominiali tenti di sovvertire la realtà e mistificare i fatti», esordisce in un comunicato.

L’accesso nei condomini e le contraddizioni dell’assessore

Per prima cosa la Musolino puntualizza: «Con loro (gli amministratori ndr) mi sono incontrata insieme alla consigliera di MessinaServizi Mariagrazia Interdonato in più occasioni, nelle quali avevano preteso che il personale di MessinaServizi avesse le chiavi dei vari condomini per entrare nelle aree condominiali a prelevare i contenitori».

«Quando la società – continua l’assessore – si è rifiutata di fare addossare una simile responsabilità sui propri operatori, Zuccarello e colleghi avevano suggerito di installare in ogni condominio una sorta di chiave universale con la quale la MessinaServizi avrebbe potuto aprire tutti i cancelli dei complessi condominiali di Messina. In nessuna città del mondo si pretende che il gestore dei rifiuti si assuma la responsabilità di custodire le chiavi dei complessi edilizi».

Poco più avanti però afferma: «Per il ritiro dei contenitori la MessinaServizi aveva dato la disponibilità ad entrare nei condomini senza alcun costo aggiuntivo – né avrebbe potuto essere diversamente». La domanda quindi sorge spontanea: come dovrebbero entrare gli operatori nei condomini se Messinaservizi rifiuta di avere in dotazione le chiavi di accesso?

Il tema della sicurezza

Restando in tema di raccolta all’interno delle aree condominiali, l’assessore Musolino attribuisce erroneamente a «Zuccarello e i suoi sodali» le dichiarazioni sulla richiesta di sicurezza: «vengono a parlare di profili di sicurezza, quando si erano offerti di consegnare al gestore del servizio l’accesso indiscriminato a tutti i condomini». In realtà, è stato il Tar a tirare in ballo la necessità di tutelare la sicurezza dei condomini. A proposito della previsione dell’esposizione dei contenitori in “aree esclusivamente condominiali” il Tribunale amministrativo ha infatti stabilito che «tale previsione neppure può trovare applicazione per quei condomini che, pur disponendo di locali idonei ad ospitare i contenitori, necessitino, per esigenze di sicurezza, di tenere chiusi i locali in questione». E’ dunque il Tar a dire che se i condomini non si sentono sicuri è necessario consentire il ritiro della differenziata fuori dalle aree condominiali; gli amministratori chiedono invece di decidere caso per caso, in base alle esigenze dei vari condomini.

Come sarà effettuata la raccolta

Sempre a tal proposito, l’esponente di giunta comunica che «adesso tutti quei condomini che non dispongono di aree private e/o che per ragioni di sicurezza non vorranno consentire l’accesso ai mezzi della Società in house, verranno serviti con il sistema del porta e porta mediante raccolta con i mastelli, che ogni singolo condomino dovrà esporre al di fuori dell’area condominiale la sera in una fascia dalle 23,00 fino alle 5,00 dell’indomani mattina, e ritirare dopo le 5,20».

L’assessore Musolino ricorda inoltre che nel Regolamento Comunale è prevista la facoltà per i Condomini che lo vorranno, di dotarsi di sacchetti con codice identificativo di ogni utente. «Non è vero quindi– commenta – che vi è una volontà indiscriminata di colpire gli utenti virtuosi senza distinguerli da quelli indisciplinati».

Lettera agli amministratori

In conclusione del documento, l’esponente della giunta fa presente che in è corso di redazione una nota destinata a tutti gli Amministratori di Condominio con cui si darà comunicazione che sarà il condominio a decidere se la raccolta dovrà avvenire «mediante contenitori dentro le aree condominiali o mediante mastelli individuali da esporre al di fuori delle aree condominiali e da ritirare sotto la esclusiva responsabilità dei signori condomini. Nell’un caso come nell’altro, sarà il Condominio a doversi occupare di esporre i contenitori o i mastelli e ritirarli».

DLT

Tag:

2 commenti

  1. ne piu e ne meno uguale a chi ha scritto nei biglietti: Messina – Enpoli.

    0
    0
  2. Io alle 23 dormo. Fino alle 5 del mattino seguente. E anche dopo, se i mezzi di MessinAmbiente me lo consentono.
    Messina non è mica una città di persone che si svegliano prima dell’alba…

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007