Il Gospel del 28 in ricordo di Fifì e Nanna e per l'associazione Bucaneve - Tempo Stretto

Il Gospel del 28 in ricordo di Fifì e Nanna e per l’associazione Bucaneve

Emanuela Giorgianni

Il Gospel del 28 in ricordo di Fifì e Nanna e per l’associazione Bucaneve

giovedì 20 Dicembre 2018 - 14:06
Santa Caterina Valverde
Il Gospel del 28 in ricordo di Fifì e Nanna e per l’associazione Bucaneve

Il 28 dicembre 2018, alle ore 20,15, la chiesa di Santa Caterina ospiterà il concerto gospel di “Laura Wilson & Nu’ Movement”, il gruppo americano dalla grandissima professionalità che sta girando il mondo. Nella Sala Ovale di Palazzo Zanca è stato presentato l’evento dal presidente dall’associazione “Messina Incentro”, organizzatrice delle varie iniziative del nostro natale messinese, Lino Santoro, con l’assessore comunale allo spettacolo e alle tradizioni popolari, Pippo Scattareggia; il presidente della IV Circoscrizione, Alberto De Luca; e il presidente dell’associazione “Il Bucaneve”, Carla Fortino.

Il concerto, preparato insieme alla famiglia Messina, è dedicato a Fifì e Nanna, Francesco Filippo e Raniero, gli indimenticabili fratellini messinesi andati via troppo presto, a soli 13 e 10 anni, nel tragico incendio della loro casa in Via dei Mille, lo scorso giugno.

A nessuno più di loro poteva essere indirizzato un concerto il cui fine benefico è destinato alle famiglie che accompagnano i loro piccoli durante le fasi di permanenza negli ospedali. Parte dell’incasso del concerto sarà devoluto, infatti, all’associazione messinese “Il Bucaneve”, la quale, tra le varie attività solidali, ha creato una casa di accoglienza in grado di offrire ospitalità gratuita alle famiglie che non possono sostenere le spese di permanenza a Messina.

La presidente Carla Fortino racconta come, in seguito alla personale vicenda di una nipotina ricoverata in ospedale per tre anni, l’associazione nasce nel 2008 per ricambiare e riproporre il bene ricevuto dalla presenza costante delle volontarie durante il loro ricovero. “Il Bucaneve” è formato da un gruppo di 15 volontarie notte e giorno, per sostenere chi sta vivendo la medesima esperienza tramite la loro casa di accoglienza, costituita da quattro camere dotate di ogni necessità. “Speriamo di poter aggiungere altre tre camere, perché la nostra lista d’attesa è lunghissima, abbiamo visto papà dormire in macchina per mesi interi per non abbandonare i figli. Il dispendio economico è ingente e noi vogliamo dare ai genitori un minimo di serenità, creare un ambiente caldo e familiare. Spesso, infatti, le famiglie apparecchiano un tavolo lungo e condividono i pasti in compagnia; quest’anno poi due alberelli, donati dalla famiglia Messina, sono stati addobbati insieme da tutti”.

Il significato che il concerto vuole avere è proprio quello di riportare in luce il vero senso del Natale, come sottolinea Alberto De Luca: “contro l’egoismo e il consumismo che questo periodo spesso porta, il Natale deve essere altro, queste iniziative ci avvicinano ai veri sentimenti del Natale, valori fondamentali, umani oltre che religiosi, di solidarietà, e più in uno degli spazi più importanti della nostra città”.

Un concerto d’altissimo livello, in uno dei siti più belli di Messina, per un fine solidale e nel ricordo di due nomi che resteranno per sempre nei cuori dei cittadini messinesi, è un evento imperdibile.

È possibile acquistare i biglietti del costo di 15,00 euro (oltre i diritti di agenzia), presso Il Botteghino (090343818) Viale della libertà, 391; Bisazza Gangi largo San Giacomo 1/2 (090675351); Bossa via Tommaso Cannizzaro 132 (090669206) e online sul sito boxol.it

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007