Palestra del Cuppari pronta da 6 mesi ma ancora inutilizzabile. L'allarme dei genitori e del preside - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Palestra del Cuppari pronta da 6 mesi ma ancora inutilizzabile. L’allarme dei genitori e del preside

Claudio Panebianco

Palestra del Cuppari pronta da 6 mesi ma ancora inutilizzabile. L’allarme dei genitori e del preside

lunedì 14 Dicembre 2015 - 10:24
Palestra del Cuppari pronta da 6 mesi ma ancora inutilizzabile. L’allarme dei genitori e del preside

Giuseppe Viola, presidente del Consiglio d'Istituto, facendosi portavoce del malcontento di genitori e studenti ha spiegato come la palestra del plesso, sotto lavori di ristrutturazione da circa 7 anni, sia ormai pronta da 6 mesi ma resa inutilizzabile dall'iter provinciale eccessivamente lento. Anche il preside Piero La Tona ha espresso le sue perplessità sui fatti

Ancora problemi per gli Istituti messinesi, bloccati da cavilli burocratici. A farne le spese questa volta è il Tecnico Agrario Cuppari, che ormai da 7 anni vive una situazione complicata. Come segnala il presidente del Consiglio d'Istituto, Giuseppe Viola, raccogliendo la voce di studenti e genitori, la palestra del plesso Agrario risulta inagibile ormai da diversi cicli scolastici: lavori di ristrutturazione hanno infatti interessato l'impianto, rendendo inutilizzabile campetti da calcio e strutture varie.

Da oltre 6 mesi le opere di manutenzione sono terminate ma lo spazio dedicato alla ginnastica dei giovani rimane chiuso. Per un iter burocratico eccessivamente lungo, infatti, gli oltre 300 studenti dell'Istituto sono costretti a svolgere le attività in corridoio, muniti solo di un tavolo da ping pong. Ciò comporta non solo un problema per chi è impegnato nella materia, ma anche per chi, nelle aule, segue altre lezioni. Il problema riguarderebbe il completamento dei collaudi da parte dall'ente Provinciale, organo su cui ricade la competenza del caso, e nonostante gli appelli e le diverse riunioni per trovare finalmente una soluzione nulla ancora è stato risolto.

"Vorrei ricordare che la disciplina Scienze motorie e sportive", scrive Viola, "è a tutti gli effetti una materia curriculare che concorre alla valutazione complessiva dell'alunno in sede di Consiglio di classe e di scrutini. Al di là di tali considerazioni, mi preme soprattutto sottolineare che ai nostri figli è negato un diritto, quello di ricevere dall'istituzione scolastica una completa formazione psico-fisica, parte integrante del curriculum di studi".

Anche il preside Piero La Tona ha espresso il suo parere, "Non capiamo il perchè del blocco, i ragazzi fanno attività in luoghi di fortuna quando a disposizione invece potrebbero esserci campi e strutture varie. I lavori sono finiti ma a quanto pare problemi di natura tecnico – amministrativa hanno rallentato tutto. Vorremmo comprendere meglio perchè la situazione sia arrivata fino a questo punto".

Viola, concludendo il suo intervento, ha avanzato la possibilità di una manifestazione, "Chiediamo agli organi competenti di accelerare le pratiche necessarie per la consegna delle strutture, il cui ritardo non mi sembra giustificabile, il tutto a danno dei ragazzi, e risolvere le inutili diatribe amministrative e/o politiche; in caso di esito negativo non ci resta che manifestare presso l'amministrazione Provinciale, creando se necessario comitati dei genitori e riconoscere ai ragazzi il diritto di fare azioni di protesta".

Claudio Panebianco

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007