Procuratore capo di Messina: allarme su riciclaggio di capitali dall'Est a Taormina - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Procuratore capo di Messina: allarme su riciclaggio di capitali dall’Est a Taormina

Alessandra Serio

Procuratore capo di Messina: allarme su riciclaggio di capitali dall’Est a Taormina

sabato 20 Giugno 2020 - 08:03
Procuratore capo di Messina: allarme su riciclaggio di capitali dall’Est a Taormina

Maurizio De Lucia alla Commissione nazionale antimafia: nel messinese grande afflusso di denaro sospetto dall'estero

Notevoli flussi di denaro sospetto, in gran parte frutto di riciclaggio, proveniente con grande probabilità dall’Est europeo e reinvestito nella provincia di Messina, soprattutto a Taormina. Il procuratore di Messina Maurizio De Lucia lancia l’allarme su un fenomeno che è al centro di indagini da qualche anno durante l’audizione alla Commissione nazionale antimafia.

Relazionando sulla criminalità e la mafia a Messina e in provincia, il capo della Dda ha spiegato che nel variegato territorio provinciale si muovo mafie di assoluto rilievo, tradizionalmente molto diverse e definite per un verso, dall’altro capaci di rinnovare i loro interessi e il business. Così, De Lucia ha confermato la presenza della mafia sui Nebrodi, recentemente oggetto della maxi retata contro i familiari e i complici dei boss di Tortorici che acquisivano grandi fondi europei grazie a truffe sui terreni destinati ai pascoli.

A proposito degli interessi della mafia dei pascoli, De Lucia è poi tornato sul caso Antoci. Ancora una volta il capo degli investigatori messinesi ha respinto ogni tentativo di polemica con la Commissione regionale antimafia guidata dall’onorevole Claudio Fava, ha difeso l’operato e la professionalità dei suoi magistrati e le conclusioni dell’inchiesta da loro condotta sull’agguato, ribadendo che per la Procura di Messina si è trattato di un attentato di tipo mafioso e che l’archiviazione degli accertamenti sui primi sospettati non vuol dire la fine degli sforzi investigativi per fare luca sulla vicenda.

Il procuratore capo di Messina ha poi sottolineato come la mafia di Barcellona è sempre viva e attiva, malgrado le tante operazioni degli ultimi anni.

Infine De Lucia ha lanciato l’allarme su quel che sta accadendo nel comprensorio turistico jonico tra Letojanni, Giardini Naxos e Taormina: “C’è un grande afflusso di capitali dall’estero, non è chiara la loro provenienza, pensiamo a riciclaggio di capitali illeciti dell’Est europeo”, ha detto il magistrato, senza aggiungere altro per non scoprire troppo le indagini in corso.

Nella zona jonica del messinese, ha precisato De Lucia, da sempre si allungano gli interessi della mafia catanese, che recentemente è stata scoperta essersi radicata anche a Messina con i nipoti diretti di Nitto Santapaola, arrestati nell’operazione Beta.

Il capo dell’ufficio di Procura messinese ha quindi ribadito la necessità di rimpolpare gli organici, sotto dimensionati rispetto alle necessità e alla capacità di aggressione della criminalità nel territorio.

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007