Emergenza tir e fondi ecopass, scende in campo il Consiglio Comunale - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Emergenza tir e fondi ecopass, scende in campo il Consiglio Comunale

Danila La Torre

Emergenza tir e fondi ecopass, scende in campo il Consiglio Comunale

martedì 07 Aprile 2015 - 06:50

Per sopperire all’immobilismo della giunta Accorinti, il consigliere comunale Sturniolo ha redatto una proposta di delibera da portare in Aula. Con il porto di Tremestieri chiuso, i mezzi pesanti scorrazzano allegramente per la città e pagano solo 3 euro di ecopass

Il Consiglio Comunale scende in campo per contrastare l’emergenza tir e sollecitare un adeguamento del costo dell’ecopass per chi utilizza la Rada S. Francesco ed il Porto storico, anche in regime di deroga. E’ stata infatti depositata questa mattina una proposta di delibera che vede come primo firmatario il consigliere del Gruppo Misto Gino Sturniolo (NELLA FOTO IN BASSO), supportato dai colleghi Nina Lo Presti, Daniele Zuccarello e Donatella Sindoni.

L’ex accorintiano spera di trovare massima condivisione in aula e dare finalmente una risposta concreta ai cittadini sul problema dell’ attraversamento dei mezzi pesanti in città e sopperire in tal modo all’immobilismo della giunta Accorinti.

Con la chiusura degli approdi Tremestieri, divenuta una costante più che un'eccezione, i tir invadono quotidianamente la nostra città . Dal Comune non sono state adottate contromisure logistiche per arginare quella che è diventata una vera e propria emergenza né si è provveduto a rimodulare il ticket di attraversamento in base alle sopravvenute esigenze. Con il porto di Tremestieri chiuso, i mezzi pesanti – obbligati ad utilizzare la rada S. Francesco ed il porto storico – vedono ridursi il prezzo dell’ecopass da 30 euro a soli 3 euro, con doppia beffa e doppio danno per i messinesi, che devono convivere loro malgrado con i bestioni della strada e non sono “risarciti” in maniera congrua (VEDI QUI).

Da qui nasce la decisione del consigliere Sturniolo di prendere la situazione in mano e redigere una proposta da portare in Consiglio Comunale.

Nell’atto deliberativo, il consigliere Sturniolo sottolinea che «sempre più frequentemente l’approdo di Tremestieri risulta essere chiuso a causa degli insabbiamenti del tratto di mare antistante, che ne rendono impossibile l’utilizzo» e dunque «nel prossimo periodo risulterà necessario regolare il traffico dei veicoli in transito attraverso le arterie cittadine verso la Rada San Francesco».

Secondo l’esponente del Civico Consesso «detto sistema regolatorio dovrà prevedere la gestione di flussi orari e stoccaggio dei veicoli di grosse dimensioni per evitare che l’interferenza con il traffico veicolare cittadino risulti travolto dall’invasione dei Tir. Risulterà necessario – si legge ancora nella delibera – aggiungere alla attuale insufficiente dotazione di personale della Polizia Municipale ulteriori unità che rendano possibili i provvedimenti sopra esposti».

La delibera redatta da Sturniolo impegna l’Amministrazione Accorinti a: «determinare l’importo del “Ticket Ecopass” per gli autoveicoli di massa superiore a 3,5 t. che utilizzino gli approdi del Porto Storico e della Rada San Francesco in euro 30,00; predisporre adeguate aree di stoccaggio dei Tir fuori dal centro cittadino; prevedere, nei casi di inagibilità dell’approdo di emergenza di Tremestieri, un contingentamento dei Tir nell’attraversamento del centro cittadino e l’istituzione di fasce orarie che impediscano l’interferenza dell’attraversamento del centro cittadino da parte dei Tir con il normale traffico veicolare nelle ore di punta».

L’atto proposto da Sturniolo punta, inoltre, a: «destinare le somme provenienti dal “Ticket Ecopass”, in ossequio a quanto già deliberato dal Consiglio Comunale di Messina, per attività di pianificazione e miglioramento della mobilità urbana e, in particolare, verificare la possibilità di implementare, anche temporaneamente, la dotazione del Corpo di Polizia Municipale al fine di supportare l’attività di gestione dei flussi veicolari in attraversamento della città e le attività di stoccaggio necessarie ad evitare un aggravio dell’interferenza con il normale traffico veicolare urbano; istituire un Ufficio Speciale che eroghi il servizio di esazione del “Ticket Ecopass” al fine di garantire all’Ente maggiori controlli e un più continuo apporto economico; istituire una Commissione Tecnica che verifichi la rispondenza tra entrate attese e entrate realizzate per il Comune di Messina dalla data di attivazione del cosiddetto “Ticket Ecopass” ad oggi al fine di individuare eventuali danni economici subiti dall’ente».

In questi giorni, il dibattito in città si è soprattutto concentrato sullo spostamento di una nave Cartour a Catania ed è iniziato nuovamente lo scontro a distanza tra i Franza e la Giunta Accorinti, come se la questione tir fosse legata esclusivamente alle autostrade del mare ed esclusivamente al Molo Norimberga, dove peraltro Accorinti in campagna elettorale diceva di voler trasferire il gommato pesante e leggero. Ma mentre l’attenzione mediatica è concentrata sul trasferimento della Cartour e sul molo Norimberga i tir continuano a scorrazzare allegramente per le vie della città per raggiungere gli svincoli autostradali, causando problemi alla viabilità e pericolo all’incolumità delle persone.

Alle battaglie di facciata ed al solito gioco delle parti innescatosi tra i Franza ed Accorinti, risponde oggi Sturniolo con una proposta che mira a tamponare il più possibile un’emergenza che tiene sotto scacco l’intera città.

Danila La Torre

Tag:

20 commenti

  1. Qualche soluzione semplice e veloce si potrebbe prendere. Esempio. Utilizzare viale giostra per ingresso in autostrada istituire limite velocità per i tir e divieto di sorpasso nel viale libertà la farina boccetta Europa e poi qualche controllo in più

    0
    0
  2. Qualche soluzione semplice e veloce si potrebbe prendere. Esempio. Utilizzare viale giostra per ingresso in autostrada istituire limite velocità per i tir e divieto di sorpasso nel viale libertà la farina boccetta Europa e poi qualche controllo in più

    0
    0
  3. Il buon FRANCESCOC non ha mai usato lo svincolo di GIOSTRA quindi non conosce le dimensioni e le problematiche insuperabili per i TIR quando questo si innesta con il viadotto in direzione Catania o con la galleria verso Palermo.Devo pensare allora che dopo aver percorso una parte del viale GIOSTRA il buon FRANCESCOC si riferisse a due percorsi alternativi in direzione dello svincolo di BOCCETTA, attraversare tutto il viale Regina Margherita oppure via Garibaldi e viale Boccetta. Il buon FRANCESCOC non conosce le dimensioni del viale Regina Margherita insuperabili per i TIR a malapena per le auto,se invece avesse pensato al percorso via Garibaldi viale Boccetta rischierebbe come per il primo percorso l’accusa di tentato omicidio dei messines

    0
    0
  4. Il buon FRANCESCOC non ha mai usato lo svincolo di GIOSTRA quindi non conosce le dimensioni e le problematiche insuperabili per i TIR quando questo si innesta con il viadotto in direzione Catania o con la galleria verso Palermo.Devo pensare allora che dopo aver percorso una parte del viale GIOSTRA il buon FRANCESCOC si riferisse a due percorsi alternativi in direzione dello svincolo di BOCCETTA, attraversare tutto il viale Regina Margherita oppure via Garibaldi e viale Boccetta. Il buon FRANCESCOC non conosce le dimensioni del viale Regina Margherita insuperabili per i TIR a malapena per le auto,se invece avesse pensato al percorso via Garibaldi viale Boccetta rischierebbe come per il primo percorso l’accusa di tentato omicidio dei messines

    0
    0
  5. Il consigliere comunale STURNIOLO e i suoi colleghi LO PRESTI, ZUCCARELLO e SINDONI non sono messinesi altrimenti saprebbero che l’ORA DI PUNTA relativa al percorso OMICIDA viale EUROPA via LA FARINA è dalle 7 alle 21, vale anche per il tragitto viale BOCCETTA viale DELLA LIBERTA’, sono le ore notturne dalle 21 alle 7 di mattina quelle più favorevoli ad attraversare o meglio devastare il centro di Messina. I consiglieri Comunali non vivendo nella nostra città non sanno che le vie citate sono il cuore di Messina, della nostra economia, della nostra già scarsa mobilità, ma perdoniamoli non sono UNO DI NOI quindi non obbligati a conoscere il nostro territorio. Le proposte per urbanizzare diversamente ci sono, in attesa attraversare di notte.

    0
    0
  6. Il consigliere comunale STURNIOLO e i suoi colleghi LO PRESTI, ZUCCARELLO e SINDONI non sono messinesi altrimenti saprebbero che l’ORA DI PUNTA relativa al percorso OMICIDA viale EUROPA via LA FARINA è dalle 7 alle 21, vale anche per il tragitto viale BOCCETTA viale DELLA LIBERTA’, sono le ore notturne dalle 21 alle 7 di mattina quelle più favorevoli ad attraversare o meglio devastare il centro di Messina. I consiglieri Comunali non vivendo nella nostra città non sanno che le vie citate sono il cuore di Messina, della nostra economia, della nostra già scarsa mobilità, ma perdoniamoli non sono UNO DI NOI quindi non obbligati a conoscere il nostro territorio. Le proposte per urbanizzare diversamente ci sono, in attesa attraversare di notte.

    0
    0
  7. Cara Danila LA TORRE nonostante i tuoi puntuali articoli sulla vicenda la citazione IL PREGIUDIZIO E’ FIGLIO DELL’IGNORANZA si adatta benissimo a molti messinesi e consiglieri comunali.TU hai scritto sull’ordinanza del dipartimento Mobilità Urbana e Viabilità 248 del 16/7/2014 (http://www.comune.messina.it/repository/archivio-atti/allegati/2014/Docs19423/546.pdf) in attuazione della delibera di Giunta 546 dell’11//7/2014 (http://www.comune.messina.it/repository/archivio-atti/allegati/2014/Docs19444/406.pdf) e successivamente sull’ordinanza di ACCORINTI a seguito della sospensiva del TAR (http://www.comune.messina.it/repository/archivio-atti/allegati/2014/Docs20017/159.pdf), IO invito a leggerle anzitutto l’ordinanza sindacale,è ESEMPLARE.

    0
    0
  8. Cara Danila LA TORRE nonostante i tuoi puntuali articoli sulla vicenda la citazione IL PREGIUDIZIO E’ FIGLIO DELL’IGNORANZA si adatta benissimo a molti messinesi e consiglieri comunali.TU hai scritto sull’ordinanza del dipartimento Mobilità Urbana e Viabilità 248 del 16/7/2014 (http://www.comune.messina.it/repository/archivio-atti/allegati/2014/Docs19423/546.pdf) in attuazione della delibera di Giunta 546 dell’11//7/2014 (http://www.comune.messina.it/repository/archivio-atti/allegati/2014/Docs19444/406.pdf) e successivamente sull’ordinanza di ACCORINTI a seguito della sospensiva del TAR (http://www.comune.messina.it/repository/archivio-atti/allegati/2014/Docs20017/159.pdf), IO invito a leggerle anzitutto l’ordinanza sindacale,è ESEMPLARE.

    0
    0
  9. In questo momento le televisioni stanno filmando l’invasione dei TIR e il traffico impazzito nel cuore della città, intorno al magnifico NETTUNO, DOBBIAMO SOLO VERGOGNARCI di lasciarci stuprare la nostra splendida Messina, la trattano come una puttana indifesa alla merce dei TIR.

    0
    0
  10. In questo momento le televisioni stanno filmando l’invasione dei TIR e il traffico impazzito nel cuore della città, intorno al magnifico NETTUNO, DOBBIAMO SOLO VERGOGNARCI di lasciarci stuprare la nostra splendida Messina, la trattano come una puttana indifesa alla merce dei TIR.

    0
    0
  11. Gradevole ed educato il commento al mio intervento non gradisco però la velata affermazione di ignorante circa la percorribilità dello svincolo di giostra.Ritengo che lo stesso sia stato costruito a normativa di legge e comunque lo conosco bene perche lo utilizzo .Mi pare lapalissiano che non mi riferivo ne a via Garibaldi ne al Viale R margherita .Mi piace ribadire l essenza del mio intervento nel senso che spalmare il traffico su più strade lenisce in parte le problematiche che comunque ci sono e vanno risolte.

    0
    0
  12. Gradevole ed educato il commento al mio intervento non gradisco però la velata affermazione di ignorante circa la percorribilità dello svincolo di giostra.Ritengo che lo stesso sia stato costruito a normativa di legge e comunque lo conosco bene perche lo utilizzo .Mi pare lapalissiano che non mi riferivo ne a via Garibaldi ne al Viale R margherita .Mi piace ribadire l essenza del mio intervento nel senso che spalmare il traffico su più strade lenisce in parte le problematiche che comunque ci sono e vanno risolte.

    0
    0
  13. ha ragione,mandiamoci il tibetano con fascia tricolore a deviare il traffico sulla via roccacannuccia..Meno male che lei girando vede gli ingorghi e da una mano allo scalzo.

    0
    0
  14. ha ragione,mandiamoci il tibetano con fascia tricolore a deviare il traffico sulla via roccacannuccia..Meno male che lei girando vede gli ingorghi e da una mano allo scalzo.

    0
    0
  15. Una proposta..allorquando sia sensata, ragionevole e condivisibile va appoggiata. Chiunque la proponga.

    0
    0
  16. Una proposta..allorquando sia sensata, ragionevole e condivisibile va appoggiata. Chiunque la proponga.

    0
    0
  17. liliana parisi 7 Aprile 2015 15:59

    Invito tutti a fare una passeggiata a Palermo e a Catania per vedere che anche là ci sono TIR

    0
    0
  18. liliana parisi 7 Aprile 2015 15:59

    Invito tutti a fare una passeggiata a Palermo e a Catania per vedere che anche là ci sono TIR

    0
    0
  19. scusate , ma la colpa è dei tir che pagano prima la nave e poi la tassa di circolazione, oppure di una città che ha eletto per tanti anni politici incapaci che non sono ancora riusciti a risolvere il problema?

    0
    0
  20. scusate , ma la colpa è dei tir che pagano prima la nave e poi la tassa di circolazione, oppure di una città che ha eletto per tanti anni politici incapaci che non sono ancora riusciti a risolvere il problema?

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x