Nuovo svincolo autostradale a Giampilieri: a chiederlo i villaggi della zona sud - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Nuovo svincolo autostradale a Giampilieri: a chiederlo i villaggi della zona sud

Nuovo svincolo autostradale a Giampilieri: a chiederlo i villaggi della zona sud

venerdì 15 Giugno 2012 - 06:51
Nuovo svincolo autostradale a Giampilieri: a chiederlo i villaggi della zona sud

Tante le motivazioni alla base della proposta avanzata dai rappresentanti dei centri di Altolia, Briga Marina, Briga Superiore, C.da Torre Briga Marina, Giampilieri Marina, Giampilieri, Molino, Pezzolo, Ponte Schiavo. Tra tutte un’efficace via di fuga in caso e di accesso di emergenze

L’elenco dei destinatari è lungo: ad essere coinvolti sono i rappresentanti delle istituzioni locali, quelli regionali, i deputati nazionali. E la richiesta, d’altra parte, merita la dovuta attenzione. Ad avanzarla sono i rappresentanti dei villaggi della zona sud di Altolia (Franca Sciliberto); Briga Superiore (Lillo Manganaro); C.da Torre-Briga Marina (Giorgio Foti); Giampilieri (Corrado Manganaro); Molino (Salvatore Bellinghieri); Pezzolo (Pino Viola); Ponte Schiavo (Dario Restuccia); Comitato “Sos Mare” (Briga Marina). Essa prevede la creazione di un collegamento diretto tra l’autostrada Messina-Catania e i diversi centri, molti dei quali collinari.

La proposta avanzata dal “maxi-comitato”, trova origine, purtroppo, anche in quanto accaduto sul territorio messinese nell’ottobre del 2009. Tutti, infatti, ricorderanno le difficoltà dei mezzi di soccorso nel raggiungere i villaggi colpiti dall’alluvione, a causa del fango e dei detriti che avevano invaso la SS114 e il relativo sottopasso, unico via d’accesso. Secondo i cittadini, come riportato nella lettera “vi sono rilevanti motivi di protezione civile derivanti dall’alto rischio idrogeologico del suddetto territorio che richiedono l’urgente necessità di attivare interventi volti a creare una viabilità alternativa alla S.S. 114, mediante realizzazione di uno svincolo in località Giampilieri, a garanzia della sicurezza dei residenti ed in virtù dei seri rischi per la pubblica incolumità, a causa della carenza di vie di fuga utilizzabili in occasione di eventi metereologici avversi”

Un’esigenza che nasce anche dal bisogno dia gevolare i cittadini nei loro spostamenti quotidiani: la realizzazione della bretella a metà del tratto Roccalumera-Tremestieri, ossia in località Giampilieri, eviterebbe di dover percorrere parecchi Km ed impiegare un notevole lasso di tempo prima di giungere lo svincolo e potere accedere all’autostrada Messina-Catania. “Negli ultimi anni – scirvono ancora i cittadini – vi è stato un notevole incremento edilizio al quale non è seguito il giusto aumento di servizi che un territorio così fortemente urbanizzato meriterebbe. A ciò si aggiunge la crescita esponenziale dei residenti nel periodo estivo, ai quali si aggiungono i vari turisti che affollano le spiagge, determina un maggiore traffico veicolare quotidiano sulla S.S.114”. L’eccessivo traffico sulla strada statale è spesso causa di incidenti mortali.
La realizzazione dello svincolo, ce potrebbe migliorare la qualità di vita dei cittadini, consentirebbe però al tempo stesso di rendere quei villaggi il nuovo “cuore” di uno sviluppo turistico, in linea con quanto previsto dalle nuove linee guida del Piano Regolatore Generale del Comune di Messina, recentemente approvate, che a proposito delle suddette aree prevedono: “L’area costiera a sud del centro urbano, in conseguenza della realizzazione del nuovo approdo di Tremestieri e dei collegamenti autostradali, rappresenta la zona che dovrà essere attrezzata per lo sviluppo di attività produttive e di quelle legate ai trasporti ed alla logistica……La sistemazione di quest’area dovrà essere frutto di progetti organici di intervento e non, come è accaduto fino ad oggi, di un disordinato ammassarsi di depositi, ipermercati ed attività artigianali lungo la super congestionata statale 114. Un ordinato sviluppo di quest’area richiede la realizzazione di una nuova viabilità di collegamento…..”. “Inoltre l’urbanizzazione delle aree collinari ha comportato una maggiore distanza fra residenza e luoghi di lavoro, con un notevole incremento del pendolarismo ed aumento del traffico veicolare”.

Questi i principali motivi alla base della proposta lanciata dai comitati che chiedono di avviare l’iter amministrativo, tecnico, burocratico ed i relativi studi di fattibilità e di localizzazione per la creazione di uno svincolo autostradale. Secondo quanto sostenuto, infatti, l’eventuale opera non contrasterebbe con altro analogo intervento che sembra voglia essere realizzato nel comune di Itala. (EDP)

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

2 commenti

  1. l’idea è ottima ma questo allora significherebbe spostare l’attuale casello di tremestieri più a a sud visto che parliamo di territorio comunale… a proposito e il pedaggio di Ponte Gallo come è finita??

    0
    0
  2. antonio barbera 15 Giugno 2012 11:22

    L’idea è ottima per il CAS che aumenterà le proprie entrate :basta chiamarlo SCALETTA.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007