Torrente Bordonaro sgomberato dagli inerti, alle Case Gescal a breve i lavori per eliminare la frana. Dopo tre anni - Tempostretto

Torrente Bordonaro sgomberato dagli inerti, alle Case Gescal a breve i lavori per eliminare la frana. Dopo tre anni

Torrente Bordonaro sgomberato dagli inerti, alle Case Gescal a breve i lavori per eliminare la frana. Dopo tre anni

venerdì 21 Ottobre 2011 - 09:31
Torrente Bordonaro sgomberato dagli inerti, alle Case Gescal  a breve i lavori per eliminare la frana. Dopo tre anni

Una volta completati gli interventi, si procederà anche al ripristino del campetto di calcio presente nell'area sovrastante la strada, accanto alla chiesa Maria Regina

Trattori comunali a lavoro per rimuovere materiali inerti dai torrenti e franosi dai villaggi. Due le zone interessate dagli interventi : il torrente bordonaro e la strada di collegamento alle Case Gescal. Al torrente Bordonaro sono in via di completamento gli interventi delineati durante il tavolo tecnico convocato a palazzo Zanca dall’assessore alle manutenzioni, Pippo Isgrò. Messinambiente e Ato 3 hanno provveduto questa mattina alla pulizia dell’asta torrentizia adiacente il centro abitato e successivamente il materiale inerte è stato portato alla foce del torrente. Nel quadro degli interventi programmati per la bonifica dei torrenti cittadini, sono stati completati gli interventi curati dalle maestranze della movimentazione terra del Comune alla foce del torrente Mili mentre a Santo Stefano dovranno essere definiti i lavori per liberare il franco del ponte, in modo da rendere più libero il deflusso delle acque. L’assessore Isgrò ha poi confermato che richiederà al sindaco Buzzanca, la definizione di un atto di interpello per il personale comunale, al fine di incrementare la dotazione dell’organico impegnato con i mezzi del movimento terra, che consente di operare in house con notevole risparmio di risorse finanziarie.
Saranno sempre i mezzi comunali ad effettuare il trasporto in discarica del materiale franoso che ancora è presente nella strada di collegamento alle Case Gescal, nella zona di San Giovannello, ove tra pochi giorni inizieranno i lavori. Gli interventi per la messa in sicurezza del muro, franato tre anni fa, saranno curati dall’Iacp, proprietario dell’area e, come ha confermato dall’assessore alle manutenzioni, Pippo Isgrò, che stamani ha incontrato il presidente della terza municipalità, Giovanni De Salvo, una volta completati, permetteranno di procedere anche al ripristino del campetto di calcio presente nell’area sovrastante la strada, accanto alla chiesa Maria Regina degli Apostoli. Verranno anche utilizzati parte degli inerti provenienti dalla frana ed i tecnici del comune del dipartimento manutenzione impianti sportivi, stanno predisponendo gli elaborati progettuali per la realizzazione di un piccolo impianto di illuminazione e la sistemazione di un container per risolvere, anche temporaneamente, il problema della carenza di spogliatoi. Con l’ing. Orazio Scandurra, responsabile tecnico per gli impianti sportivi del Comune, si sta approfondendo la possibilità tecnica di aumentare le dimensioni del campo di gioco, per avere misure regolamentari dell’impianto. La soluzione del problema della frana era stato avviato – come si ricorderà – dal presidente circoscrizionale De Salvo, che negli ultimi tre anni ha avuto costanti rapporti con l’assessore alla manutenzioni Isgrò, con l’Iacp ed il Genio civile, attraverso tavoli tecnici istituzionali, sopralluoghi congiunti e riunioni tecniche.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007