Reggio Calabria. Monetizzazione aree da destinarsi a parcheggio, la proposta della sesta commissione - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Reggio Calabria. Monetizzazione aree da destinarsi a parcheggio, la proposta della sesta commissione

Elisabetta Marcianò

Reggio Calabria. Monetizzazione aree da destinarsi a parcheggio, la proposta della sesta commissione

giovedì 25 Febbraio 2021 - 17:35
Reggio Calabria. Monetizzazione aree da destinarsi a parcheggio, la proposta della sesta commissione

Il presidente dell’organismo consiliare Carmelo Versace: “Creare un circuito virtuoso nel rispetto degli standard urbanistici”

La monetizzazione delle aree da destinarsi a parcheggio è stato uno dei temi trattati nel corso dei lavori della sesta commissione. L’organismo consiliare di Palazzo San Giorgio ha esaminato la proposta del suo presidente, il consigliere comunale Carmelo Versace, riguardante la
regolamentazione di tale materia, con l’obiettivo di innescare un meccanismo virtuoso tra Ente e operatori commerciali.

Regolamento

Come tutti sappiamo – ha spiegato il consigliere comunale Carmelo Versace a margine dei lavori – ad oggi chiunque voglia avviare un’attività commerciale deve garantire, sulla base degli standard urbanistici, un numero di parcheggi adeguato in relazione alla superficie di vendita. Il nuovo strumento di cui intende dotarsi il nostro Comune è dunque un regolamento sulla monetizzazione in virtù del quale sarà possibile derogare a tali requisiti pagando una certa cifra in sede di richiesta del permesso. Naturalmente – chiarisce il presidente della sesta commissione consiliare – tutto ciò implica il pieno rispetto dei requisiti urbanistici, anche attraverso l’impegno da parte
dell’amministrazione comunale a reinvestire i proventi ottenuti da questa operazione per la realizzazione di opere di prossimità necessarie.

Nessun condono o cessione

Non si tratta, in altre parole, – sottolinea il consigliere comunale – di un condono o di una cessione previo compenso in denari per l’acquisto
di un diritto che non si dovrebbe possedere e che altri, le nuove costruzioni per esempio, sono tenuti ad avere. Occorre inoltre precisare –
spiega ancora il presidente della sesta commissione Versace, che “questa possibilità non deve comunque determinare una riduzione delle superfici a standard ma
dovrebbe implicare una loro realizzazione differita attraverso una pianificazione urbanistica che individui soluzioni più̀ idonee per la valorizzazione del sistema urbano.”

Consenso totale

“Gli standard urbanistici sono fondamentali per stabilire la qualità di vita del nostro comune. Questo regolamento intende configurarsi come uno strumento aggiuntivo di supporto che va nella direzione di un
miglioramento complessivo della qualità della vita. Intorno a questa proposta
– conclude il consigliere comunale Versace – che ha registrato consenso unanime in seno alla sesta commissione, prosegue l’attività di confronto e ascolto, in stretta sinergia con gli assessori all’Urbanistica e Attività produttive, Mariangela Cama e Irene Calabrò e con il coinvolgimento dei vari attori sociali e delle categorie professionali”.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x