Reggio, il 14 e 15 luglio gli avvocati dicono stop alla partecipazione alle udienze - Tempostretto

Reggio, il 14 e 15 luglio gli avvocati dicono stop alla partecipazione alle udienze

Redazione

Reggio, il 14 e 15 luglio gli avvocati dicono stop alla partecipazione alle udienze

mercoledì 13 Luglio 2022 - 06:55

Il presidente della Camera penale reggina Foti richiama il documento del Coordinamento delle Camere penali calabresi e l'appuntamento lametino di venerdì

REGGIO CALABRIA – Il 14 e 15 luglio, anche a Reggio Calabria, gli avvocati s’asterranno dalla partecipazione alle udienze. «In prossimità dei giorni d’astensione dalle udienze, proclamata per i prossimi 14 e 15 luglio, la Camera penale di Reggio Calabria – così, in una nota diramata agli organi d’informazione, il presidente Pasquale Foti – ritiene opportuno richiamare le ragioni dell’astensione per sensibilizzare il Foro e gli operatori del diritto tutti in merito alle criticità evidenziate nel comunicato del Coordinamento delle Camere penali calabresi».

Si legge tra l’altro nel documento come la Camera penale reggina, «in simbiosi con lo spirito che ha contraddistinto la nascita del Coordinamento, le abbia condivise e fatte proprie, ancorché non direttamente riconducibili al circondario del Tribunale di Reggio Calabria. La finalità dell’astensione – scrive ancora il presidente Foti – è quella di creare un momento di riflessione di stimolo a un confronto fecondo e costruttivo fra tutti gli attori della giurisdizione».

Venerdì 14, incontro-dibattito sulle ragioni dell’astensione

Richiama poi il comunicato diffuso ai media l’appuntamento programmato dal Coordinamento delle Camere penali calabresi per giovedì prossimo, 14 luglio, alla Sala congressi “Prunia” di Lamezia Terme: un incontro-dibattito che sviscererà proprio le ragioni dell’astensione dalle udienze.

«Se dal documento del Coordinamento possono evincersi alcuni problemi endemici evidenziati dall’avvocatura – si legge più avanti nel testo diffuso –, è opportuno sottolineare come solo attraverso il corretto confronto tra le parti si possa pervenire alla loro risoluzione. Ed è proprio il confronto costruttivo che ha consentito, all’interno del nostro Foro, di giungere, con il contributo di tutti gli interessati al Sistema Giustizia, alla redazione di una bozza congiunta di protocollo dell’udienza penale, che a breve sarà oggetto di approvazione e pubblicazione. Diverse sono state altresì le interlocuzioni volte a rendere più agevole la gestione delle problematiche connesse al processo d’esecuzione e del trattamento dei detenuti – prosegue Pasquale Foti –, seguite dall’assunzione di un impegno per un intervento condiviso finalizzato alla risoluzione dell’annosa questione della carenza d’organico delle funzioni giudicanti, che crea notevoli disagi sia alla magistratura reggina che ai difensori».

L’auspicio: la vocazione al dialogo porti a dipanare le criticità

Ne nasce un auspicio, formulato espressamente dalla Camera penale della città dello Stretto, affinché «la vocazione al dialogo che connota le dinamiche del Foro reggino possa condurre alla risoluzione delle problematiche evidenziate nel documento» già citato del Coordinamento.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007