Reggio. “L’incanto” al Castello Aragonese, nel segno del Cinquantesimo dei Bronzi - Tempostretto

Reggio. “L’incanto” al Castello Aragonese, nel segno del Cinquantesimo dei Bronzi

Redazione

Reggio. “L’incanto” al Castello Aragonese, nel segno del Cinquantesimo dei Bronzi

lunedì 07 Marzo 2022 - 10:17

Al via la bipersonale degli artisti Ido Erani e Leonardo Lucchi, l’attrice e conduttrice Anna Falchimadrina d'eccezione dell’evento

REGGIO CALABRIA – Inaugurata al Castello Aragonese la mostra “L’Incanto”, bipersonale degli artisti Ido Erani e Leonardo Lucchi che sarà visitabile fino al 31 marzo. Presente per l’occasione l’attrice e conduttrice televisiva, Anna Falchi, accompagnata dai Sindaci f.f. di Comune e Città metropolitana, Paolo Brunetti e Carmelo Versace, dall’assessora comunale alla Cultura e Turismo, Irene Calabrò, dagli stessi artisti, dallo chef Filippo Cogliandro e dai curatori della mostra, Elmar Elisabetta Marcianò e Antonino Labate. L’evento, promosso da L’A Gourmet L’Accademia Art Gallery di Filippo Cogliandro in collaborazione con la galleria San Giorgio Arte di Antonio La Gioia, in partenariato con il Comune di Reggio Calabria, Assessorato alla Cultura e al Turismo, e con il patrocinio della Città Metropolitana di Reggio Calabria, rientra nell’ambito
del progetto Epoca 2 pensato per valorizzare il 50° anniversario dal ritrovamento dei Bronzi di Riace che si celebra quest’anno.

E’ uno dei primi eventi che avvia il percorso di valorizzazione e celebrazione dell’importante ricorrenza legata ai Bronzi di Riace”, hanno affermato il Sindaco f.f. Paolo Brunetti e l’assessora comunale alla Cultura e Turismo, Irene Calabrò, “attraverso un’iniziativa di grande spessore culturale che mette in mostra l’opera di due artisti di rilievo nazionale. Ma oggi è anche importante sottolineare come è nato questo progetto, ovvero nel quadro di un partenariato tra l’Amministrazione comunale, l’Accademia Gourmet e Galleria San Giorgio.

Il Covid in questi anni ci ha messo a dura prova, specie per quanto riguarda la capacità di stabilire nuove forme di collaborazione, accelerando i processi di condivisione tra pubblico e privato come in questo caso. Il privato che si unisce al pubblico attraverso una sinergia equilibrata che vede l’Ente concedere gli spazi pubblici, come la torre sud del Castello Aragonese e, di contro, il privato sostiene i costi vivi dell’organizzazione. È un modello di lavoro che sperimenteremo in futuro perché aiuta tutti i soggetti coinvolti a impegnarsi in modo responsabile nella promozione degli eventi e iniziative culturali”. Parlare di cultura e promuovere eventi di questo livello non è mai semplice, ha rimarcato il Sindaco metropolitano f.f., Carmelo Versace, “specie in questo periodo in cui si cerca, faticosamente, di uscire da una crisi senza precedenti.

Ma nonostante ciò, Città metropolitana e Comune stanno profondendo ogni sforzo possibile per alimentare le iniziative che, dal basso, attraverso l’intraprendenza e la capacità organizzativa delle associazioni e delle realtà che si occupano di cultura, vengono proposte nel nostro territorio. “Sono molto felice di essere qui e poter condividere con questa splendida città un evento di così alto prestigio e valore culturale”, ha detto Anna Falchi, “sono molto legata al mondo dell’arte e in particolare ai Bronzi di Riace che considero da sempre un po’ dei portafortuna che, peraltro, mi accompagnano anche nella scenografia del mio programma “I fatti vostri”.

La mostra che il pubblico potrà visitare qui al Castello Aragonese è bellissima, è realizzata da due grandi artisti romagnoli e dunque per me è un motivo di soddisfazione doppia poter fare da madrina a questo bel connubio fra Calabria ed Emilia Romagna. Mancavo da tanto tempo da Reggio Calabria ed è sempre emozionante poter tornare in questo posto straordinario che vedo sempre crescere e in cui ho molti amici e tanti bellissimi ricordi”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007