Reggio rifiuti. Il Tar sospende l'aggiudicazione della gara. Falcomatà: rimaniamo uniti - Tempostretto

Reggio rifiuti. Il Tar sospende l’aggiudicazione della gara. Falcomatà: rimaniamo uniti

elisabetta marciano

Reggio rifiuti. Il Tar sospende l’aggiudicazione della gara. Falcomatà: rimaniamo uniti

Tag:

venerdì 08 Ottobre 2021 - 15:48

"Il Tar ha emesso un'ordinanza con la quale accoglie il ricorso e sospende l'aggiudicazione della gara fino all'udienza fissata per il giorno 15 dicembre."

Arrivano come una vera e propria doccia fredda su tutti i reggini, le dichiarazioni che il sindaco Giuseppe Facomatà ha rilasciato in diretta dalla sua pagina facebook ufficiale. Chi si era illuso di poter ritornare presto alla normalità per quanto riguarda la questione gestione rifiuti ha dovuto fare, all’improvviso i conti con la realtà. “La giornata di oggi non è positiva per la nostra città – dichiara senza tanti giri di parole il sindaco – nei giorni scorsi vi avevo comunicato che era stato aggiudicato il bando per la nuova gestione del servizio rifiuti da parte della ditta TeKnoservice. Nei giorni scorsi – continua – è arrivato il ricorso da parte della seconda ditta partecipante, Ecologia oggi. Ebbene ieri, il Tar ha emesso un’ordinanza con la quale accoglie il ricorso e sospende l’aggiudicazione della gara fino all’udienza fissata per il giorno 15 dicembre.”

Fine della proroga

All’attesa dei due mesi si aggiunge un problema – continua il sindaco- l’ultima ordinanza di proroga alla alla società che attualmente gestisce il sistema rifiuti è fissata al 31 ottobre prossimo. E’ facile intuire la possibilità di rimanere senza la garanzia del servizio in tutti questi mesi. Un dramma che vogliamo evitare in tutti i modi. In primo luogo l’amministrazione si difenderà con gli strumenti giuridici a disposizione facendo un ricorso cautelare al Consiglio di Stato insistendo sulle ragioni che abbiamo già evidenziato nel corso dell’udienza che si è svolta nei giorni scorsi. – continua.

A lavoro per le soluzioni

Accanto a questo lavoreremo per capire cosa e come fare dopo il 31 di ottobre. Anche su questo non vogliamo camminare da soli. Lavoreremo con la Prefettura e con gli amministratori di AVR e quindi con la procura della repubblica. Ho già provveduto ad informare il prefetto, all’inizio della prossima settimana ci ritroveremo per capire come affrontare l’emergenza e trovare tutte le possibili soluzioni già al vaglio- continua.

L’appello alla città

Rivolgendosi poi ai reggini chiede “la città sta vivendo da tempo un momento di sofferenza sul piano della raccolta rifiuti. Con l’entrata in gioco di Teknoservice si era cominciata a vedere la luce fuori dal tunnel adesso arriva una battuta d’arresto importante. Continuerà un periodo di sofferenza in questa città, la raccolta non sarà ottimale e il nuovo metodo di raccolta previsto subirà un forte ritardo. Dobbiamo esserne tutti consapevoli. Il mio appello alla città è forte: la sofferenza continuerà, sta a noi decidere come affrontarlo, sta a noi decidere se soffiare sul fuoco della polemica, appesantire con comportamenti che non sono da cittadini innamorati di questa città oppure affrontarlo con il piglio giusto e rimanere uniti.” – conclude

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007