Regionali in Calabria, Letta abbraccia la Bruni. Ma pure Falcomatà e Irto - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Regionali in Calabria, Letta abbraccia la Bruni. Ma pure Falcomatà e Irto

Redazione

Regionali in Calabria, Letta abbraccia la Bruni. Ma pure Falcomatà e Irto

domenica 25 Luglio 2021 - 09:30

Il leit-motiv del leader dèm: chi non supporta Amalia, vuole la continuità con l'amministrazione Spirlì. E a Nicola chiede di fare il capolista

«Sono molto fiducioso, noi abbiamo una candidatura che è la migliore che ci possa essere per rilanciare la Calabria. Amalia Bruni, grande scienziata che opera in Calabria». Una donna che «conosce tutto ciò che è necessario per fare della Calabria una regione che riparte e che guarda al futuro su scala europea». Così il segretario nazionale del Partito democratico Enrico Letta, in conferenza stampa a Gizzeria Lido insieme alla Bruni ed al commissario regionale dèm Stefano Graziano.

Senza Amalia, la continuità

«Siamo determinati – ha aggiunto tra l’altro l’ex Presidente del Consiglio dei ministri -, abbiamo una coalizione larga e soprattutto c’è davanti a tutti il fallimento dell’attuale Amministrazione regionale calabrese. Noi vogliamo voltare pagina e siamo in grado di farcela. Soprattutto il messaggio che diamo a tutti è che chi vuole cambiare, chi vuole voltare pagina, ha una sola scelta: quella di votare per Amalia Bruni. E credo che sia in questo momento un messaggio nazionale che vogliamo dare. Basta la Calabria considerata ai margini, in un angolo. La Calabria che ridiventa cuore di un messaggio nazionale di rilancio del Mezzogiorno».
Nel corso della giornata, Letta ripeterà più volte il concetto: chi non supporta Amalia Bruni, secondo lui nei fatti vuole continuità con l’attuale amministrazione Spirlì.

Con Falcomatà

E Letta non s’è stretto solo alla Bruni, candidata alla guida della Regione dopo le rinunce di Nicola Irto e Maria Ventura. Il segretario nazionale piddino ha abbracciato anche il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà, incontrandolo in riva allo Stretto, sul Lungomare. «Un’occasione per ritrovarci – scrive Falcomatà sui suoi social, pubblicando la foto dell’incontro con Enrico Letta –, per tornare a parlare di politica vera e rilanciare insieme la sfida del riformismo in Italia e in Calabria. Il @pdnetwork, una comunità – aggiunge il primo cittadino – che va costruita dal basso».

Irto capolista

E Letta ha avuto parecchi impegni nel Reggino. Sùbito dopo Gizzeria, ha visitato la Fattoria della Piana e ha avuto un incontro pubblico col giornalista Michele Albanese, don Pino Demasi di “Libera” e l’imprenditore Nino De Masi. A seguire, la visita al “Noel” in compagnia di Nicola Irto, cui Enrico Letta ha chiesto d’essere il capolista nella circoscrizione Sud alle Regionali. Quindi al Pepy’s, per la presentazione del suo libro Anima e cacciavite. In serata a Scilla, a fianco del sindaco Pasqualino Ciccone, che il clan Nasone-Gaietti avrebbe voluto rapire.


Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x