Macchina burocratica, ecco quanto guadagnano i dirigenti di Palazzo Zanca - Tempo Stretto

Macchina burocratica, ecco quanto guadagnano i dirigenti di Palazzo Zanca

Macchina burocratica, ecco quanto guadagnano i dirigenti di Palazzo Zanca

giovedì 19 Gennaio 2017 - 15:53
Macchina burocratica, ecco quanto guadagnano i dirigenti di Palazzo Zanca

La retribuzione si aggira per tutti intorno ai 100mila euro lordi annui, qualcuno un po’ di meno altri un po’ di più. Ma a guadagnare più di tutti è il segretario/direttore generale Le Donne. All’interno tutte le cifre pubblicate nel sito del Comune di Messina

Il rimbrotto pubblico del sindaco Renato Accorinti nei confronti del dirigente che gli ha consegnato un elenco sbagliato degli istituti scolastici sprovvisti dell’impianto di riscaldamento e la lettera di richiamo della presidente del Consiglio Comunale Emilia Barrile, che ha denunciato la continua assenza dei dirigenti in Consiglio Comunale, hanno riacceso il dibattito sul livello di efficienza, o inefficienza, della macchina amministrativa comunale. A finire sulla graticola sono sia i responsabili dei 22 Dipartimenti comunali sia il loro “condottiero”, il segretario direttore/ generale Antonio Le Donne, arrivato dal Comune di Macerata nell’ottobre del 2013 per compiere quella rivoluzione all’interno dell’apparato comunale sino ad oggi solo annunciata. Anche dai banchi del Consiglio comunale c’ è chi da mesi (ad esempio il consigliere Piero Adamo e la consigliera Ivana Risitano) invoca, senza alcun riscontro, azioni di responsabilità nei confronti di quei dirigenti che sbagliano e provocano danni al Comune.

All’interno e all’esterno del palazzo, i commenti che circolano in queste ore, compresi quelli dei sindacati, sono tutt’altro che lusinghieri e la frase più ricorrente è la seguente: “con tutti i soldi che guadagnano i risultati dovrebbero essere altri e anche l’atteggiamento dovrebbe essere diverso”.

Ma quanto guadagnano i super funzionari di Palazzo Zanca? Dalle schede pubblicate sul sito istituzionale, che si riferiscono all’anno 2015 (ultimo aggiornamento disponibile) la retribuzione si aggira per tutti intorno ai 100mila euro lordi annui, qualcuno un po’ di meno altri un po’ di più. La retribuzione finale è determinata da quattro voci (VEDI DETTAGLIO IN BASSO), ma viene lasciata in bianco quella relativa alla retribuzione di risultato, che va calcolata sul 15% dell’indennità di funzione. Non risulta nelle schede perché da anni viene solo accantonata ma non percepita in quanto mancano le relazioni dell’OIV (Organismo Indipendente di Valutazione). Peraltro sulla costituzione del fondo relativo al triennio 2011- 2012-2013 pende la scure del Collegio dei revisori dei conti. L’organo di revisione, sulla scia di quanto denunciato da Fp Cgil, Cisl Fp e Csa, ha riscontrato un’eccedenza di 2.374.698,00 euro e due mesi fa ha chiesto una rimodulazione del fondo (vedi qui), che tuttavia non è stata ancora effettuata. «Quando però i rilievi vengono fatti per il fondo del personale, i provvedimenti vengono presi immediatamente» commenta amareggiato un dipendente comunale.

Tornando alla retribuzione annua dei dirigenti, di seguito riportiamo le cifre pubblicate sul sito del Comune di Messina. Il primo in elenco è il segretario/direttore generale Antonio Le Donne, che in virtù del suo ruolo di vertice è chiamato a vigilare sull’operato dei dirigenti. La sua retribuzione, peraltro, è legata a quella dei responsabili di dipartimento, non potendo percepire meno del dirigente più pagato.

Antonio Le Donne, direttore/ segretario Generale: 169.183,95 euro lordi annui, di cui 39.979,32 euro Stipendio Tabellare; 20.106,36 euro Posizione Parte fissa; 35.842,20 euro Posizione parte variabile; 13.256,07 euro Altro ( tredicesima Acconto nuovo contratto);

Francesco Ajello: 94.246,75 euro lordi annui, di cui 39.979,3 Stipendio Tabellare; 11.533,17 euro Posizione Parte fissa; 35.184,63 euro Posizione parte variabile; 7.549,63 euro Altro (Esempio: retribuzione individuale di anzianità – acconto nuovo contratto- tredicesima);

Antonio Amato: 111.733,32 euro lordi annui, di cui 39.979,32 euro Stipendio Tabellare; 11.533,17 euro Posizione Parte fissa ; 35.184,63 euro Posizione parte variabile; 25.036,20 euro Altro (Esempio: retribuzione individuale di anzianità – acconto nuovo contratto- tredicesima);

Giovanni Bruno: 108.051,49 euro lordi annui, di cui 39.979,32 euro Stipendio Tabellare; 11.533,17 euro Posizione Parte fissa; 44.415,39 euro Posizione parte variabile; 12.123,61 euro Altro (Esempio: retribuzione individuale di anzianità – acconto nuovo contratto- tredicesima);

Antonino Cama: 107.749,11 euro lordi annui, di cui 39.979,32 euro Stipendio Tabellare, 11.533,17 17 euro Posizione Parte fissa , 44.415,39 euro Posizione parte variabile , 11.821,23 euro Altro (Esempio: retribuzione individuale di anzianità – acconto nuovo contratto- tredicesima);

Maria Canale: 105.096,41 euro lordi annui, di cui 39.979,32 euro Stipendio Tabellare; 11.533,17 euro Posizione Parte fissa; 35.184,63 euro Posizione parte variabile; 18.399,29 euro Altro (Esempio: retribuzione individuale di anzianità – acconto nuovo contratto- tredicesima);

Antonio Cardia: 94.668,51 euro lordi annui, di cui 39.979,32 euro Stipendio Tabellare; 11.533,17 euro Posizione Parte fissa; 35.184,63 euro Posizione parte variabile, 7.971,39 euro; Altro (Esempio: retribuzione individuale di anzianità – acconto nuovo contratto- tredicesima);

Natale M. Castronovo: 105.845,13 euro lordi annui, di cui 39.979,32 euro Stipendio Tabellare, 11.533,17 euro Posizione Parte fissa; 35.184,63 euro Posizione parte variabile; 19.148,01 euro (Esempio: retribuzione individuale di anzianità – acconto nuovo contratto- tredicesima);

Antonella Cutroneo: 94.246,75 euro lordi annui, di cui 39.979,32 euro Stipendio Tabellare; 11.533,17 euro Posizione Parte fissa; 35.184,63 euro Posizione parte variabile; 7.549,63 euro Altro (Esempio: retribuzione individuale di anzianità – acconto nuovo contratto- tredicesima);

Salvatore De Francesco: 104.031,57 lordi annui, di cui 39.979,32 Stipendio Tabellare, 11.533,17 Posizione Parte fissa, 35.184,63 Posizione parte variabile, 17.334, 45 € Altro ogni altro emolumento retributivo non ricompreso nelle voci precedenti (Esempio: retribuzione individuale di anzianità – acconto nuovo contratto- tredicesima);

Romolo Dell'Acqua: 105.901,39 euro lordi annui, di cui 39.979,32 euro Stipendio Tabellare; 11.533,17 euro Posizione Parte fissa; 35.184,63 euro Posizione parte variabile: 19.204,27 euro Altro (Esempio: retribuzione individuale di anzianità – acconto nuovo contratto- tredicesima);

Giovanni Di Leo: 94.258,84 euro lordi annui, di cui 39.979,32 euro Stipendio Tabellare; 11.533,17 Posizione Parte fissa euro; 35.184,63 euro Posizione parte variabile; 7.561,72 euro Altro (Esempio: retribuzione individuale di anzianità – acconto nuovo contratto- tredicesima);

Calogero Ferlisi: 98.643,22 euro lordi annui, di cui 39.979,32 euro Stipendio Tabellare; 11.533,17 euro Posizione Parte fissa; 35.184,63 euro Posizione parte variabile; 11.946,10 euro Altro (Esempio: retribuzione individuale di anzianità – acconto nuovo contratto- tredicesima);

Carmelo Giardina: 70.362,91 euro lordi annui, di cui 29.984,49 euro Stipendio Tabellare; 11.533,17 euro Posizione Parte fissa; 23.505,18 euro Posizione parte variabile; 5.340,07 euro Altro (Esempio: retribuzione individuale di anzianità – acconto nuovo contratto- tredicesima);

Domenico Manna: 104.504,31 euro lordi annui, di cui 39.979,32 euro Stipendio Tabellare; 11.533,17 euro Posizione Parte fissa; 35.184,63 euro Posizione parte variabile; 17.807,19 euro Altro (Esempio: retribuzione individuale di anzianità – acconto nuovo contratto- tredicesima);

Riccardo Pagano: 94.246,75 euro lordi annui, di cui 39.979,32 euro Stipendio Tabellare; 11.533,17 euro Posizione Parte fissa; 35.184,63 euro Posizione parte variabile; 7.549,63 euro Altro (Esempio: retribuzione individuale di anzianità – acconto nuovo contratto- tredicesima);

Mario Pizzino: 104.022,37 euro lordi annui, di cui 39.979,32 euro Stipendio Tabellare; 11.533,17 euro Posizione Parte fissa; 35.184,63 euro Posizione parte variabile; 17.325,25 euro Altro (Esempio: retribuzione individuale di anzianità – acconto nuovo contratto- tredicesima);

Letteria Santa Pollicino: 96.318,68 euro lordi annui, di cui 39.979,32 euro Stipendio Tabellare; 11.533,17 euro Posizione Parte fissa; 35.184,63 Posizione parte variabile; 9.621,56 euro Altro (Esempio: retribuzione individuale di anzianità – acconto nuovo contratto- tredicesima);

Vincenzo Schiera: 98.984,53 euro lordi annui, di cui 39.979,32 euro Stipendio Tabellare, 11.533,17 euro Posizione Parte fissa; 35.184,63 euro Posizione parte variabile; 12.287,41 Altro (Esempio: retribuzione individuale di anzianità – acconto nuovo contratto- tredicesima);

Domenico Signorelli: 94.246,75 euro lordi annui, di cui 39.979,32 Stipendio Tabellare; 11.533,17 euro Posizione Parte fissa; 35.184,63 euro Posizione parte variabile; 7.549,63 euro Altro (Esempio: retribuzione individuale di anzianità – acconto nuovo contratto- tredicesima);

Nelle schede pubblicate sul sito istituzionale mancano all’appello quelle con i dati dei due dirigenti assunti a dicembre 2015 con contratto a tempo determinato, vale a dire il dirigente ai Servizi Sociali, Domenico Zaccone, ed il Capo di Gabinetto Loredana Carrara.

Danila La Torre

Tag:

16 commenti

  1. PER UNA CITTA’ CHE E’ ULTIMA, IL SUO SINDACO E’ TRA GLI ULTIMI 3 I DIRIGENTI PRENDONO POCO, SPECIALMENTE SE E’ SFOTTUTA DELL’ACQUA CHE PARAGONATA AL DESERTO DEL SAHARA, TOPI BLATTE ALBERI CHE CADONO VIE COMPLETAMENTE AL BUIO. SCUSATE DOPO TANTO LAVORO I DIRIGENTI PRENDONO POCHISSIMO AUMENTATEGLI LO STIPENDIO UNA CITTA’ CHE E’ TRA LE PRIMA IN ITALIA CAPOVOLGENDO LA CLASSIFICHE DELLE CITTA’ CERTO CHE E’ PRIMA CAPOVOLGETE. ACCIDENTI QUESTI DIRIGENTI SONO SFORTUNATI DOVREBBERO ESSERE NOMINATI DIRIGENTI DI SHANGRI-LA’

    0
    0
  2. PER UNA CITTA’ CHE E’ ULTIMA, IL SUO SINDACO E’ TRA GLI ULTIMI 3 I DIRIGENTI PRENDONO POCO, SPECIALMENTE SE E’ SFOTTUTA DELL’ACQUA CHE PARAGONATA AL DESERTO DEL SAHARA, TOPI BLATTE ALBERI CHE CADONO VIE COMPLETAMENTE AL BUIO. SCUSATE DOPO TANTO LAVORO I DIRIGENTI PRENDONO POCHISSIMO AUMENTATEGLI LO STIPENDIO UNA CITTA’ CHE E’ TRA LE PRIMA IN ITALIA CAPOVOLGENDO LA CLASSIFICHE DELLE CITTA’ CERTO CHE E’ PRIMA CAPOVOLGETE. ACCIDENTI QUESTI DIRIGENTI SONO SFORTUNATI DOVREBBERO ESSERE NOMINATI DIRIGENTI DI SHANGRI-LA’

    0
    0
  3. Sapete perché ci siamo improvvisamente resi conto che gli uffici comunali e dirigenti non sanno far bene il loro lavoro?
    Perché sono stati finalmente messi alla prova da una amministrazione che ha cercato di rimettere in moto una macchina alla quale per decenni la politica ha solo chiesto di sonnecchiare inoperosamente, di non controllate troppo e di assecondarla.
    Stanno risuscitando un cadavere.

    0
    0
  4. Sapete perché ci siamo improvvisamente resi conto che gli uffici comunali e dirigenti non sanno far bene il loro lavoro?
    Perché sono stati finalmente messi alla prova da una amministrazione che ha cercato di rimettere in moto una macchina alla quale per decenni la politica ha solo chiesto di sonnecchiare inoperosamente, di non controllate troppo e di assecondarla.
    Stanno risuscitando un cadavere.

    0
    0
  5. Antonio Torrecamonica 19 Gennaio 2017 18:32

    Aldilà dell’essercene resi conto o meno, rimane il fatto che il sistema pubblico (qui mancano le retribuzioni relative alle partecipate) può spendere milioni di euro l’anno senza pretendere dai dirigenti o quadri o semplici dipendenti alcun risultato! Queste persone non rischiano niente, anzi, col tempo vengono remunerati maggiormente senza aver prodotto alcunchè. Nel privato molti di loro sarebbero stati xxxxxxxx da anni, qualcuno forse xxxxxxxx. E’ giusto non fare di tutta l’erba un fascio, ma il problema è enorme!

    0
    0
  6. Antonio Torrecamonica 19 Gennaio 2017 18:32

    Aldilà dell’essercene resi conto o meno, rimane il fatto che il sistema pubblico (qui mancano le retribuzioni relative alle partecipate) può spendere milioni di euro l’anno senza pretendere dai dirigenti o quadri o semplici dipendenti alcun risultato! Queste persone non rischiano niente, anzi, col tempo vengono remunerati maggiormente senza aver prodotto alcunchè. Nel privato molti di loro sarebbero stati xxxxxxxx da anni, qualcuno forse xxxxxxxx. E’ giusto non fare di tutta l’erba un fascio, ma il problema è enorme!

    0
    0
  7. peccato che non si possono mandare a casa anche loro…

    0
    0
  8. peccato che non si possono mandare a casa anche loro…

    0
    0
  9. E’ solo una vergogna ma il tentativo è quello di riqualificare l’attuale giunta (scarsissima) a discapito dei dirigenti che, per inciso, dovrebbero essere allontanati per manifesta incapacità…

    0
    0
  10. E’ solo una vergogna ma il tentativo è quello di riqualificare l’attuale giunta (scarsissima) a discapito dei dirigenti che, per inciso, dovrebbero essere allontanati per manifesta incapacità…

    0
    0
  11. Hombre de barro 21 Gennaio 2017 08:48

    Arcistufo, conosciamo bene la sua posizione: la colpa è di quelli che c’erano prima! -.-

    0
    0
  12. Hombre de barro 21 Gennaio 2017 08:48

    Arcistufo, conosciamo bene la sua posizione: la colpa è di quelli che c’erano prima! -.-

    0
    0
  13. Hombre de barro 21 Gennaio 2017 08:53

    PER NOSTRA FORTUNA C’È LEI CON LE SUE MAIUSCOLE A SPIEGARCI IN MODO COMPRENSIBILE, GLI AFFARI DI PALAZZO.
    “SPECIALMENTE SE È SFOTTUTA DELL’ACQUA”
    ….che meraviglia! Grazie di esistere GIOVANNINO! -.-

    0
    0
  14. Hombre de barro 21 Gennaio 2017 08:53

    PER NOSTRA FORTUNA C’È LEI CON LE SUE MAIUSCOLE A SPIEGARCI IN MODO COMPRENSIBILE, GLI AFFARI DI PALAZZO.
    “SPECIALMENTE SE È SFOTTUTA DELL’ACQUA”
    ….che meraviglia! Grazie di esistere GIOVANNINO! -.-

    0
    0
  15. letterio.colloca 22 Gennaio 2017 15:48

    Mi domando perché questa città DEVE MANTENERE xxxxxxxxx INCONCLUDENTI come fosse una ACCLARATA PERDITA CERTIFICATA? E’ notorio che da SEMPRE (da oltre TRENTA ANNI!) il “palazzaccio” è TANA di SERVI della “politichina paesana”, luogo di accozzaglia del “peggio messinese e contado (la Magistratura tenta di rendere ialino anche quel VERMINAIO).Circola in città un modo di dire assai INTERESSANTE: non sai far nulla?non vuoi lavorare? sei “scattruni”? sai “mimetizzarti” dietro quel “pezzo di carta conquistato” e xxxxxxxxx sai porti nell’ombra? ALLORA IL TUO POSTO E’ ….DIRIGERE AL COMUNE(ludibrio!):nessuno sa quel che fai né chiede come lo fai!E…la Magistratura é tenuta a distanza ….fuori,perché se gli INQUIRENTI scavano..sono xxxxxxxx!!!!

    0
    0
  16. letterio.colloca 22 Gennaio 2017 15:48

    Mi domando perché questa città DEVE MANTENERE xxxxxxxxx INCONCLUDENTI come fosse una ACCLARATA PERDITA CERTIFICATA? E’ notorio che da SEMPRE (da oltre TRENTA ANNI!) il “palazzaccio” è TANA di SERVI della “politichina paesana”, luogo di accozzaglia del “peggio messinese e contado (la Magistratura tenta di rendere ialino anche quel VERMINAIO).Circola in città un modo di dire assai INTERESSANTE: non sai far nulla?non vuoi lavorare? sei “scattruni”? sai “mimetizzarti” dietro quel “pezzo di carta conquistato” e xxxxxxxxx sai porti nell’ombra? ALLORA IL TUO POSTO E’ ….DIRIGERE AL COMUNE(ludibrio!):nessuno sa quel che fai né chiede come lo fai!E…la Magistratura é tenuta a distanza ….fuori,perché se gli INQUIRENTI scavano..sono xxxxxxxx!!!!

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007