Revisionismo a Messina, reintitolare la Galleria a Pertini, la proposta di CMDB - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Revisionismo a Messina, reintitolare la Galleria a Pertini, la proposta di CMDB

Redazione

Revisionismo a Messina, reintitolare la Galleria a Pertini, la proposta di CMDB

venerdì 24 Settembre 2021 - 07:00

L'idea piace a molti esponenti della cultura cittadina che hanno sottoscritto la proposta di Cambiamo Messina dal Basso

La proposta parte dal movimento Cambiamo Messina dal Basso ed ha già raccolto l’adesione di diversi esponenti del mondo della cultura: cambiare il nome della galleria Vittorio Emanuele Terzo, intitolandola al presidente della Repubblica Sandro Pertini. Di seguito, la riflessione del gruppo, la proposta e le sottoscrizioni.

Messina possiede un vero e proprio gioiello dell’architettura: la Galleria Vittorio Emanuele III. Ne siamo consapevoli, è un posto speciale per tantissimi nostri concittadini e turisti. Molti di noi hanno ricordi bellissimi, legati all’uscita da scuola, alle serate con gli amici o alle passeggiate pomeridiane. Siamo sempre stati abituati a chiamarla così e a riconoscerla in questo nome, spesso senza farci caso.

Soffermandoci però a riflettere, non possiamo non accorgerci di come tanta bellezza strida con un personaggio così fosco nella storia d’Italia. Il re savoiardo, infatti, è stato corresponsabile dell’ascesa del Fascismo e della costituzione di uno Stato Fascista, fautore dell’imperialismo in Libia, Etiopia e Albania. Ha toccato uno dei punti più bassi della Storia d’Italia apponendo la sua firma sulle leggi razziali.

Leggi che hanno aperto le porte alla discriminazione, prima, e alla persecuzione, dopo, di centinaia di migliaia di cittadini italiani identificati come ebrei, attraverso l’emarginazione, l’esproprio, la deportazione, la violenza e il genocidio. Vittime del Fascismo e della violenza delle leggi fasciste furono non solo gli ebrei ma tantissime altre persone, tra cui politici di opposizione, intellettuali, Rom, omosessuali, disabili, neri e appartenenti ad altre etnie. Tra i tanti provvedimenti che il Re ha firmato ricordiamo anche il regio decreto del 9 aprile 1928 che ha soppresso tutte le organizzazioni scautistiche in Italia.

Ultimamente in tutta Italia sono state numerose le iniziative che hanno portato alla reintitolazione di vie, scuole, edifici a lui intitolati in tutta Italia. I sindaci di Napoli e Catania, nel 2015, hanno rimosso le dediche a lui tributate. Ancor più di recente la Senatrice Liliana Segre ha avanzato una richiesta di reintitolazione per una scuola di Palermo, cosa che il Sindaco on. Orlando ha portato avanti, insieme anche all’impegno mediatico di Pif.
Per questo, oggi, abbiamo presentato al Sindaco di Messina, al Presidente del Consiglio Comunale e a tutti i soggetti istituzionali interessati una richiesta di reintitolazione.

Abbiamo pensato che dedicare la nostra Galleria al settimo Presidente della Repubblica Italiana Sandro Pertini, cittadino e uomo politico esemplare che ha saputo unire il Paese, sarebbe un giusto omaggio anche per tutti coloro i quali dal Fascismo hanno ricevuto umiliazione, brutalità e morte.

La proposta ha subito incontrato il sostegno di alcune persone del mondo culturale cittadino, che hanno ritenuto di metterci la faccia. Ringraziamo per questo, tra i tanti, Antonio Alveario, Christian Bisceglia, Lelio Bonaccorso, Tino Caspanello, Giampiero Cicciò, Maria Rosa Cutrufelli, Cettina Donato, Maurizio Marchetti, Giovanni Mazzarino, Giovanni Moschella, Maurizio Puglisi, Giovanni Renzo, Sergio Todesco, Luciano Troja e Corrado Speziale.

Tag:

9 commenti

  1. D’accordissimo, i Savoia sono stati per il sud non liberatori ma saccheggiatori ed assassini, cambierei tutti i nomi che riguardano l’unità d’Italia, a cominciare da Cavour, Garibaldi, Bixio ecc…diamo onore ai ns eroi, ne abbiamo tanti.

    2
    5
  2. C’è pure una strada e non secondaria intitolata a questo personaggio

    3
    4
  3. Non concordo, se proprio si deve cambiare nome alla Galleria, meglio darle il nome di un famoso personaggio messinese o comunque siciliano, ma sopratutto al di fuori del mondo politico.
    Poi naturalmente i fondi per cancellare il nome dalla facciata della Galleria li, per la Targa e il suo posizionamento e relativa cerimonia, deve mettere a disposizione colui / coloro che propongo tale cambiamento, senza intaccare i fondi del Comune.

    5
    7
  4. Figuriamoci se a Messina città di cultura fascista intitoleranno la Galleria V.E. a un grande Presidente come Sandro Pertini! Ma figuriamoci! Ora verranno allo scoperto tutti i nostalgici del ventennio dicendo che la storia non si tocca! Come quella vergogna che hanno fatto alla stazione Marittina, quel mosaico che inneggia a Mussolini, un criminale che ha vendito l’Italia alla barbarie nazista! Siamo una città vergognosa da questo punto di vista! Quante cose andrebbero cambiate in questa città! Ma la gente è quella che è! Gente che non vale nulla!

    3
    1
  5. Cosa Centra Pertini
    Abbiamo tanti personaggi a Messina a cui poter intitolare la galleria.

    1
    2
  6. Trovare un personaggio messinese?
    Con tutto il grande rispetto per il grande Sandro

    Vediamo di essere in grado di onorare i nostri concittadini
    .

    1
    1
  7. Oltre alle malefatte citate nel testo, non dimentichiamo la vergognosa fuga di “sciaboletta” assieme al suo degno compare Badoglio verso Brindisi, lasciando il paese nel caos, alla mercé dei nazisti.
    Riguardo a Pertini, è una figura che va ben oltre lo sterile campanilismo: ha patito il carcere fascista, ha affrontato i nazisti con le armi in pugno ed è stato un simbolo dell’Italia libera e democratica che non si è piegata alle mafie né al terrorismo. Pertini è patrimonio di tutti gli italiani che si riconoscono nei valori alla radice della nostra repubblica.

    0
    0
  8. Dai pochi commenti si rileva, primo che a Messina ancora prospera un sottobosco fascista, e secondo Messina non ha generato personaggi degni cui sia intitolata la galleria.
    Anzi, continuando su questa strada fatta di greve ignoranza, chissà quanti decenni passeranno ancora prima che un tale personaggio veda la luce in questa sfortunata città.

    1
    0
  9. Io la intitolerei a Pietro Rombulo a tantissimi sconosciuto ma un grandissimo diplomatico e navigatore sarebbe un’opportunità per rivalutarlo e farlo conoscere come merita.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007