Casa Serena. La Cisal chiede aiuto alla prefetta - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Casa Serena. La Cisal chiede aiuto alla prefetta

Casa Serena. La Cisal chiede aiuto alla prefetta

venerdì 12 Ottobre 2018 - 07:09
Casa Serena. La Cisal chiede aiuto alla prefetta

Il sindacato ha da sempre evidenziato le storture del sistema delle cooperative "ma i cambiamenti non devono stravolgere la vita di decine di famiglie"

La Cisal vuole conoscere il futuro dei circa 50 anziani e dei 40 lavoratori di Casa Serena. Ha chiesto la convocazione di un incontro alla prefetta, al sindaco e all'assessora ai servizi sociali, dopo aver evidenziato la necessità di trovare soluzioni alternative all’attuale gestione dei Servizi Sociali che consentano una riduzione dei costi, la salvaguardia dei servizi e dei livelli occupazionali.

La Cisal ha da sempre evidenziato le storture del sistema delle cooperative "ma i cambiamenti non devono stravolgere la vita di decine di famiglie. L’obiettivo quindi nell’immediato è quello di individuare possibili percorsi alternativi e garantire da subito la prosecuzione del servizio attraverso una proroga".

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

Un commento

  1. Certo è un tema scottante che fa pensare l’argomento assistenza agli anziani tra l’altro prima o poi capiterà a tutti doverlo affrontare , avere un posto dove poter essere accudito se a casa non è possibile, ma riflettendo forse cinicamente non so come è possibile che per accudire 50 persone con tutti i loro problemi si intende, siano necessarie ben 40 persone?se cifossero stati uncentinaio è comprensibile ma 50 c’è qualcosa di poco chiaro !

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007