Rifiuti, servizio dell'Ato4 a rischio nei Comuni jonici inadempienti da lunedì - Tempo Stretto

Rifiuti, servizio dell’Ato4 a rischio nei Comuni jonici inadempienti da lunedì

Carmelo Caspanello

Rifiuti, servizio dell’Ato4 a rischio nei Comuni jonici inadempienti da lunedì

sabato 13 Luglio 2019 - 08:58
Rifiuti, servizio dell’Ato4 a rischio nei Comuni jonici inadempienti da lunedì

12 enti locali erano stati diffidati. Il commissario Russo: "In assenza dei pagamenti sarò costretto a garantire la raccolta nei soli territori in regola e negli altri garantirò solo i servizi essenziali”

Dodici Comuni jonici erano stati diffidati a pagare il dovuto all’Ato4 rifiuti entro ieri, venerdì 12 luglio. Alcuni hanno versato, altri no. Per quelli inadempienti è a rischio la raccolta dell’immondizia, sin da lunedì prossimo. A sostenerlo è il commissario straordinario dell’Ato4, Nicola Russo (nella foto), insiediatosi da un mese ed impegnato ad avviare una nuova organizzazione delle attività di gestione dei 17 centri serviti.

I Comuni diffidati al pagamento sono Antillo, Forza d’Agró, Gaggi, Graniti, Itala, Motta Camastra, Pagliara, Roccella Valdemone, Santa Domenica Vittoria, Sant’Alessio Siculo, Savoca e Scaletta Zanclea.

“La mia disponibilità è massima – sottolinea il commissario – rimane fermo però che mi deve essere concesso di lavorare e non creare ulteriore criticità economica in aggiunta a quella già esistente”.

Russo nelle scorse settimane ha incontrato buona parte dei sindaci, ai quali ha rappresentato le difficoltà della gestione commissariale “che se non sarà supportata dagli stessi Comuni con il pagamento del servizio reso non potranno essere garantite le attività”.

L’ESORTAZIONE DEL COMMISSARIO

Il commissario ha esortato tutti “al rispetto degli impegni economici necessari a sostenere i servizi affidati all’ Ato4”, evidenziando ai primi cittadini quanto già operato dal suo insediamento. Il riferimento è alla ripresa del conferimento della frazione organica, al ripristino della raccolta degli ingombranti e all’avvio della raccolta porta a porta a Pagliara e Mandanici. A Letojanni sono stati distribuite le attrezzature per il porta a porta ed eliminati i cassonetti e sono stati riorganizzati i servizi con la razionalizzazione e la redistribuzione del personale operativo che esegue la raccolta rifiuti nei territori comunali ed opera nei Centro comunali di raccolta di Furci Siculo e Motta Camastra.

Il parco mezzi, infine, è stato rivisto (quelli inutilizzabili sono stati eliminati), al fine di ridurre i costi gestionali.

“VOGLIO GARANTIRE IL SERVIZIO A TUTTI ME PRETENDO RISPETTO”

“Per fare tutto ciò – chiosa il commissario – ho chiesto ai Comuni la puntuale corrispondenza degli importi mensili dovuti. A seguito di una rilevante esposizione creditoria che comporta difficoltà a garantire, in ogni singolo Comune, la continuità dei servizi, mi vedo costretto a razionalizzare i servizi in funzione delle somme disponibili. Ho chiesto collaborazione ai sindaci e voglio garantire il servizio a tutti i Comuni ma pretendo rispetto degli impegni assunti”.

Russo annuncia tuttavia che “in assenza del pagamento, sarò costretto a garantire i servizi nei soli territori dei Comuni in regola con i pagamenti. Per gli altri solo quelli essenziali. Non c’è altra possibilità”.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007