La riflessione

Lucia Tarro Celi: "Quante cose chiede al mondo la notte dell'8 novembre e l'elezione di Trump?"



Commenti

node comment

marieditGio, 10/11/2016 - 20:57 November 10, 2016

Cara LUCIA mi aspettavo dalla donna appassionata della polis, dalla prof, che contribuissi a non svuotare, come fanno penosamente i mestieranti della politica, una parola tra le più significative, POPULISMO, che come sai bene mirava a riscattare la dignità delle comunità rurali, degli ultimi, riducendola praticamente al rango di offesa, con scarse pretese di contenuto. Oggi il POPOLO non è considerato il principale custode di valori morali e culturali positivi, proprio da chi è cresciuto con gli ideali del socialismo, della rivoluzione francese. Un POPOLO politicamente corretto se elegge Fassino, Giachetti, Valente, un POPOLO inaffidabile quando fa trionfare CHIARA, VIRGINIA, LUIGI, chiamati per nome come si fa con UNO DI NOI.
A.R.Gio, 10/11/2016 - 11:36 November 10, 2016

Gli americani amano lo spettacolo e l esagerazione...vedrà che il buon Trump salito al trono sarà molto meno "fenomeno" . La Clinton troppo aria radical chic....e il pubblico si sa....è bestiame.