Scade oggi il bando per il DG dell'Ateneo: supplente con la valigia in mano - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Scade oggi il bando per il DG dell’Ateneo: supplente con la valigia in mano

Rosaria Brancato

Scade oggi il bando per il DG dell’Ateneo: supplente con la valigia in mano

giovedì 18 Gennaio 2018 - 05:27
Scade oggi il bando per il DG dell’Ateneo: supplente con la valigia in mano

La durata dell'incarico dipende infatti dalle decisioni del direttore generale in aspettativa, il deputato regionale Franco De Domenico. Qualora dovesse decidere di rientrare in Ateneo avrebbe 7 giorni di tempo per avvisare il "supplente", che dovrebbe così lasciare l'ufficio ben prima dei 10 mesi previsti dal bando.

Più che un ruolo da direttore generale dell’Ateneo potrebbe considerarsi una “supplenza” e per di più molto precaria, nonostante l’elezione di Francesco De Domenico all’Ars lascerebbe presupporre almeno 5 anni di mandato per il deputato.

Scade oggi (c’è tempo fino a mezzanotte) il bando pubblicato dall’Università il 9 gennaio per la sostituzione del direttore generale andato in aspettativa dal momento dell’elezione all’Ars. De Domenico infatti, è stato collocato in aspettativa senza assegni per mandato parlamentare, ai sensi dell'art. 10-sexies della legge regionale n. 29/1951, dal 15 dicembre 2017 al 19 novembre 2018. Da qui la decisione dell’Ateneo di procedere con una selezione per il conferimento dell'incarico di Direttore Generale dell'Università degli Studi di Messina fino alla scadenza del periodo di aspettativa, ovvero fino al 19 novembre 2018, con una eventuale proroga fino ad un massimo di otto mesi.

La procedura si è resa necessaria per continuare a garantire l’efficacia e l’efficienza dell’apparato amministrativo e proprio per questo si è scelta la strada che consente una tempistica più celere. Un Ateneo non può restare privo di un DG troppo a lungo.

E’ stato quindi emanato un provvedimento che ha autorizzato in via d’urgenza l’emanazione di un avviso di selezione con procedura semplificata. Il bando, pubblicato il 9 gennaio scade infatti oggi.

Il predetto incarico è conferito dal Consiglio di Amministrazione dell'Ateneo- si legge nel bando- su proposta del Rettore, sentito il parere del Senato Accademico, a persona in possesso di elevata qualificazione professionale e comprovata esperienza pluriennale con funzioni dirigenziali”.

L’incarico però potrebbe non essere del tutto “appetibile”, perché, leggendo il bando è molto più “precario” di quel che ci si potrebbe aspettare. La selezione prevede infatti un contratto a tempo determinato fino al 19 novembre (quindi 10 mesi) con eventuale proroga di 8 mesi, ma c’è un’ulteriore postilla: “Il Direttore Generale collocato in aspettativa potrà, concluso per qualsivoglia motivo il suo mandato elettorale, con preavviso di almeno 7 giorni rientrare in sede e proseguire l'incarico di Direttore Generale. In tal caso, l'avveramento della predetta condizione determinerà la risoluzione automatica del predetto contratto”.

Tutto dipende quindi dalle decisioni del deputato regionale Pd De Domenico, che, qualora decidesse, per qualsiasi motivo (personale, politico o a causa di un ricorso elettorale), di lasciare lo scranno all’Ars per tornare in Ateneo, potrebbe farlo con un preavviso di 7 giorni.

Insomma chi otterrà l’incarico di “supplente” potrebbe avere l’avviso di sfratto anche prima di novembre 2018 e potrebbe trovarsi disoccupato in poco più di una settimana.

Questi i requisiti richiesti: possono presentare la propria candidatura i cittadini italiani o di uno Stato membro dell'Unione Europea, in possesso dei diritti civili e politici e del titolo di studio di laurea specialistica/magistrale o vecchio ordinamento, o titolo equipollente conseguito all'estero, che siano o siano stati dirigenti di Università o di altre amministrazioni pubbliche per periodi pluriennali, ovvero anche estranei alle amministrazioni pubbliche che abbiano svolto attività in organismi ed enti pubblici o privati ovvero aziende pubbliche o private con esperienza pluriennale in funzioni dirigenziali. Sarà altresì valutato il possesso di titoli professionali e di studio così come risultanti dal curriculum. Sono garantite le parità e le pari opportunità tra uomini e donne per l'accesso al lavoro ed il trattamento del lavoro. Costituiscono titolo preferenziale: conoscenza del sistema universitario; comprovata capacità di management e/o competenza gestionale e organizzativa di strutture complesse.

A valutare le istanze sarà il Rettore che potrà avvalersi di una Commissione ed eventualmente anche procedere con un colloquio con i candidati.

Nei prossimi giorni quindi conosceremo chi ha ottenuto l’incarico e che, entrerà nell’ufficio del DG con la nomina ma anche, per precauzione, con la valigia in mano…….

Rosaria Brancato

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x