Ritrova antico Crocifisso durante la guerra, soldato inglese lo dona ad una chiesa di Roccalumera - Tempo Stretto

Ritrova antico Crocifisso durante la guerra, soldato inglese lo dona ad una chiesa di Roccalumera

Carmelo Caspanello

Ritrova antico Crocifisso durante la guerra, soldato inglese lo dona ad una chiesa di Roccalumera

lunedì 04 Novembre 2019 - 09:52
Ritrova antico Crocifisso durante la guerra, soldato inglese lo dona ad una chiesa di Roccalumera

Una storia lunga 75 anni. Il rinvenimento in una chiesa bombardata. La ricomposizione dei cocci. Il "testamento": "Alla mia morte torni in Italia"

ROCCALUMERA – Una storia lunga 75 anni. Tanti ne sono trascorsi da quando il soldato inglese J.G. Whelan trovò quel crocifisso, in cattive condizioni, sul pavimento di una chiesetta distrutta dai bombardamenti. Per lui, quel Gesù sofferente, era diventato l’emblema dell’esperienza che stava vivendo, la Seconda guerra mondiale, che avrebbe cambiato il corso della storia.

Whelan era impegnato con i commilitoni in un intervento finalizzato a liberare un villaggio nelle vicinanze di Montecassino.

E’ in quel piccolo paese che raccoglie i cocci e ricompone il crocifisso, portandolo con se in Inghilterra dove lo custodisce gelosamente.

Nel testamento del soldato c’è però un desiderio ben preciso, manifestato ai figli: “Dopo la mia morte – disse Whelan – quel sacro oggetto deve tornare in Italia”.

Non è stato possibile ricollocarlo nello stesso luogo in cui venne ritrovato.

Grazie all’interessamento di un cittadino di Roccalumera, Gino Bonarrigo, che da tempo vive in Inghilterra, l’antico Crocifisso è stato riportato nel Bel Paese.

Per la precisione il figlio del soldato Whelan, Mr John, lo ha donato alla chiesa parrocchiale di Roccalumera dedicata alla Madonna della Catena.

La consegna ha avuto luogo con una sobria cerimonia nel contesto di una Celebrazione eucaristica.

“Ho rispettato la volontà di mio padre – ha detto Mr John – onorando la sua memoria e quella di tutti coloro che durante la Grande guerra hanno perso la vita combattendo per la libertà”.

Il parroco, don Santino Caminiti, che ha presieduto la Celebrazione eucaristica, ha ringraziato Mr John a nome suo e di tutto il paese.

Carmelo Caspanello

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007