Roccalumera. Da più di un mese odori nauseabondi nell'area del depuratore - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Roccalumera. Da più di un mese odori nauseabondi nell’area del depuratore

Gianluca Santisi

Roccalumera. Da più di un mese odori nauseabondi nell’area del depuratore

sabato 20 Febbraio 2021 - 07:30
Roccalumera. Da più di un mese odori nauseabondi nell’area del depuratore

La minoranza, dopo una segnalazione all'Utc rimasta senza risposta, ha presentato un'interrogazione al sindaco Argiroffi

ROCCALUMERA – Odori nauseabondi nell’area del depuratore comunale. Una situazione che va avanti ormai da alcune settimane, con gravi disagi per i residenti. Lo scorso 4 febbraio la minoranza ha segnalato con una nota all’assessore e all’ufficio tecnico la situazione, chiedendo di intervenire per eliminare la problematica. Ma i cattivi odori permangono. “Non è dato sapere – incalzano i consiglieri di minoranza – se la problematica sia stata attenzionata dall’amministrazione attiva o se siano stati adottati provvedimenti per rilevarne le cause. Quello che è certo che la puzza è esistente, reale e presente da più di un mese!”.

Per Rita Corrini, Ivan Cremente, Tiziana Maggio e Antonino Scarci è “assurdo il comportamento dell’amministrazione che non ha sentito il dovere di dare una comunicazione alla cittadinanza o una spiegazione circa la motivazione del perdurare del fetore”.

I consiglieri di minoranza, ritenendo sia necessario intervenire al più presto, hanno presentato un’interrogazione in cui chiedono di conoscere quali cause hanno determinato questo inconveniente e se tali problematiche possano essere collegate a carenze strutturali del depuratore o al suo funzionamento. Inoltre chiedono di sapere quali provvedimenti sono stati eventualmente già adottati dall’amministrazione e quali provvedimenti intende porre in essere per l’eliminazione della problematica.

“Questa non è la qualità di vita dignitosa che merita di vivere la nostra comunità – concludono i consiglieri di minoranza – che dimostra ogni giorno di essere paziente e rispettosa delle regole civili. Quanto tempo devono aspettare i cittadini per avere una risposta dall’Amministrazione e, soprattutto, per vedere risolta tale problematica?”.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x