Rometta e la tradizione degli scacchi. Al via un corso dedicato ai più piccoli - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Rometta e la tradizione degli scacchi. Al via un corso dedicato ai più piccoli

Salvatore Di Trapani

Rometta e la tradizione degli scacchi. Al via un corso dedicato ai più piccoli

mercoledì 02 Ottobre 2019 - 16:42
Rometta e la tradizione degli scacchi. Al via un corso dedicato ai più piccoli

Si tratta di un’iniziativa lanciata dal comune, fortemente legata all’annuale partita a scacchi viventi. Quest’anno, infatti, gli appuntamenti dedicati all’evento saranno due.

L’arte degli scacchi incontra i giovani. Dal comune di Rometta un corso dedicato ai ragazzi dai 10 ai 13 anni, grazie al quale sarà possibile apprendere tutte le nozioni di gioco, le strategie e le peculiarità di ciascuna pedina. Le iscrizioni al corso saranno aperte sino al 15 di ottobre, verranno ammessi i primi 20 che presenteranno domanda.

Lo scontro tra Saraceni e Bizantini

Si tratta di un’iniziativa che si sposa con l’ormai tradizionale partita a scacchi viventi. L’evento, infatti, rievocato lo storico scontro tra saraceni e bizantini e viene proposto nell’ambito della più ampia manifestazione del Palio Erimata. Quest’anno le partite a scacchi viventi saranno due. I giovani che frequenteranno il corso, infatti, vestiranno i panni delle pedine nel corso di una partita che si svolgerà il 5 maggio 2020 in occasione dell’anniversario dello storico scontro che vide protagonista Rometta.

La strategia, la logica…

A svolgere le lezioni sarà un vero esperto dell’arte degli scacchi, il maestro e coordinatore di uno dei circoli di scacchi messinesi Claudio Cento. A ciascun partecipante al corso sarà fornita una scacchiera, poi data in omaggio alla fine del percorso di studi. I giovanissimi, inoltre, dovranno cimentarsi in simulazioni di partite a scacchi viventi che saranno aperte anche agli adulti, così da perfezionare i movimenti e le strategie attuate nel corso dei due eventi dedicati.

“Ritengo sia particolarmente importante insegnare il gioco degli scacchi ai nostri giovani –spiega il sindaco di Rometta, Nicola Merlino- Gli scacchi, infatti, permettono di maturare il senso logico e strategico. Abbiamo già registrato diverso entusiasmo, soprattutto da parte di alcuni genitori”.

L’origine degli scacchi

Il gioco degli scacchi si ritiene sia nato in India presso l’impero Gupta intorno al VI secolo, mentre diverse fonti storiche attribuiscono agli arabi il merito di aver fatto conoscere il gioco in tutta Europa, intorno all’anno 1000. Nel corso degli anni il gioco degli scacchi si è più volte evoluto, registrando un’importante evoluzione intorno alla seconda metà dell’800 quando Paul Morphy e Wilhelm Steinitz approfondirono l’aspetto fortemente strategico del gioco.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007