S. Agata e Acquedolci. Nel 2020 il via ai lavori per il depuratore, presentato il progetto - Tempo Stretto

S. Agata e Acquedolci. Nel 2020 il via ai lavori per il depuratore, presentato il progetto

Salvatore Di Trapani

S. Agata e Acquedolci. Nel 2020 il via ai lavori per il depuratore, presentato il progetto

lunedì 22 Aprile 2019 - 07:00
S. Agata e Acquedolci. Nel 2020 il via ai lavori per il depuratore, presentato il progetto

Gli interventi riguarderanno il completamento e l’ammodernamento del depuratore consortile di Sant’Agata Militello e Acquedolci. Nel 2020 l’inizio dei lavori.

Pronti a partire gli interventi di ammodernamento e completamento del depuratore consortile di Sant’Agata Militello e Acquedolci. Presso l’aula consiliare del municipio santagatese la presentazione del progetto, alla presenza del sindaco Bruno Mancuso, degli assessori di Sant’Agata Militello Achille Befumo ed Ilaria Pulejo, degli assessori di Acquedolci Salvatore Rotelli e Giuseppe Reitano e dei rappresentanti del consiglio comunale. Presenti, inoltre, il Rup Giuseppe Iannazzo, il progettista della sSocietà Dinamica srl Salvatore Russo, Luigi Rundo dell’ufficio tecnico comunale ed il comandante dell’ufficio circondariale marittimo di Sant’Agata Militello, il tenente di vascello Michele Rossano.

“Il depuratore di Sant’Agata e Acquedolci –ha dichiarato Mancuso- sarà di ultima generazione e permetterà finalmente ai nostri centri di mettersi in perfetta regola con le più recenti normative. Sarò, però, ancora più felice di adesso quando gli impianti di tutti i comuni limitrofi, costieri e dell’entroterra, saranno finalmente adeguati, in modo da raggiungere un sistema globale tra tutti i comuni dei nebrodi per rendere il mare più pulito, in considerazione delle esigenze ambientali ma anche turistiche e della balneazione”.

Il progetto, curato dall’ufficio del commissario straordinario unico nazionale per la depurazione, ha un costo complessivo di 4.115.000,00 euro di cui 3.099.667,57 euro per lavori, comprensivo degli oneri per la sicurezza. L’adeguamento del depuratore di contrada Pianetta fu inserito nella delibera di finanziamento del Cipe n°60 del 2012, che stanziava i fondi per il superamento delle criticità a seguito delle procedure di infrazione comunitaria in materia ambientale.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007