Sanità Isole Minori, ok a due risoluzioni Ars. Lunedì il sottosegretario Costa a Lipari - Tempostretto

Sanità Isole Minori, ok a due risoluzioni Ars. Lunedì il sottosegretario Costa a Lipari

Redazione

Sanità Isole Minori, ok a due risoluzioni Ars. Lunedì il sottosegretario Costa a Lipari

giovedì 09 Dicembre 2021 - 10:54

Con l'approvazione delle risoluzioni di Elvira Amata e Antonio De Luca in Commissione il governo regionale viene sollecitato a migliorare i presidi sanitari nelle isole. Lunedì il sottosegretario Andrea Costa a Lipari

Sono state approvate, in commissione salute all’Ars, due risoluzioni che hanno l’obiettivo di migliorare le condizioni dei presidi sanitari nelle isole minori.

Una, presentata da Elvira Amata, capogruppo di Fratelli d’Italia, impegna il governo regionale a valutare l’opportunità di sollecitare le aziende nella cui competenza rientrano i presidi delle isole minori a procedere alla stipula di apposite convenzioni per fornire le professionalità carenti, disciplinandone in linea con le previsioni e i contenuti del contratto di lavoro i turni, i limiti orari d’impiego il compenso e le modalità di svolgimento. Inoltre, con il documento si chiede anche al governo di valutare anche la possibilità di definire ed approvare apposite convenzioni con le scuole di specializzazione di area medica delle Università di Messina e Palermo.

“Vi sono particolari zone del nostro territorio in cui i presidi ospedalieri ed i servizi territoriali – spiega Elvira Amata – patiscono una cronica carenza di personale, con inevitabili ricadute negative nella qualità dei servizi offerti a livello decentrato. La situazione è rimasta tale, nonostante l’emergenza Covid e gli sforzi delle varie dirigenze aziendali di dare concrete risposte alle varie comunità.

“Occorre agire – aggiunge in una nota congiunta insieme ai capigruppo Lo Curto e Calderone e alla presidente della IV Commissione Savarino – affinché si sottoscrivano protocolli per un coordinamento tra le Asp e le altre aziende del Servizio sanitario regionale, Aziende, Ircss e Policlinici, al fine di individuare le professionalità carenti risultanti dalle previste piante organiche. Attraverso questo percorso si potranno così stipulare convenzioni con le Scuole di specializzazione di Area medica delle Università di Palermo e Messina per utilizzare i tirocinanti e gli specializzandi anche nei presidi delle isole minori (Egadi, Eolie, Pelagie e Pantelleria)”.

L’altra risoluzione, presentata dal deputato regionale pentastellato Antonio De Luca, prevede la mobilità extraregionale per il personale sanitario siciliano che, volendo rientrare nell’Isola, decide di trasferirsi nelle isole minori e nelle zone disagiate da altre regioni. L’assessorato sanità adesso è impegnato formalmente a sollecitare le Asp Siciliane a pubblicare i bandi di mobilità intra ed extraregionale a tempo indeterminato per coprire i posti vacanti di personale sanitario con destinazione esclusiva gli ospedali delle isole minori.

“Il Governo Musumeci non ha più scuse e può intervenire immediatamente – dichiara il deputato all’Ars del Movimento Cinque Stelle Antonio De Luca – ho più volte effettuato ispezioni e sopralluoghi verificando in prima persona le difficoltà di garantire persino i servizi essenziali nelle Isole Eolie. E’ sotto gli occhi di tutti che le aziende sanitarie siciliane non sono riuscite a sopperire a tali criticità attraverso le procedure concorsuali, pertanto lo strumento più immediato e definitivo appare essere la mobilità volontaria intra ed extraregionale a tempo indeterminato, peraltro previsto dalla normativa vigente».

Lunedì il sottosegretario Andrea Costa a Lipari

Lunedì 13 dicembre il sottosegretario di Stato alla Salute, Andrea Costa, sarà in visita istituzionale a Lipari.

Su invito dell’Amministrazione, in particolare del vicesindaco Gaetano Orto e dell’ex assessore Tiziana De Luca che lo avevano incontrato a Roma alcune settimane fa, il sottosegretario incontrerà nel primo pomeriggio il sindaco e la giunta e, successivamente, la Commissione Consiliare Sanità e i rappresentanti dei cittadini che ne vorranno fare richiesta.

“Pur essendo la sanità di competenza regionale, abbiamo ritenuto doveroso, viste le fortissime e croniche criticità che investono il nostro ospedale e, più in generale, le condizioni dei servizi sanitari delle nostre isole, intraprendere un nuovo percorso di dialogo col Governo nazionale a che possa prevedere misure specifiche e calibrate per un territorio disagiato come il nostro che ben sono rappresentate, ad esempio, nella proposta di legge per le isole minori, la cui indispensabile approvazione in tempi celeri rappresenterebbe il vero punto di svolta per l’assistenza sanitaria e ospedaliera (prevedendo altresì l’apertura in deroga del punto nascita) ma anche per tutti gli altri aspetti fondamentali quali l’economia, la fiscalità di sviluppo, il turismo, l’istruzione, la gestione dei servizi essenziali come l’idrico o i rifiuti, la protezione civile rispondendo alle effettive esigenze di questi territori che non possono e non devono continuare a subire i gap legati all’insularità”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007