Sant’Agata, punto di svolta per lo sport reggino - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Sant’Agata, punto di svolta per lo sport reggino

Elisabetta Marcianò

Sant’Agata, punto di svolta per lo sport reggino

martedì 08 Giugno 2021 - 16:00
Sant’Agata, punto di svolta  per lo sport reggino

I rappresentanti di Comune e Città metropolitana evidenziano la centralità dell’accordo sul centro sportivo: “Dalla Reggina grande spinta"

La concessione del Sant’Agata alla Reggina è un momento chiave. Una rilevanza strategica non solo per il nostro amato e storico club calcistico ma per tutto il mondo dello sport della città e del territorio metropolitano. Un segnale fortissimo che traccia il sentiero della ripartenza e del rilancio per l’intero movimento sportivo”. Con queste parole il consigliere metropolitano delegato allo Sport e Impiantistica sportiva, Carmelo Versace e l’assessora comunale allo Sport, Giuggi Palmenta, sottolineano l’avvenuta firma della convenzione tra l’Ente di Palazzo “Corrado Alvaro” e la Reggina 1914. La firma sancisce la concessione a titolo oneroso al club amaranto del centro sportivo Sant’Agata per una durata di 19 anni.

Visione futura

Accordo siglato dal Sindaco metropolitano, Giuseppe Falcomatà e dal
presidente della Reggina, Luca Gallo. “Siamo davvero soddisfatti del felice esito – proseguono Versace e Palmenta – perché da oggi si apre un capitolo completamente nuovo per lo sport locale. Un capitolo, quindi, che vede la Reggina alla testa di un processo di cambiamento che consentirà al club amaranto di proiettarsi in una nuova e più moderna dimensione di crescita. Una visione che abbraccia inevitabilmente anche lo stadio “Granillo”.

Sinergia tra enti

Gli impianti sportivi, oggi, – evidenziano i rappresentanti di Comune e Città
metropolitana – non sono più soltanto dei luoghi destinati ad ospitare l’evento sportivo settimanale, ma sono strutture strategiche intorno alle quali costruire percorsi e indotti di sviluppo economico, occupazionale, ma soprattutto sociale e culturale. Ma affinché ciò si realizzi compiutamente, è necessario proseguire sulla strada della sinergia e della proficua cooperazione tra enti e attori sociali. In questo contesto sentiamo di dover rivolgere un convinto e forte plauso al dirigente di settore, Giuseppe Mezzatesta, agli uffici e ai tecnici che hanno seguito con grande attenzione il complesso iter riguardante la concessione del Sant’Agata.”

Il sogno amaranto

Un sentito ringraziamento anche al presidente Gallo. Le sue parole e lo sguardo già rivolto al futuro – sottolineano Versace e Palmenta – dal nuovo corso del Centro sportivo Sant’Agata ci aspettiamo tanto; a cominciare da una forte apertura al territorio e al tessuto sociale proprio come ribadito dallo stesso presidente Gallo. Una struttura che è, grazie agli sforzi della proprietà amaranto, un fiore all’occhiello e un’eccellenza a livello nazionale e per l’intero Mezzogiorno. Ora è il momento di volare alto – concludono i rappresentanti comunale e metropolitano – e di sostenere il percorso ambizioso che vede protagonista la Reggina e che, auspichiamo, possa portare questo glorioso club ad essere il faro e la guida per lo sport locale.”

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x