Lo Presti e Sturniolo si dimettono: «Siamo lontani dalle logiche emerse dall’Operazione Matassa» - Tempostretto

Lo Presti e Sturniolo si dimettono: «Siamo lontani dalle logiche emerse dall’Operazione Matassa»

Danila La Torre

Lo Presti e Sturniolo si dimettono: «Siamo lontani dalle logiche emerse dall’Operazione Matassa»

Tag:

martedì 17 Maggio 2016 - 15:15

I due consiglieri hanno avuto un lungo colloquio con il sindaco Accorinti, al quale hanno comunicato la loro scelta di concludere anticipatamente il mandato. In Consiglio comunale entreranno Maurizio Rella e Cecilia Caccamo, che alle elezioni del 2013 hanno precedeuto, in termini di voti, Enrico Di Gacomo e Saro Visicaro. Intanto, 7 consiglieri firmano la proposta dei due ex accorintianiaffossata dalla conferenza dei capigruppo

Nina Lo Presti e Gino Sturniolo si dimettono. Nei prossimi giorni formalizzeranno la loro decisione, che questa mattina hanno comunicato ufficialmente al sindaco Renato Accorinti nel corso di un lungo colloquio iniziato intono alle 12.30 e terminato dopo le 14.

Erano esattamente le 14. 10 quando i due consiglieri hanno varcato in uscita la porta che separa il corridoio al piano superiore di Palazzo Zanca dall’Ufficio di Gabinetto: «Come già accaduto in altre fasi particolarmente delicate di questo nostro mandato siamo andati a parlare con Accorinti: lo abbiamo fatto quando abbiamo deciso che non avremmo più sostenuto l’amministrazione perché non condividevamo le politiche economico- finanziarie della giunta e siamo andati anche oggi per comunicargli la nostra scelta di dimetterci» ha commentato la Lo Presti appena uscita dal faccia a faccia con il primo cittadino.

Al centro della scelta di Lo Presti e Sturniolo di concludere anticipatamente il loro mandato elettorale c’è l’ operazione Matassa, che svelrebbe un intreccio tra politica e mafia e che – per i due consiglieri comunali – non ha risvolti solo giudiziari ma anche politici, in quanto «va ad intaccare gli equilibri e la composizione stessa del Consiglio comunale venuti fuori dalle elezioni amministrative del 2013».

«Ci sentiamo schiacciati tra due blocchi: da una parte c’è la giunta da cui abbiamo preso le distanze sul piano amministrativo e nei confronti della quale rivendichiamo l’opposizione che abbiamo fatto sino ad oggi ; dall’altro c’è un Consiglio comunale all’interno del quale è sorto un problema etico di cui non riusciamo a non tenere conto, perché noi siamo profondamente distanti da certe logiche e da certi sistemi. Se la mettiamo sul piano etico, siamo convinti che Accorinti debba tornare ad avere in Aula di nuovo 4 e non 2 consiglieri e non saremmo coerenti se fossimo io e Sturniolo ad appoggiarlo. Lasciamo il nostro posto ai due candidati della lista "Cambiamo dal Basso – Renato Accorinti sindaco" arrivati dietro di noi», ha aggiunto la rappresentante del Civico Consesso.

Ad entrare in Consiglio comunale saranno Maurizio Rella e Cecilia Caccamo, che dovranno però attendere la formalizzazione delle dimissioni. «Lo faremo – ha chiarito Nina Lo Presti – nei prossimi giorni, tenendo anche conto dell’iter del bilancio di previsione perché non vogliamo essere accusati di comportamento ostruzionistico. Sicuramente però ci daremo dei tempi per non prolungare eccessivamente il nostro mandato».

Chissà come prederanno questa scelta , sicuramente forte ed insolita in un paese in cui difficilmente si lascia poltrona, i colleghi. La Lo Presti vorrebbe che altri consiglieri seguissero il loro esempio: «Auspico che le nostre dimissioni possano convincere quei consiglieri comunali che come noi non condividono certi sistemi a dimettersi».

L’ipotesi appare piuttosto remota, anche se dobbiamo registrare una novità importante rispetto a quanto emerso nella conferenza dei capigruppo di ieri, in cui era stata affossata la richiesta avanzata proprio da Lo Presti e Sturniolo di convocare una seduta straordinaria del Consiglio Comunale per discutere sulle conseguenze di natura politica dell’ operazione Matassa, che vede coinvolto anche il consigliere comunale Paolo David, rinchiuso attualmente nel carcere di Gazzi con l’accusa di corruzione associazione a delinquere finalizzata a reati di corruzione elettorale.

«Nonostante il pronunciamento negativo da parte della Conferenza dei capigruppo , oggi alcuni colleghi hanno voluto firmare la nostra proposta», ha spiegato soddisfatto Sturniolo . Le firme apposte in quel documento sono quelle di Daniela Faranda, Libero Gioveni, Daniele Zuccarello, Donatella Sindoni, Lucy Fenech, Ivana Risitano, Piero Adamo e naturalmente dei due proponenti. Il Consiglio comunale straordinario quindi si farà.

Intanto , stasera i consiglieri saranno chiamati a prendere atto della sospensione di Paolo David. Resta invece in stand-by la surroga, su cui il Comune aspetta un indirizzo da parte della Prefettura dopo aver ricevuto dalla Procura il provvedimento della misura cautelare nei confronti del primo dei non eletti, vale a dire Giovanni Cocivera, coinvolto nell’inchiesta sugli aborti clandestini. La norma non è chiara su cosa succede in questi casi ed al Comune vogliono essere sicuri prima di procedere con la sostituzione temporanea che rideterminerà la composizione del Consiglio comunale, almeno sino a quando David resterà sospeso dalla carica.

Danila La Torre

32 commenti

  1. Anche se con ritardo, le dimissioni dovevano essere date dopo la presa di distanza da RENATO sindaco, sotto la cui bandiera furono eletti, le apprezzo con sincerità, un gesto politico di grande valore civile, sulla scia di CAMBIAMO MESSINA DAL BASSO anche nei comportamenti dei politici. A questo punto mi aspetto quelle della maggioranza dei Consiglieri Comunali, per consentire la nomina di un commissario ad acta, ma soprattutto a RENATO sindaco di completare il suo mandato, poi nel 2018 tutti al voto.

    0
    0
  2. Anche se con ritardo, le dimissioni dovevano essere date dopo la presa di distanza da RENATO sindaco, sotto la cui bandiera furono eletti, le apprezzo con sincerità, un gesto politico di grande valore civile, sulla scia di CAMBIAMO MESSINA DAL BASSO anche nei comportamenti dei politici. A questo punto mi aspetto quelle della maggioranza dei Consiglieri Comunali, per consentire la nomina di un commissario ad acta, ma soprattutto a RENATO sindaco di completare il suo mandato, poi nel 2018 tutti al voto.

    0
    0
  3. Questa è gente con gli attributi! Sarebbe bello vedere più politici come la Lo Presti e Sturniolo, sarebbe bello vedere meno ladri e scassapagghiara nei palazzi.

    0
    0
  4. Questa è gente con gli attributi! Sarebbe bello vedere più politici come la Lo Presti e Sturniolo, sarebbe bello vedere meno ladri e scassapagghiara nei palazzi.

    0
    0
  5. I due consiglieri stanno dimostrando una virtù più unica che rara in un panorama politico desolante.Dubito che il loro esempio sarà imitato da altri colleghi.Anche nella Giunta,visto il disastro legato all’approvazione del bilancio,qualcuno si sarebbe dovuto,per dignità,dimettere e si sarebbe dovuto sanzionare qualche dirigente.Si può sbagliare ma solo riconoscendo gli errori si cresce.Accorinti è giusto che completi il suo mandato e che sia giudicato solo alla fine del suo percorso.Speriamo che negli ultimi due anni riesca ad imprimere quella svolta finora rimasta solo nelle idee.In caso di dimissioni del consiglio,dopo la nomina di un Commissario, si tornerebbe a votare alla prima tornata elettorale utile.

    0
    0
  6. I due consiglieri stanno dimostrando una virtù più unica che rara in un panorama politico desolante.Dubito che il loro esempio sarà imitato da altri colleghi.Anche nella Giunta,visto il disastro legato all’approvazione del bilancio,qualcuno si sarebbe dovuto,per dignità,dimettere e si sarebbe dovuto sanzionare qualche dirigente.Si può sbagliare ma solo riconoscendo gli errori si cresce.Accorinti è giusto che completi il suo mandato e che sia giudicato solo alla fine del suo percorso.Speriamo che negli ultimi due anni riesca ad imprimere quella svolta finora rimasta solo nelle idee.In caso di dimissioni del consiglio,dopo la nomina di un Commissario, si tornerebbe a votare alla prima tornata elettorale utile.

    0
    0
  7. Forza Messina ! La gente per bene esiste ! (Zuccarello nsigna !)

    Cambiando “totalmente” argomento notizie della Barrile ? Come può la Presidente del Consiglio Comunale tacere sugli ultimi eventi ?

    0
    0
  8. Forza Messina ! La gente per bene esiste ! (Zuccarello nsigna !)

    Cambiando “totalmente” argomento notizie della Barrile ? Come può la Presidente del Consiglio Comunale tacere sugli ultimi eventi ?

    0
    0
  9. serra salvatore 17 Maggio 2016 17:28

    SICURAMENTE UNA SCELTA SOFFERTA E PONDERATA, NON VI E’ DUBBIO, MA RESTARE IN CONSIGLIO SIGNIFICA DARE LA POSSIBILITA’ ALLA GENTE COMUNE DI SAPERE COSA SUCCEDE AL PALAZZO, CREDO SIA PIU’ IMPORTANTE RIMANERE E NON QUELLO DI ANDARE. AUGURI AD ENTRAMBI.

    0
    0
  10. serra salvatore 17 Maggio 2016 17:28

    SICURAMENTE UNA SCELTA SOFFERTA E PONDERATA, NON VI E’ DUBBIO, MA RESTARE IN CONSIGLIO SIGNIFICA DARE LA POSSIBILITA’ ALLA GENTE COMUNE DI SAPERE COSA SUCCEDE AL PALAZZO, CREDO SIA PIU’ IMPORTANTE RIMANERE E NON QUELLO DI ANDARE. AUGURI AD ENTRAMBI.

    0
    0
  11. sergio indelicato 17 Maggio 2016 18:13

    L’auspicio dei due consiglieri dimissionari che altri seguano il loro esempio, alla luce del caso gettonopoli, appare più una chimera che una speranza.

    0
    0
  12. sergio indelicato 17 Maggio 2016 18:13

    L’auspicio dei due consiglieri dimissionari che altri seguano il loro esempio, alla luce del caso gettonopoli, appare più una chimera che una speranza.

    0
    0
  13. letterio.colloca 17 Maggio 2016 18:14

    AMO Messina (ci sono nato quasi 70 anni fa e ci sono tornato!) NON i “messinesi”:o,quanto meno,la generazione anni 60,costituita in gran parte da ARROGANTI,POMPOSI sicuramente FANCAZZISTI PELANDRONI E NON AVVEZZI ALLA …LEGALITA’.Sono le squallide “figure”, oggi alla ribalta,che credono di poter MISTIFICARE connivenze equivoche,comparaggi “pseudopoliticanti” ed altro per tentare di rimanere a galla nella …..”cloaca”.I veri MESSINESI si sono defilati da un bel po di tempo,nauseati,dalla calata dei “viddani” importati dal contado:i risultati ..cominciano ad accumularsi sulle scrivanie dei Sigg.Magistrati,della Questura e delle stazioni dei Carabinieri.E’ facile prevedere MOLTO PIU’ DI DIVERSE ANNATE DI LAVORI PER TALI INQUIRENTI !

    0
    0
  14. letterio.colloca 17 Maggio 2016 18:14

    AMO Messina (ci sono nato quasi 70 anni fa e ci sono tornato!) NON i “messinesi”:o,quanto meno,la generazione anni 60,costituita in gran parte da ARROGANTI,POMPOSI sicuramente FANCAZZISTI PELANDRONI E NON AVVEZZI ALLA …LEGALITA’.Sono le squallide “figure”, oggi alla ribalta,che credono di poter MISTIFICARE connivenze equivoche,comparaggi “pseudopoliticanti” ed altro per tentare di rimanere a galla nella …..”cloaca”.I veri MESSINESI si sono defilati da un bel po di tempo,nauseati,dalla calata dei “viddani” importati dal contado:i risultati ..cominciano ad accumularsi sulle scrivanie dei Sigg.Magistrati,della Questura e delle stazioni dei Carabinieri.E’ facile prevedere MOLTO PIU’ DI DIVERSE ANNATE DI LAVORI PER TALI INQUIRENTI !

    0
    0
  15. heheheheheheheheheheh!!!!!!!!!!!!! xD :D:D:D:D:D

    0
    0
  16. heheheheheheheheheheh!!!!!!!!!!!!! xD :D:D:D:D:D

    0
    0
  17. Bravi, bravi, bravi!!! Anche se so che lo scalzo sarà felice di questa decisione (in particolare per l’entrata in campo di cecilia caccamo….) ma poco importa. L’aspetto positivo è dato dalla scelta di Lo Presti e Sturniolo (notare la maiuscola) di mandare tutti a quel paese dimostrando di non essere dei questuanti attaccati solo al gettone. Gli altri, invece…..

    0
    0
  18. Bravi, bravi, bravi!!! Anche se so che lo scalzo sarà felice di questa decisione (in particolare per l’entrata in campo di cecilia caccamo….) ma poco importa. L’aspetto positivo è dato dalla scelta di Lo Presti e Sturniolo (notare la maiuscola) di mandare tutti a quel paese dimostrando di non essere dei questuanti attaccati solo al gettone. Gli altri, invece…..

    0
    0
  19. È la prima cosa seria che fanno questi due. Andando via non faranno piangere nessuno, e son stati inutili come la R di MARLBORO. Ammesso che sia vero che andranno via…../

    0
    0
  20. È la prima cosa seria che fanno questi due. Andando via non faranno piangere nessuno, e son stati inutili come la R di MARLBORO. Ammesso che sia vero che andranno via…../

    0
    0
  21. Insieme a loro dovrebbe dimettersi il Tibetano.

    0
    0
  22. Insieme a loro dovrebbe dimettersi il Tibetano.

    0
    0
  23. Anche se un po’ in ritardo sono arrivate le prime due serie dimissioni. Lasciare adesso quest’amministrazione è un vero atto d’amore per la città è una forte consapevolezza del delicato ruolo che è chiamato a svolgere chi viene delegato a gestire la cosa pubblica. Sono convinto che nel breve questa scelta verrà concretamente premiata da quei numerosissimi messinesi attenti.

    0
    0
  24. Anche se un po’ in ritardo sono arrivate le prime due serie dimissioni. Lasciare adesso quest’amministrazione è un vero atto d’amore per la città è una forte consapevolezza del delicato ruolo che è chiamato a svolgere chi viene delegato a gestire la cosa pubblica. Sono convinto che nel breve questa scelta verrà concretamente premiata da quei numerosissimi messinesi attenti.

    0
    0
  25. Ci crederò quando li vedrò realmente fuori, di dimissioni “alla Zaccone” se ne vedono troppo.
    Secondo me i due consiglieri hanno subodorato che il bilancio non passerà e che consiglio e giunta saranno commissariati. In tal modo ne usciranno “rinverginiti” pur senza perdere alcun prezioso gettone.

    0
    0
  26. Ci crederò quando li vedrò realmente fuori, di dimissioni “alla Zaccone” se ne vedono troppo.
    Secondo me i due consiglieri hanno subodorato che il bilancio non passerà e che consiglio e giunta saranno commissariati. In tal modo ne usciranno “rinverginiti” pur senza perdere alcun prezioso gettone.

    0
    0
  27. Un messinese per caso 18 Maggio 2016 08:17

    Che nobile gesto! Dopo aver vestito i panni dei rivoluzionari traditi e attaccato l’Amministrazione “a prescindere” fino a non vedere la trave nei propri occhi, ma la pagliuzza in quelli di Accorinti e degli assessori (rinvio tutti al mio commento alla nota di Sturniolo su Perna, accusato di disonestà intellettuale) senza mai un gesto o una presa di posizione critica nei confronti degli altri 38 (dicasi 38!!) consiglieri di opposizione che, questi sì, “c’erano prima”; ora che non possono ignorare che l’odore di mafia è fin dentro l’aula consiliare sentono urgente l’esigenza di smarcarsi perchè lontani da certe logiche… Come da manuale: bisogna che la magistratura ci metta il naso per scoprire quanto è profonda la terra del Bianconiglio!

    0
    0
  28. Un messinese per caso 18 Maggio 2016 08:17

    Che nobile gesto! Dopo aver vestito i panni dei rivoluzionari traditi e attaccato l’Amministrazione “a prescindere” fino a non vedere la trave nei propri occhi, ma la pagliuzza in quelli di Accorinti e degli assessori (rinvio tutti al mio commento alla nota di Sturniolo su Perna, accusato di disonestà intellettuale) senza mai un gesto o una presa di posizione critica nei confronti degli altri 38 (dicasi 38!!) consiglieri di opposizione che, questi sì, “c’erano prima”; ora che non possono ignorare che l’odore di mafia è fin dentro l’aula consiliare sentono urgente l’esigenza di smarcarsi perchè lontani da certe logiche… Come da manuale: bisogna che la magistratura ci metta il naso per scoprire quanto è profonda la terra del Bianconiglio!

    0
    0
  29. Spetta ionnu vintisetti!

    0
    0
  30. Spetta ionnu vintisetti!

    0
    0
  31. Andate a lavorare, che è meglio!!
    LAVORARE !!!!!!!!!! Concetto a voi sconosciuto, ma reale!!
    Andate a buscarvi la pagnotta, perché, in vero, non rappresentate nessuno.

    0
    0
  32. Andate a lavorare, che è meglio!!
    LAVORARE !!!!!!!!!! Concetto a voi sconosciuto, ma reale!!
    Andate a buscarvi la pagnotta, perché, in vero, non rappresentate nessuno.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007