Ship2Shore pubblica la bozza di riforma delle Autorità Portuali. La sede è Augusta - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Ship2Shore pubblica la bozza di riforma delle Autorità Portuali. La sede è Augusta

Ma. Ip.

Ship2Shore pubblica la bozza di riforma delle Autorità Portuali. La sede è Augusta

Ma. Ip. |
sabato 28 Novembre 2015 - 16:31
Ship2Shore pubblica la bozza di riforma delle Autorità Portuali. La sede è Augusta

La rabbia di Francesco D'Uva, deputato messinese del Movimento 5 Stelle: "Continueremo a lottare per veder riconosciuta l’Autorità Portuale unica dello Stretto”. Viene scelto il porto core, anche se i numeri di Messina sono superiori

La notizia arriva da Ship2Shore, magazine di economia del mare e dei trasporti. Nella bozza definitiva della riforma delle Autorità Portuali, Messina è accorpata a Catania ed Augusta, e sarà quest'ultima, porto core, a mantenere la sede. Messina perderebbe anche il ruolo secondario, quello della presidenza, che potrebbe essere assegnata a Catania.

“Si chiamerà Autorità Portuale della Sicilia Orientale e dello Stretto di Messina anche se, a ben vedere, di Messina non c’è un bel nulla, se non il nome. Bella soddisfazione, davvero. Non ci sono parole per definire la bozza definitiva del Piano Nazionale sul riassetto delle Autorità Portuali in Italia”. E’ il duro commento del deputato messinese del MoVimento 5 Stelle, Francesco D’Uva.

“Ci siamo battuti per mesi affinché Messina, e l’Area Integrata dello Stretto, vedessero rispettate le proprie peculiarità, il proprio ruolo centrale, nonché la legittima continuità territoriale. E, invece, quello a cui assistiamo oggi è il solito smacco, una vera e propria beffa. La sede della nuova Autorità Portuale sarà ad Augusta e, con ogni probabilità, il presidente sarà di Catania. E Messina? Ancora una volta, nulla. Il governo continua a deludere, credendo che bastino contentini (come il nome su un documento ufficiale) per rendere felici i messinesi. Ancora una volta, nei tavoli romani ci si dimentica di questa città e di quanto fondamentale sia il suo ruolo. Di certo le nostre proteste non si concludono qua, continueremo a lottare per veder riconosciuta l’Autorità Portuale unica dello Stretto”.

Augusta, alla fine, "vince" in quanto porto core. Dalle attuali 24 sedi, infatti, si passerà a 14, tutti porti core tranne Civitavecchia. In Puglia, i porti core sono due (Taranto e Bari) ma la sede sarà unica, a Taranto. E quella tra Messina, Catania e Augusta era l'unica in bilico. La nostra città, in realtà, nonostante non avesse un porto core, non partiva battuta in partenza. Anzi, sotto il profilo dei numeri, supera le concorrenti.

L'ultima parola, in realtà, spetterà ai presidenti delle Regioni, che potranno scegliere anche una sede diversa rispetto al porto core. Ma è improbabile che Crocetta scelga Messina a scapito delle altre due. Si profila, così, l'ennesima sconfitta per la città, che perderebbe il suo ente "migliore" dal punto di vista finanziario, con possibilità di spesa per opere quali il porto di Tremestieri, la nuova via don Blasco, la Zona Falcata e il quartiere fieristico.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

18 commenti

  1. Putemu gghiudiri………..

    0
    0
  2. Putemu gghiudiri………..

    0
    0
  3. a Messina hanno dato una bella stretta di mano. mentre a Catania il sindaco Bianco detta legge, a Messina esiste un concorrente politicamente poco credibile che pensa alle piste ciclabili e sogna il tibet

    0
    0
  4. a Messina hanno dato una bella stretta di mano. mentre a Catania il sindaco Bianco detta legge, a Messina esiste un concorrente politicamente poco credibile che pensa alle piste ciclabili e sogna il tibet

    0
    0
  5. Vergogna classe politica di Messina nullità.

    0
    0
  6. Vergogna classe politica di Messina nullità.

    0
    0
  7. Ecco un altro pugno in faccia.Abbiamo politici e politicanti da 4 soldi, una amministrazione da strazio ed ecco il risultato.Siamo ultimi in tutto.Qualità della vita zero, importanza politica zero, amministratori zero. Cosa possiamo mai aspettarci da tutto questo? NIENTE

    0
    0
  8. Ecco un altro pugno in faccia.Abbiamo politici e politicanti da 4 soldi, una amministrazione da strazio ed ecco il risultato.Siamo ultimi in tutto.Qualità della vita zero, importanza politica zero, amministratori zero. Cosa possiamo mai aspettarci da tutto questo? NIENTE

    0
    0
  9. Che dire …forse ora bisogna ripensare all’areoporto del Mela….infrastruttura che potrebbe far decollare il turismo e l’economia dell’intera Provincia di Messina….io piu’ che all’area dello stretto penserei all’ area Messina e Provincia….

    0
    0
  10. Che dire …forse ora bisogna ripensare all’areoporto del Mela….infrastruttura che potrebbe far decollare il turismo e l’economia dell’intera Provincia di Messina….io piu’ che all’area dello stretto penserei all’ area Messina e Provincia….

    0
    0
  11. Decisione calata dall’alto….onestamente bisogna dire che il sindaco può ben poco. Piuttosto chi si fa chiamare “onorevole” e siede a Roma e dovrebbe rappresentare gli interessi dei messinesi con quale coraggio si presenta ai propri elettori? Persone inutili che di onorevole hanno ben poco, incapaci di uno scatto d’orgoglio e minimamente di lottare per tutelare il proprio territorio. Hanno perso un’occasione d’oro….I nomi di questi “onorevoli” li conosciamo…ricordiamocelo alle prossime elezioni.

    0
    0
  12. Decisione calata dall’alto….onestamente bisogna dire che il sindaco può ben poco. Piuttosto chi si fa chiamare “onorevole” e siede a Roma e dovrebbe rappresentare gli interessi dei messinesi con quale coraggio si presenta ai propri elettori? Persone inutili che di onorevole hanno ben poco, incapaci di uno scatto d’orgoglio e minimamente di lottare per tutelare il proprio territorio. Hanno perso un’occasione d’oro….I nomi di questi “onorevoli” li conosciamo…ricordiamocelo alle prossime elezioni.

    0
    0
  13. Il solito coro lamentoso ed ipocrita. Sono anni che si GRIDA, invano, che solo se Mesina fosse stata sede della più importante infrastruttura del mondo avrebbe potuto rivendicare una insperata centralità
    italiana ed.. europea.. Aver messo inopinatamente una “maglietta” simbolo no ponte al governo della città non può che comportare le conseguenze che purtroppo oggi registriamo. Lamentarsi oggi è da “scecchi” ed ipocriti.

    0
    0
  14. Il solito coro lamentoso ed ipocrita. Sono anni che si GRIDA, invano, che solo se Mesina fosse stata sede della più importante infrastruttura del mondo avrebbe potuto rivendicare una insperata centralità
    italiana ed.. europea.. Aver messo inopinatamente una “maglietta” simbolo no ponte al governo della città non può che comportare le conseguenze che purtroppo oggi registriamo. Lamentarsi oggi è da “scecchi” ed ipocriti.

    0
    0
  15. però vero è che ci tolgono l’autorità portuale ma di contro abbiamo,sulla parola,stabilizzato 300 precari,grazie a free buddaci

    0
    0
  16. però vero è che ci tolgono l’autorità portuale ma di contro abbiamo,sulla parola,stabilizzato 300 precari,grazie a free buddaci

    0
    0
  17. Non è neppure da pensare ad un confronto o paragoni tra Bianco e accorinti. Soggetti nettamente differenti per peso politico, culturale e di aspetto.Purtroppo alle elezioni è stato votato e chiaramente tutti ci deridono e non ci considerano come cittadini intelligenti. Se tanto ti da tanto, questo è ciò che meritiamo, un sindaco che non sindaca e non conta nulla e sopratutto una persona che non si vergogna di essere deriso per magliette e e slogan che non hanno nulla a che vedere con il mandato che purtroppo ha ricevuto per errore.

    0
    0
  18. Non è neppure da pensare ad un confronto o paragoni tra Bianco e accorinti. Soggetti nettamente differenti per peso politico, culturale e di aspetto.Purtroppo alle elezioni è stato votato e chiaramente tutti ci deridono e non ci considerano come cittadini intelligenti. Se tanto ti da tanto, questo è ciò che meritiamo, un sindaco che non sindaca e non conta nulla e sopratutto una persona che non si vergogna di essere deriso per magliette e e slogan che non hanno nulla a che vedere con il mandato che purtroppo ha ricevuto per errore.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007