Scuola, a Messina un'altra sentenza: in graduatoria anche col solo diploma - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Scuola, a Messina un’altra sentenza: in graduatoria anche col solo diploma

Alessandra Serio

Scuola, a Messina un’altra sentenza: in graduatoria anche col solo diploma

martedì 23 Febbraio 2021 - 08:23
Scuola, a Messina un’altra sentenza: in graduatoria anche col solo diploma

Il Tribunale del Lavoro di Messina ha riconosciuto l'inserimento nelle graduatorie di un insegnante senza abilitazione e col solo titolo di geometra

Novità nella questione dell’accesso alle graduatorie provinciali delle supplenze di prima fascia e delle graduatorie di istituto di seconda fascia.

Il Tribunale del Lavoro di Messina – in sede di reclamo – ha accolto il ricorso di un insegnante tecnico-pratico, dichiarando il suo diritto ad essere inserito in prima fascia delle GPS ed in seconda fascia delle Graduatorie di Istituto.

La novità consiste nel fatto che il Tribunale ha ritenuto sufficiente –nel caso- il diploma di geometra – con l’inserimento nella classe B-14 unito al possesso dei 24 crediti formativi universitari.

L’ordinanza si pone nella medesima scia di una precedente decisione del medesimo Tribunale, che nel dicembre scorso ha accolto con ordinanza il ricorso di una insegnante per ottenere l’inserimento in prima fascia delle GPS e nella seconda fascia delle graduatorie di istituto per gli ultimi 2 anni scolastici

La differenza, quindi la novità, è che quella precedente riguardava il possesso del titolo di laurea e di 24 CFU, ritenuto complessivamente titolo abilitante, mentre la nuova decisione estende il criterio agli Insegnanti Tecnico-Pratici in possesso di semplice diploma.

Anche in questo caso i ricorrenti sono stati difesi dagli avvocati Gaetano Mercadante e Massimo Cambria.

Il MIUR e l’Ufficio Scolastico Regionale hanno opposto resistenza, in ogni giudizio, a questa interpretazione. Quindi L’ordinanza è rilevante anche perché conferma il principio di quella relativa al possesso della laurea nello scardinare l’Ordinanza Ministeriale n. 60 del 10 luglio 2020, che per l’accesso alla prima fascia delle GPS richiede invece il possesso dell’abilitazione.

Con questa recente ordinanza il Tribunale del Lavoro messinese ha ritenuto che il possesso del diploma coi 24 crediti formativi universitari – come in precedenza aveva ritenuto per la laurea – rappresenti titolo abilitante all’insegnamento, ai fini delle suddette graduatorie.

Si ritiene quindi che il D.Lgs. 59/2017, sulla scorta della legge-delega (L. 107/2015), ha posto la nuova disciplina di accesso ai futuri concorsi e tra i titoli di accesso è stata eliminata totalmente l’abilitazione, che viene sostituita dal requisito “dei tre anni di servizio” ovvero del conseguimento dei “24 CFU”.

Il Tribunale del Lavoro di Messina (presidente Laura Romeo) stabilito che per il ricorrente, insegnante tecnico pratico “il diploma di geometra – conseguito in data 11 luglio 2005 presso l’Istituto Minutoli di Messina costituisce “titolo equipollente o equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso” e che, pertanto il possesso del predetto titolo e dei 24 CFU – conseguiti nell’a.a. 2019/2020 presso l’Università Telematica Pegaso – gli attribuisce il diritto ad essere inserito in I fascia delle graduatorie provinciali ed in II fascia delle graduatorie di istituto per le supplenze aa.ss. 2020/2021 e 2021/2022 dell’U.S.R. Sicilia-Ufficio VIII Ambito Territoriale di Messina”.

Il giudice ha confermato che “appare ragionevole ritenere, richiamando precedente di questo Tribunale (…) che, in tale mutato assetto normativo, i concetti di “abilitazione” e di “idoneità all’insegnamento” vadano complessivamente rivisitati e che pertanto devono riconoscersi in possesso del titolo di abilitazione anche gli aspiranti che abbiamo conseguito la laurea magistrale o a ciclo unico e 24 CFU”.

Nuovamente, quindi, è stato confermato che per i Giudici del Lavoro l’ordinanza del MIUR 60/2020 va in quella parte disapplicata dagli Uffici Scolastici Territoriali.

Il provvedimento del Tribunale ovviamente vale solo per il ricorrente che avrà diritto all’inserimento nella prima fascia delle GPS e nella seconda fascia delle graduatorie di istituto, ma costituisce un interessante precedente per chi è nella medesima posizione.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x