Frotte di turisti in città. E il sito di Santa Maria Alemanna resta chiuso - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Frotte di turisti in città. E il sito di Santa Maria Alemanna resta chiuso

Frotte di turisti in città. E il sito di Santa Maria Alemanna resta chiuso

lunedì 06 Luglio 2015 - 09:03

La consigliera comunale Daniela Faranda si rivolge al sindaco Renato Accorinti chiedendo un intervento urgente per riaprire tutti i monumenti rimasti chiusi

La Chiesa di Santa Maria Alemanna rimane chiusa al pubblico nonostante la presenza in città di numerosi croceristi che, secondo la segnalazione di cittadini e commercianti della zona, rimangono allibiti dall'impossibilità di visitare il prezioso ed antichissimo sito.

A farsene portavoce è la consigliera comunale Daniele Faranda, che sull’argomento ha scritto al sindaco Renato Accorinti. “Dopo il terremoto del 1908 e i bombardamenti della seconda guerra mondiale – afferma – Santa Maria Alemanna è tra i pochissimi monumenti che hanno conservato intatta l'ossatura dell'architettura la cui fondazione risale al 1220 e che ricordano gli antichi splendori della città di Messina”.

Nei giorni scorsi, si è tenuto un tavolo tecnico al termine del quale sono stati concordati interventi di pulizia e decoro sui percorsi croceristici. “Ma non basta – conclude la Faranda -. E’ urgente e necessario che l’assessorato al Turismo si attivi per riaprire tutti i monumenti”.

Tag:

2 commenti

  1. MA NON C’ERA UNA ASSOCIAZIONE AAPIT? MI PARE CHE IL NOME ERA QUESTO. MA NON C’E’ UN COORDINAMENTO GENERALE CHE CHIAMA TUTTI GLI ENTI PREPOSTI O PROPRIETARI? FATE UNA UNICA REGIA DI COORDINAMENTO. CERTO FAR VEDERE ‘A MUNNIZZA, MI PARE CHE DA VOI SI DICE COSI’, AI TURISTI E’ (SURICIAZZI DETTO IN ITALIANO TOPOLINI), SEMPRE MEGLIO DEL TESORO DEL DUOMO O DI OPERE D’ARTE UNICI PRESENTI A MESSINA E NESSUNO CONOSCE. CITTA’ FAMOSA PER LA CULTURA PER I GRANDI SOLONI DEL SAPERE DELLA PATRIA DEL VENTO PESCESTOCCO E MALANOVA. MA ANDATE A VENDERE ‘A CALIA E STIGGHIOLE, SE RICORDO BENE SI DICONO COSI’. PER FAVORE NON RICORDATE PIU’ O CERCATE DI FAR RICORDARE IL “SALOTTO BUONO DELLA CITTA'”, SALOTTO MACON POLTRONE BUCATE ROTTE E “SCANCARIATE”. ZAPPATE!!!

    0
    0
  2. MA NON C’ERA UNA ASSOCIAZIONE AAPIT? MI PARE CHE IL NOME ERA QUESTO. MA NON C’E’ UN COORDINAMENTO GENERALE CHE CHIAMA TUTTI GLI ENTI PREPOSTI O PROPRIETARI? FATE UNA UNICA REGIA DI COORDINAMENTO. CERTO FAR VEDERE ‘A MUNNIZZA, MI PARE CHE DA VOI SI DICE COSI’, AI TURISTI E’ (SURICIAZZI DETTO IN ITALIANO TOPOLINI), SEMPRE MEGLIO DEL TESORO DEL DUOMO O DI OPERE D’ARTE UNICI PRESENTI A MESSINA E NESSUNO CONOSCE. CITTA’ FAMOSA PER LA CULTURA PER I GRANDI SOLONI DEL SAPERE DELLA PATRIA DEL VENTO PESCESTOCCO E MALANOVA. MA ANDATE A VENDERE ‘A CALIA E STIGGHIOLE, SE RICORDO BENE SI DICONO COSI’. PER FAVORE NON RICORDATE PIU’ O CERCATE DI FAR RICORDARE IL “SALOTTO BUONO DELLA CITTA'”, SALOTTO MACON POLTRONE BUCATE ROTTE E “SCANCARIATE”. ZAPPATE!!!

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x