Serie D. Città di Sant'Agata chiude con un pari ad Acireale - Tempostretto

Serie D. Città di Sant’Agata chiude con un pari ad Acireale

Redazione

Serie D. Città di Sant’Agata chiude con un pari ad Acireale

lunedì 16 Maggio 2022 - 06:45

Termina la stagione regolare del Città di Sant'Agata nel girone I. Appuntamento al 25 maggio per la semifinale playoff contro la Cavese

ACIREALE – Altra grande partita del Città di Sant’Agata che impone il pareggio 1 a 1, sul campo di Aci Sant’Antonio contro l’Acireale. Per il Città di Sant’Agata finisce dunque la stagione regolare, con 60 punti in 36 partite ed il quinto posto acquisito. Domenica prossima turno di riposo poi mercoledì 25 maggio la semifinale playoff del girone I in trasferta contro la Cavese.

Acireale – Sant’Agata 1-1

I bianco azzurro passano dopo solo pochi minuti con Catalano che pennella per Squillace che calcia di contro balzo sorprende D’Alterio. I padroni di casa accusano il colpo e la squadra di Giampà, potrebbe raddoppiare al 5’ ma la parabola disegnata da Catalano direttamente dalla bandierina colpisce il palo. Al 11’ si fa vivo l’Acireale ma la conclusione di Tumminelli, viene agevolmente controllata da Piazzolla. Ben più pericolosi i padroni di casa 4 minuti più tardi quando a pochi passi dalla porta Musso
spara alto un perfetto assist di Corrente. La partita è bella, ed al 15’ Piazzolla deve sfoderare un grande intervento per dire di no a Viglianisi. Sulla seguente ripartenza, Alagna trova Cicirello, la sua conclusione di prima intenzione finisce fuori di pochissimo. Dopo un tiro di Russo che non inquadra lo specchio della porta, il Sant’Agata crea un’altra nitida palla gol con Cicirello che servito da Alalgna da buona posizione non inquadra lo specchio della porta. Alla mezz’ora Lodi cerca l’eurogol e vedendo Piazzolla leggermente fuori dai pali calcia dalla linea mediana, la sfera finisce alta di poco. Lo stesso capitano di casa ci prova sessanta secondi dopo su punizione, anche in questo caso però il pallone non inquadra lo specchio della porta. Sul finire di prima frazione proteste acesi per un tiro cross di Lodi che impatta contro il palo interno. I locali chiedono la rete, il direttore di gara, dopo un consulto con il proprio assistente, non è dello stesso parere.

Nella ripresa parte forte l’Acireale che al 47’ potrebbe pervenire al pari con Ricciardo, ma il suo colpo di testa finisce a lato. Il Sant’Agata non sta a guardare e si fa minaccioso dalle parti di D’Alterio con la conclusione a giro di Catalano che termina sul fondo. Al 60’ ci prova ancora Catalano dalla distanza, ma
anche in questo caso la mira non è precisa. Al 66’ altra palla gol per i ragazzi di Giampà. Sul tiro d’angolo di Catalano, Capone sceglie bene il tempo dell’inserimento, ma il suo colpo di testa finisce alto di pochissimo. Al 75′ grande giocata di Catalano che dopo aver saltato due uomini, impegna severamente D’Alterio che si salva in due tempi bloccando il pallone sulla linea di porta. All’83’ arriva il pari dei padroni di casa con Correnti che sfrutta un pallone di Ricciardo e di testa da 1-1.

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007