Senato Accademico e Cda alle prese con il primo Assestamento del 2012 per «onorare gli impegni» - Tempostretto

Senato Accademico e Cda alle prese con il primo Assestamento del 2012 per «onorare gli impegni»

Senato Accademico e Cda alle prese con il primo Assestamento del 2012 per «onorare gli impegni»

Tag:

sabato 04 Agosto 2012 - 10:09

Tra i temi affrontati dai due organi di governo: investimenti e attrazione di risorse per la ricerca, il reclutamento e il mantenimento del potenziale di risorse umane, le nuove frontiere nella qualità della didattica

Per l’ultima riunione prima della pausa estiva, Senato Accademico e Consiglio di Amministrazione sono stati impegnati in una sessione di bilancio. Questi i temi affrontati dai due organi di governo: i nuovi traguardi nella internazionalizzazione, investimenti e attrazione di risorse per la ricerca, il reclutamento e il mantenimento del potenziale di risorse umane, le nuove frontiere nella qualità della didattica. L’Università di Messina intende «onorare i propri impegni e realizzare le strategie utili a conseguire gli obiettivi programmati».

Come si legge ancora nel comunicato diramato dall’Ufficio stampa dell’istituzione accademica, in questo contesto si inseriscono le deliberazioni del consuntivo del Bilancio 2011e il 1° Assestamento del 2012, interpretato nell’ottica della “revisione della spesa” e della oculata gestione delle risorse. Il consuntivo 2011è stato chiuso con un pareggio di bilancio. Il riaccertamento dei residui è stato di 3.659.000 euro che sono stati ripartiti con la proposta di 1° Assestamento.

Dall’Università fanno sapere che il 1° Assestamento, dopo il riaccertamento dei residui, consente di assicurare a supporto dell’Ateneo il contributo dei servizi UniLav, società creata nel 2001, dalla precedente Amministrazione, ed ora trasformata in Società Consortile, con un conseguente risparmio di risorse finanziarie. Sono stati, altresì, riallineati i capitoli di Bilancio che consentono di garantire gli stipendi del personale per il 2012. A fronte del pensionamento, da inizio di quest’anno ad oggi, di 52 docenti, sono stati approvati bandi per n. 21 ricercatori a tempo determinato a carico del Bilancio e di n. 6 con finanziamento integrale esterno. Prevista l’istituzione delle figure dei tecnologi, personale di alta qualificazione introdotto dalla Legge n. 35 del 4 Aprile 2012 per il supporto dei Progetti europei ed internazionali.

L’Ateneo assicura inoltre che sono garantiti i fondi per le borse di studio dei Dottorati e per gli assegni di ricerca. Sono stati programmati i Dottorati di ricerca per il nuovo ciclo, i cui bandi saranno presto pubblicati, mantenendo lo stesso numero di borse dell’anno precedente. A settembre saranno deliberate le borse di studio per gli extracomunitari, con un contingente riservato al Marocco e alla Tunisia. Sono stati rigorosamente rispettati i – dicono ancora dall’Università – fondi in bilancio per la ricerca scientifica. Risultano raddoppiate le risorse sul Bilancio di Ateneo per assicurare i programmi europei di mobilità degli studenti Erasmus (da 150.000 a 300.000 euro). Finanziati gli arredi della Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali e il contributo per l’Accademia Peloritana dei Pericolanti che saranno inaugurate in autunno.

Sono in corso di attivazione, con l’assistenza del CECUM, le procedure per la digitalizzazione delle attività didattiche, compreso il registro on-line nel quale i docenti documenteranno, a partire dal nuovo Anno Accademico, tutta l’attività svolta. Proseguirà con impegno, a seguito delle nuove direttive dell’ANVUR, la valutazione della didattica e l’accreditamento dei Corsi i cui indicatori e parametri sono incentrati sugli “esiti effettivi dell’apprendimento”. L’Università di Messina chiederà all’ANVUR di poter partecipare alla fase di sperimentazione che si svolgerà fino al 31 Dicembre 2013.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007