Speranze, amore e riscatto della città di Messina attraverso il suo porto - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Speranze, amore e riscatto della città di Messina attraverso il suo porto

Redazione

Speranze, amore e riscatto della città di Messina attraverso il suo porto

domenica 19 Gennaio 2020 - 08:30
Speranze, amore e riscatto della città di Messina attraverso il suo porto

E' questo il titolo del convegno in programma il prossimo 24 gennaio e promosso dal Lions Club Ionio. Si parlerà di porto, prospettive, strategie

“Speranze, amore e voglia di riscatto della città di Messina attraverso il suo porto. Rotte commerciali, sviluppo economico e opportunità turistiche”. Un argomento quanto mai attuale quello che verrà trattato giorno 24 nel convegno promosso dal Lions Club Messina Ionio in collaborazione con l’Autorità di Sistema Portuale dello Stretto e Università degli Studi.

Il porto ha da sempre rappresentato per la nostra città fonte di ricchezza sia economica che culturale. Gli scambi commerciali che nei secoli hanno visto protagonista il nostro porto, hanno permesso alla città ma anche a tutta la Sicilia una grande risorsa sotto svariati punti di vista. Oggi le potenzialità del porto di Messina è un argomento molto dibattuto poiché, essendo Messina una città a vocazione marittima, potrebbe rappresentare un’occasione di rilancio del territorio, grazie anche al notevole flusso crocieristico presente ormai da diversi anni.

Il convegno è stato presentato questa mattina nel salone delle bandiere di palazzo Zanca e ha visto alcuni dei relatori che saranno presenti il 24 anticipare quelli che saranno gli argomenti tecnici del convegno. Dopo i saluti della presidente del Lions Club Messina Ionio Maria Francesca Scilio e della presidente del Leo Club Messina Ionio Rossana Rizzo, ha preso la parola Mario Mega, presidente dell’Autorità di sistema portuale dello Stretto il quale ha spiegato che affinché si concretizzi un vero sviluppo economico del territorio è necessario un lavoro congiunto che miri a potenziare soprattutto offerta turistica.

“L’autorità portuale- ha spiegato Mega – può favorire il turismo crocieristico attraverso la creazione di servizi, il potenziamento di infrastrutture ma è necessario trovare la giusta sinergia con le istituzioni cittadine. L’autorità portuale sta già lavorando in questa direzione promuovendo incontri e riunioni per sollecitare la creazione di un’organizzazione turistica”.

Il prof. Filippo Grasso, delegato del Rettore per il turismo, ha dichiarato che l’Università è ben disposta a collaborare sia con l’autorità portuale che con le altre istituzioni affinché si crei un lavoro sinergico finalizzato al potenziamento del turismo. “Questo convegno ha detto Grasso – si muove su tre direttrici: potenziamento delle rotte commerciali, sviluppo economico e turismo. D’altronde il nostro è un territorio che ben si presta all’accoglienza turistica grazie alle numerose bellezze paesaggistiche e culturali e alla sua posizione geografica che lo connota tra i luoghi più belli al mondo”.

Giuseppe Ruggeri, medico e giornalista, moderatore del convegno di giorno 24, ha parlato del libro “Viaggiatori in Sicilia” curato da Felice Irrera in cui sono state raccolte le testimonianze di celebri viaggiatori del passato che hanno parlato del nostro porto. Il prof. Daniele Schillirò, associato di economia politica, ha dato alcune anticipazioni dell’argomento che tratterà al convegno in merito alla prospettiva di rilancio economico che passa non solo attraverso il porto ma deve riguardare tutte le realtà cittadine e regionali.

A concludere la conferenza stampa, il coordinatore distrettuale Lions per la terza circoscrizione del tema “la Sicilia da oggetto a soggetto di sviluppo” Saro Terranova, il quale  ha ribadito la necessità di dar vita ad un cambio di rotta per tutto il mezzogiorno, lasciato da anni solo al suo destino.” La cosiddetta “questione meridionale” non si è risolta – ha detto –  anzi siamo sempre più in uno stato di emergenza, i nostri figli sono costretti ad andar via e tra qualche anno ci ritroveremo una società fatta solo di vecchi. E’ assolutamente necessario – ha proseguito – rompere quest’andazzo e creare un processo virtuoso che porti ad uno sviluppo del territorio”.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007