Spese del lockdown. A Russo rispondono le associazioni ma non De Luca

Spese del lockdown. A Russo rispondono le associazioni ma non De Luca

Rosaria Brancato

Spese del lockdown. A Russo rispondono le associazioni ma non De Luca

martedì 14 Luglio 2020 - 07:31
Spese del lockdown. A Russo rispondono le associazioni ma non De Luca

Un gruppo di associazioni replica: "Non abbiamo pesato sul Comune". Il consigliere ribadisce: "Il sindaco deve dare risposte su tutti i quesiti"

Una settimana dopo l’interrogazione di Alessandro Russo sulle spese del Coc e della Protezione civile durante il lockdown la risposta arriva da un gruppo di associazioni di volontariato e non dai destinatari dell’interrogazione stessa (cioè sindaco e assessore Minutoli.

Rispondono alcune associazioni

Un gruppo di associazioni di volontariato (A.C.C.I.R., Associazione Nazionale Carabinieri, Castel Gonzaga, Legambiente dei Peloritani, Mari e Monti 2004, Misericordia di Messina, Nettuno Rescue, Nova Militia Christi, Nucleo Diocesano di Protezione Civile, Volontari del Terzo Settore), impegnate nei giorni della quarantena al Coc hanno voluto chiarire alcuni aspetti relativamente al loro operato. In realtà Russo non ha mai messo in discussione l’operato delle associazioni impegnate nel territorio, ma ha espressamente chiesto (come avvenuto in altri Comuni), che l’amministrazione De Luca desse conto in modo dettagliato dei costi e delle spese sostenute nei due mesi sotto varie forme. In particolare Russo evidenziava anche come le risorse provenissero sia dal governo nazionale che regionale che dalla Protezione civile, dal comune ed infine da un conto corrente istituito da Palazzo Zanca e destinato ai benefattori messinesi.

Cosa prevede la normativa

Le associazioni ricordano che l’art. 39 D.Lgs 1/2018  prevede che le organizzazioni di volontariato attivate abbiano diritto al mantenimento del posto di lavoro e del trattamento economico previdenziale, previa comunicazione al Dipartimento nazionale di Protezione Civile (ed infatti ne hanno fatto richiesta secondo le esigenze dei singoli volontari.

“Noi non a carico del Comune”

Bisogna specificare tuttavia– si legge– che le stesse associazioni durante il servizio prestato dal 9 marzo all’8 giugno scorso, non hanno gravato sulle casse del Comune, svolgendo il proprio operato a servizio della comunità cittadina in maniera totalmente gratuita, con grandi sacrifici personali e il costante rischio del contagio. Crediamo pertanto di dover essere ringraziati per il servizio svolto, rimanendo comunque a disposizione di quanti volessero ricevere maggiori dettagli in merito”.

Minutoli prepara la risposta

Il ringraziamento nei confronti delle associazioni di volontariato da parte di tutta la comunità e degli stessi consiglieri comunali, Russo compreso, è noto e non è mai venuto a mancare. Questo non deve pregiudicare la richiesta di trasparenza sui conti complessivi, che deve esserci a tutti i livelli. Ed il ruolo del consigliere comunale è esattamente quello di organo di controllo nei confronti dell’amministrazione comunale, cui era rivolta l’interrogazione. Sappiamo che l’assessore Minutoli sta predisponendo una dettagliata risposta, pertanto rimandiamo eventuali repliche di Russo alla risposta dell’esponente della giunta De Luca.

Russo: aspetto risposta dal sindaco

Nel frattempo Russo risponde alle associazioni: “Ho appreso con sorpresa della nota di risposta di alcune associazioni di protezione civile che hanno sentito il bisogno di replicare alle richieste della mia interrogazione rivolta al Sindaco e all’assessore Minutoli. Si legge con piacere che le attività svolte dalle associazioni, come da loro dichiarato, siano state rispettose della normativa e delle previsioni di legge in genere: su questo, credo che la Città possa essere rassicurata. Tuttavia, se da un lato rallegra che le associazioni coinvolte con buono zelo abbiano sentito la necessità di chiarire la loro posizione, ribadisco che ai quesiti posti dalla mia interrogazione, che non riguardano solo le associazioni di protezione civile ma il complessivo delle spese effettuate con risorse pubbliche durante il lockdown – dai bonus familiari al sostegno per affitti e bollette, dalla comunicazione al rapporto con il volontariato – deve rispondere, entro i termini di legge previsti, il Sindaco. E su tutti i quesiti posti dal mio atto ispettivo, poiché non è utile e opportuno che su un tema così delicato, che implica l’impiego di importanti risorse pubbliche – di provenienza del Governo nazionale e della Regione con determinate finalità e a specifici indirizzi – non si intenda analiticamente fare operazione di trasparenza nei confronti della cittadinanza”

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

3 commenti

  1. Franco Fabiano 14 Luglio 2020 09:38

    Com’è che il nostro super eroe non risponde?

    8
    4
  2. Ma com’è che il consigliere in questione non ha presentato lui sfiducia nei confronti del sindaco visto che tra le uova di gallina e le uova di Pasqua ha sempre da ridire? Eh bella la poltrona vero?

    1
    0
    1. Franco Fabiano 15 Luglio 2020 15:05

      Ma com’è…non appena vi “toccano” il super eroe, soprattutto voi femminucce via “agitate”? Ma che scombussolamento vi suscita 😂😂😂

      0
      0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007