Rifiuti in strada. E alcuni incivili bruciano i cassonetti - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Rifiuti in strada. E alcuni incivili bruciano i cassonetti

Rifiuti in strada. E alcuni incivili bruciano i cassonetti

lunedì 07 Luglio 2014 - 07:12
Rifiuti in strada. E alcuni incivili bruciano i cassonetti

Un nostro lettore racconta la notte "infernale" vissuta a Larderia, dopo che qualche imbecille ha pensato bene di mandare a fuoco i cassonetti e i rifiuti accumulati accanto. Vigili del Fuoco già impegnati altrove e nella zona si sparge fumo dannoso

Nulla di nuovo. I rifiuti si accumulano in strada e alcuni imbecilli pensano bene di mandarli a fuoco, come se questo risolvesse la situazione. Al contrario, la peggiora. A segnalare il danno provocato da incivili, un nostro lettore di Larderia Inferiore, svegliato alle 4 del mattino, che ci racconta l’accaduto.

“Stanotte sono stati bruciati i cassonetti vicino alla scuola e il fumo ha invaso tutta la vallata fino a Tremestieri. L’aria è irrespirabile e le case sono piene di fumo nocivo. Telefono ai vigili del fuoco per denunciare il fatto e il vigile al centralino conosceva già la situazione perché qualche altro cittadino si era premurato già a chiamarli per un intervento. Mi risponde, però, che già da un’ora era stato avvertito dell’incendio e che non poteva fare nulla perché a sua disposizione c’è’ solo una squadra che era impegnata in un altro intervento. Ma dico, non siamo in estate quando gli incendi sono più frequenti?”.

La raccolta dei rifiuti, a Larderia e nelle zone limitrofe, è ferma da cinque giorni.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

8 commenti

  1. chi accende i roghi non è incivile, è criminale. ma in questa città si danno troppe possibilità ai criminali di operare.

    non si può sempre addossare ai cittadini le inefficienze palesi del sistema di raccolta rifiuti.

    è giusto incendiare? ovviamente no.

    ma la domanda vera è: come mai in strada ci sono enormi cumuli di immondizia da incendiare a fronte di tasse sui rifiuti a carico dei cittadini tra le più alte d’italia?

    recriminare sul passato non va più bene…

    0
    0
  2. chi accende i roghi non è incivile, è criminale. ma in questa città si danno troppe possibilità ai criminali di operare.

    non si può sempre addossare ai cittadini le inefficienze palesi del sistema di raccolta rifiuti.

    è giusto incendiare? ovviamente no.

    ma la domanda vera è: come mai in strada ci sono enormi cumuli di immondizia da incendiare a fronte di tasse sui rifiuti a carico dei cittadini tra le più alte d’italia?

    recriminare sul passato non va più bene…

    0
    0
  3. nn ho capito il discorso,incivili?bruciano i cassonetti?fanno bene cosi nn li lasciano pieni e col fuoco disinfettiamo tutto…dato che i signori dirigenti della nettezza urbana hanno altro da fare.. tipo xxxxxxx i soldi del contribuente,e nn fare il servizio x qui sono pagati profumatamente…

    0
    0
  4. nn ho capito il discorso,incivili?bruciano i cassonetti?fanno bene cosi nn li lasciano pieni e col fuoco disinfettiamo tutto…dato che i signori dirigenti della nettezza urbana hanno altro da fare.. tipo xxxxxxx i soldi del contribuente,e nn fare il servizio x qui sono pagati profumatamente…

    0
    0
  5. BISOGNA RISPETTARE LE REGOLE GIUSTE 7 Luglio 2014 12:01

    la combustione non controllata (all’interno di un inceneritore a norma)di RSU (rifiuti solii urbani) sviluppa una serie di sostnaze nocive e cancerogene molto più pericolose della puzze e dei microbi che si sviluppano per la putrefazione.
    Quindi altro che incivili, veri criminali, un più va valuato il rischio che il fuoco attacchi altri beni (autovetture, terreni ed immobili) che si trovino in prossimità della immondizia data alle fiamme.
    CIO’ POSTO E’ ALTRANTO DA BIASIMARE IL FATTO CHE IN QUESTA CITTA’ NON SIA IN ALCUN MODO POSSIBILE (COSI’ PARE)AVERE UNA GESTIONE NON DA “TERZO MONDO” DEI RIFIUTI.

    0
    0
  6. BISOGNA RISPETTARE LE REGOLE GIUSTE 7 Luglio 2014 12:01

    la combustione non controllata (all’interno di un inceneritore a norma)di RSU (rifiuti solii urbani) sviluppa una serie di sostnaze nocive e cancerogene molto più pericolose della puzze e dei microbi che si sviluppano per la putrefazione.
    Quindi altro che incivili, veri criminali, un più va valuato il rischio che il fuoco attacchi altri beni (autovetture, terreni ed immobili) che si trovino in prossimità della immondizia data alle fiamme.
    CIO’ POSTO E’ ALTRANTO DA BIASIMARE IL FATTO CHE IN QUESTA CITTA’ NON SIA IN ALCUN MODO POSSIBILE (COSI’ PARE)AVERE UNA GESTIONE NON DA “TERZO MONDO” DEI RIFIUTI.

    0
    0
  7. Chissà come mai i cassonetti che si trovano nelle vicinanze delle abitazioni dei politici e amministratori messinesi sono sempre vuoti. Loro le tasse le pagano!!!!

    0
    0
  8. Chissà come mai i cassonetti che si trovano nelle vicinanze delle abitazioni dei politici e amministratori messinesi sono sempre vuoti. Loro le tasse le pagano!!!!

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007