Sub cadavere a Tusa, via alle ricerche di un uomo tatuato - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Sub cadavere a Tusa, via alle ricerche di un uomo tatuato

Alessandra Serio

Sub cadavere a Tusa, via alle ricerche di un uomo tatuato

venerdì 10 Gennaio 2020 - 13:32
Sub cadavere a Tusa, via alle ricerche di un uomo tatuato

Era un uomo con un vistoso tatuaggio il sub trovato cadavere a Castel di Tusa. Impossibile identificarlo

Era un uomo, probabilmente di circa 40 anni, aveva un tatuaggio tribale sull’avambraccio sinistro, la sagoma di un pipistrello con alcune lettere illeggibili tra le scapole ed una lettera “M” sul braccio destro, godeva di buona salute e non si era mai “rotto le ossa”.

Sono gli unici dettagli dell’identità del sub trovato cadavere sulla spiaggia di Castel di Tusa, il 7 gennaio scorso, rivelati dall’autopsia eseguita ieri pomeriggio all’ospedale Barone Romeo di Patti per conto della Procura.

Per il resto non ci sono altre certezze utili ad identificarlo, visto che del suo corpo era rimasto davvero poco. L’esame medico scientifico ha confermato che è affogato diversi mesi addietro, è rimasto in acqua per parecchio tempo e il suo corpo era in avanzato stato di decomposizione. Impossibile estrarre le impronte digitali.

Per quel che è stato possibile documentare fino a qui, dall’analisi della banca dati, non risultano scomparse di persone, in Italia, compatibili con il rinvenimento di Tusa. Si ipotizza quindi che potrebbe essere stato spinto dalle violente mareggiate dei giorni scorsi verso la Sicilia, probabilmente caduto in acqua da un peschereccio – oltre alla muta indossava le scarpe da ginnastica, lontano dalle coste italiane.

Il sostituto procuratore di Patti Giorgia Orlando, titolare del caso, ha disposto che la Scientifica effettui l’estrazione del profilo genotipico della salma, che sarà comparata con quelli presenti nella banca dati delle persone scomparse. Il profilo sarà trasmesso anche agli altri paesi europei.

Escluso il collegamento con il rinvenimento di 38 kg di droga sulla spiaggia di Capo d’Orlando: il sub sembra essere stato in acqua diversi mesi, mentre i panetti di hashish erano in discreto stato, quindi saranno caduti in acqua o abbandonati in spiaggia molto più di recente.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007