Authority, Ardizzone: "La partita si è giocata altrove. Delrio premia il Nord e al Sud lascia le polemiche" - Tempostretto

Authority, Ardizzone: “La partita si è giocata altrove. Delrio premia il Nord e al Sud lascia le polemiche”

Rosaria Brancato

Authority, Ardizzone: “La partita si è giocata altrove. Delrio premia il Nord e al Sud lascia le polemiche”

martedì 01 Dicembre 2015 - 07:45

"Stiamo facendo il loro gioco, nessuno di quanti ieri hanno osteggiato Gioia Tauro adesso versi lacrime di coccodrillo". Il presidente del'Ars ribadisce la sua posizione e aggiunge: "Delrio ha definito Genova il porto del sud Europa, e chi fa il gioco di questo potere rende ancora più evidente la distanza tra nord e sud".

“La verità è un’altra e questa guerra tra poveri è quello che vogliono. La partita si gioca altrove, né qui né a Catania o a Gioia Tauro. La verità è che si tratta dell’ennesimo smacco al sud. Per il governo Renzi il porto del Sud Europa è Genova. Resta fuori Napoli, Salerno, Gioia Tauro, Augusta. E’ il Nord che vince sul Sud. Noi diventiamo sempre più marginali, grazie anche a quanti sono asserviti ad un potere che rende sempre più visibile la distanza tra Nord e Sud”.

Il presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone ha un “vizio” ventennale, archivia tutto, articoli, norme, note, documenti, e sull’Autorità portuale sventola un foglio con le dichiarazioni del ministro Delrio a Repubblica datato 8 novembre. Alla domanda del giornalista Massimo Minella “Qual è il futuro della Liguria?” così risponde Delrio: “ Fra Genova e Savona nascerà un’autorità di sistema ligure occidentale che proseguirà lungo il corridoio Reno-Alpi. Invece di alzare barricate si dovrebbe pensare al fatto che il governo sta mettendo 6,2 miliardi sul terzo valico, proprio per inserire l’Autorità della Liguria occidentale su un corridoio multimodale che ne fa la porta d’ingresso del Sud Europa e il porto più importante d’Italia”.

E’ questa la frase che secondo l’esponente Udc dovrebbe far saltare sulla sedia tutta la classe politica del sud “il ministro Delrio punta tutto sul porto di Genova, definendolo la porta d’ingresso del Sud Europa ed il porto più importante d’Italia, ignorando Napoli, Salerno, Gioia Tauro, Augusta. Insomma è una scelta del Nord contro il Sud. Ci stanno togliendo tutto e la guerra che stiamo facendo per la bandierina di una poltrona di presidenza o una sede non fa altro che agevolare il loro gioco. Ci lasciano litigare, ma i fondi e le scelte decisive li spostano altrove”.

La sua posizione, e cioè un’Authority con Gioia Tauro, è nota e netta sin dallo scorso anno, quando ad agosto, insieme al parlamentare Enzo Garofalo, ad Accorinti, al sindaco di Villa, all’allora assessore regionale della Calabria Fedele, alla presidente del consiglio comunale Emilia Barrile, siglò quel “patto di Palazzo Zanca” che portò ad un successivo tavolo tecnico. Ancora oggi è di quell’idea ed anzi nelle scorse settimane non ha lesinato frecciate a quelle “resistenze esterne” al mondo della politica che andavano in direzione diversa e cioè verso l’accorpamento con Catania ed Augusta che è attualmente l’ipotesi presente nella riforma. Vi è da aggiungere però che a dire no al matrimonio è anche il nuovo assetto politico della Regione Calabria con il Pd in testa nonché lo stesso comune di Gioia Tauro.

“Sin dallo scorso mese di ottobre ho lanciato l’allarme su quanto stava avvenendo, anche se notavo che rispetto all’agosto 2014 molti si erano via via defilati-prosegue Ardizzone- Adesso, a distanza di un mese, alla luce delle determinazioni del governo nazionale, invito tutto coloro che, più o meno dichiaratamente, si sono opposti a che Messina integrata con Gioia Tauro diventasse la più competitiva autorità portuale del mediterraneo, a non versare lacrime di coccodrillo. Per quanto mi riguarda ribadisco la mia posizione”.

Per Ardizzone il “sistema Sicilia”, con Augusta, Catania, Siracusa, Messina, non porterà alcun vantaggio né nuova ricchezza allo Stretto ed è un errore, a suo giudizio, pensare che il cuore del problema sia avere la sede o la Presidenza.

“Non possiamo fare un discorso di poltrone o di sede, qui il discorso è più importante. Stiamo parlando di un sistema portuale del Mediterraneo. Delrio sceglie Genova ed a noi lascia le polemiche ed un Sud sempre più sud. Fa male sentire queste dichiarazioni, perché avremmo potuto davvero giocare questa partita. Purtroppo c’è stato anche chi, a vario titolo, ha boicottato l’operazione Gioia Tauro sul falso presupposto di un’Autorità unica dello Stretto, che non si poteva realizzare, oppure sostenendo che Gioia Tauro sia in declino, piena di debiti. Non è così. Peraltro chi lo sostiene non sa che Gioia Tauro è porto core come da regolamento comunitario sin dal 2011 anche prima di Augusta, che è stata aggiunta successivamente. Questo è un falso problema coltivato ad arte da servi sciocchi del governo nazionale che in realtà non vogliono costruire l’Autorità portuale del Mediterraneo, che sarebbe troppo competitiva a questo punto…”

Lo stesso scenario, secondo il Presidente dell’Ars, non si avrebbe accorpandoci ad Augusta dal momento che non si verrebbe a creare alcun “sistema”analogo a quello che vede Messina e Gioia Tauro una di fronte all’altra affacciarsi sulle stesse acque e che invece di “schiacciarci” potrebbe a suo dire diventare una fusione produttiva.

“Ora vorrei saper chi ha ostacolato la nostra proposta del 2014 cosa dice. Ho parlato spesso con Enzo Bianco e mi ha detto che non è mai stata Catania a chiedere di unirsi a Messina ma il contrario, ipotesi che a suo giudizio non ha lo stesso valore di un’interfaccia con la Calabria, molto più naturale ed anche con reali conseguenze di crescita. Invece noi discutiamo di poltrone, quelle non contano nulla, una volta che è chiaro il disegno nazionale. Sud sempre più sud. E noi facciamo il loro gioco. La verità è che non si è voluto rendere più forte il porto, c'è chi ha avuto il timore della competitività di gruppi imprenditoriali di Gioia Tauro"

Rosaria Brancato

Tag:

20 commenti

  1. consula come vuoi,sempre cucuzza E’. La verità è che non contate una mazza ne vi interessa di contare ,a voi interessa solo xxxxxxxxxxxxxx

    0
    0
  2. consula come vuoi,sempre cucuzza E’. La verità è che non contate una mazza ne vi interessa di contare ,a voi interessa solo xxxxxxxxxxxxxx

    0
    0
  3. Condivido le parole di Ardizzone. Alcuni esponenti locali, facendosi trainare dagli interessi dei traghettatori locali, non hanno capito che con Gioia Tauro avremmo fatto la storia di Messina, avendo il coraggio di unirci con chi è veramente grande (primo porto container d’Italia). Invece rimarremo a non contare niente insieme a chi non conta niente.

    0
    0
  4. Condivido le parole di Ardizzone. Alcuni esponenti locali, facendosi trainare dagli interessi dei traghettatori locali, non hanno capito che con Gioia Tauro avremmo fatto la storia di Messina, avendo il coraggio di unirci con chi è veramente grande (primo porto container d’Italia). Invece rimarremo a non contare niente insieme a chi non conta niente.

    0
    0
  5. Stavolta è da condividere l’analisi di Ardizzone. È qualche anno che invito i miei cari sprovveduti concittadini a diffidare di Renzi e di Del Rio che ho soprannominato Graziano Del Reo…confesso di odiare il Sud. Era ed è anche evidente che Del Reo prendesse clamorosamente” in giro” amministratori e politici messinesi .Anche questo avevamo sospettato e segnalato ovviamente invano. Ma il buddace modestamente non si smentisce mai.

    0
    0
  6. Stavolta è da condividere l’analisi di Ardizzone. È qualche anno che invito i miei cari sprovveduti concittadini a diffidare di Renzi e di Del Rio che ho soprannominato Graziano Del Reo…confesso di odiare il Sud. Era ed è anche evidente che Del Reo prendesse clamorosamente” in giro” amministratori e politici messinesi .Anche questo avevamo sospettato e segnalato ovviamente invano. Ma il buddace modestamente non si smentisce mai.

    0
    0
  7. Se ci trattano a pesci in faccia un motivo ci sarà. Penso che uno dei motivi potrebbe essere che non contano nulla i politici messinesi. Ardizzone, da politico navigato, essendo nei posti chiave da oltre un ventennio e non aver concluso, dovrebbe sapere che lui e gli altri personaggi della regione non contano una mazza se non in Sicilia dalla quale traggono i voti per poter stare a quei posti. Ardizzone come gli altri politici messinesi dovrebbero provare solo vergogna ed essere più umile considerando se stesso e i suoi colleghi degli inutili politici per Messina e i messinesi.Andate a lavorare sul serio e portate a casa il pane guadagnato non con la politica ma con il sudore della fronte, così come facciamo noi al posto vostro.Si vergogni

    0
    0
  8. Se ci trattano a pesci in faccia un motivo ci sarà. Penso che uno dei motivi potrebbe essere che non contano nulla i politici messinesi. Ardizzone, da politico navigato, essendo nei posti chiave da oltre un ventennio e non aver concluso, dovrebbe sapere che lui e gli altri personaggi della regione non contano una mazza se non in Sicilia dalla quale traggono i voti per poter stare a quei posti. Ardizzone come gli altri politici messinesi dovrebbero provare solo vergogna ed essere più umile considerando se stesso e i suoi colleghi degli inutili politici per Messina e i messinesi.Andate a lavorare sul serio e portate a casa il pane guadagnato non con la politica ma con il sudore della fronte, così come facciamo noi al posto vostro.Si vergogni

    0
    0
  9. Ardizzone ,Garofalo,Germanà e D’Alia fate la migliore cosa della vostra vita andate via dalla politica. Non avete capito nulla della politica.Una cosa devo dire a vostro favore, vi siete presi dei favolosi stipendi xxxxxxxxx, questo è un merito vostro e un demerito dei messinesi che non xxxxxxxxxxxxxx

    0
    0
  10. Ardizzone ,Garofalo,Germanà e D’Alia fate la migliore cosa della vostra vita andate via dalla politica. Non avete capito nulla della politica.Una cosa devo dire a vostro favore, vi siete presi dei favolosi stipendi xxxxxxxxx, questo è un merito vostro e un demerito dei messinesi che non xxxxxxxxxxxxxx

    0
    0
  11. la Sicilia è ultima,il nord vale più del sud, perchè il sud ha da 70 anni politici come Ardizzone, che non ha nemmeno la decenza di stare zitto e fare mea culpa.Invece fa leva sulle menti deboli innescando il discorso sud-nord. Non cascateci ancora!!

    0
    0
  12. la Sicilia è ultima,il nord vale più del sud, perchè il sud ha da 70 anni politici come Ardizzone, che non ha nemmeno la decenza di stare zitto e fare mea culpa.Invece fa leva sulle menti deboli innescando il discorso sud-nord. Non cascateci ancora!!

    0
    0
  13. sogno 100 mila messinesi a manifestare per il futuro di una città sul mare!

    drin drin
    svegliaaaaaa!

    0
    0
  14. sogno 100 mila messinesi a manifestare per il futuro di una città sul mare!

    drin drin
    svegliaaaaaa!

    0
    0
  15. PARLANDO DI GENOVA O ZENA DOBBIAMO DIRE CHE GENOVA E’ LA PORTA DELL’EUROPA, IN QUANTO DA GENOVA I CAMION PARTONO E ARRIVANO IN OLANDA GERMANIA SVIZZERA E ALTRI PAESI. SECONDO GENOVA O ZENA COME VIENE CHIAMATA COMPRENDE IL TRIANGOLO INDUSTRIALE. COME SI PUO’ PARAGONARE GENOVA CON MESSINA QUANDO MESSINA HA PERSO TUTTA L’ECONOMIA SI ARRIVANO NAVI, MA NON SONO PIU’ NAVI CHE FINO AGLI ANNI ’60 OCCUPAVANO TUTTA LA LUNGHEZZA DEI MOLI DEL PORTO. POI C’E’ UNA SITUAZIONE MOLTO, MA MOLTO PENSANTE E IMPORTANTE, OVVERO: LA PARTITA SI GIOCA AL NORD, MA SE I POLITICI ITALIANI HANNO UN PESO POLITICO PARI ALLA META’ DEL PESO DI UN CAPELLO DI BAMBINO CHE VOLETE CHE PRETENDETE CHE ESIGETE. LA CITTA’ CORRE SE HA POLITICI CON ATTRIBUITI, MESSINA SPROVVISTA

    0
    0
  16. PARLANDO DI GENOVA O ZENA DOBBIAMO DIRE CHE GENOVA E’ LA PORTA DELL’EUROPA, IN QUANTO DA GENOVA I CAMION PARTONO E ARRIVANO IN OLANDA GERMANIA SVIZZERA E ALTRI PAESI. SECONDO GENOVA O ZENA COME VIENE CHIAMATA COMPRENDE IL TRIANGOLO INDUSTRIALE. COME SI PUO’ PARAGONARE GENOVA CON MESSINA QUANDO MESSINA HA PERSO TUTTA L’ECONOMIA SI ARRIVANO NAVI, MA NON SONO PIU’ NAVI CHE FINO AGLI ANNI ’60 OCCUPAVANO TUTTA LA LUNGHEZZA DEI MOLI DEL PORTO. POI C’E’ UNA SITUAZIONE MOLTO, MA MOLTO PENSANTE E IMPORTANTE, OVVERO: LA PARTITA SI GIOCA AL NORD, MA SE I POLITICI ITALIANI HANNO UN PESO POLITICO PARI ALLA META’ DEL PESO DI UN CAPELLO DI BAMBINO CHE VOLETE CHE PRETENDETE CHE ESIGETE. LA CITTA’ CORRE SE HA POLITICI CON ATTRIBUITI, MESSINA SPROVVISTA

    0
    0
  17. PER MANCANZA DI SPAZIO NON HO INSERITO OLTRE CHE MESSINA E’ CITTA’ DEL SUD E SICILIANA, E’ ULTIMA IN ITALIA. MA CHI SI PREOCCUPA DELL’ULTIMA DELLA CLASSE? AL MASSIMO HA LE ORECCHIE DI PINOCCHIO E MESSA DIETRO LA LAVAGNA PER PUNIZIONE. MESSINA E’ SEMPRE IN PUNIZIONE E MORTIFICATA PERENNE. PARLANO SOLO QUI AL NORD PER TERREMOTI DISASTRI MANCANZA DI ACQUA RICCHEZZA DI BRATTE TOPI CINGHIALI E SPAZZATURA. AVETE LE ALIQUIOTE TASSE TRA LE PIU’ ALTE. (SOLO CITTA’ RICCHISSIME CORTINA D’AMPEZZO SESTRIERE MADONNA DI CAMPIGLIO FUIPIANO), MESSINA NON E’ COME QUESTE LOCALITA’ TASSE ALTE PER L’INCAPACITA’ DI GENERAZIONI DI POLITICI? SONO STANCO QUI AL NORD DI PARLARE E SENTIRE MESSINA STA CROLLANDO NEL PESO DELLO SCHIFO? L’ITALIA SI E’ FERMATA A EBOLI

    0
    0
  18. PER MANCANZA DI SPAZIO NON HO INSERITO OLTRE CHE MESSINA E’ CITTA’ DEL SUD E SICILIANA, E’ ULTIMA IN ITALIA. MA CHI SI PREOCCUPA DELL’ULTIMA DELLA CLASSE? AL MASSIMO HA LE ORECCHIE DI PINOCCHIO E MESSA DIETRO LA LAVAGNA PER PUNIZIONE. MESSINA E’ SEMPRE IN PUNIZIONE E MORTIFICATA PERENNE. PARLANO SOLO QUI AL NORD PER TERREMOTI DISASTRI MANCANZA DI ACQUA RICCHEZZA DI BRATTE TOPI CINGHIALI E SPAZZATURA. AVETE LE ALIQUIOTE TASSE TRA LE PIU’ ALTE. (SOLO CITTA’ RICCHISSIME CORTINA D’AMPEZZO SESTRIERE MADONNA DI CAMPIGLIO FUIPIANO), MESSINA NON E’ COME QUESTE LOCALITA’ TASSE ALTE PER L’INCAPACITA’ DI GENERAZIONI DI POLITICI? SONO STANCO QUI AL NORD DI PARLARE E SENTIRE MESSINA STA CROLLANDO NEL PESO DELLO SCHIFO? L’ITALIA SI E’ FERMATA A EBOLI

    0
    0
  19. Del Rio privileggia il nord e lascia al sud gente come Ardizzone e compagni di merenda. Ci lascia gli ultimi della classe, quelli che non contano nulla, quelli che quando parlano li zittisce rimproverandoli per aver parlato. Questi politici messinesi quando vanno a Roma per chiedere qualcosa,vengono presi a pesci in faccia e ritornano dicendo che hanno fatto di tutto per ottenere ciò che hanno chiesto. Bugie su bugie, non contano come il due di picche quando la briscola è a mazze. Ardizzone è un avv.to che non ha professato per mancanza di tempo ma in compenso si è preso fior di lire prima e di euro dopo con il mestiere di politico. Egregio, si fa per dire, Ardizzone provi a lasciare la politica e tornare a fare l’avvocato, è meglio per noi

    0
    0
  20. Del Rio privileggia il nord e lascia al sud gente come Ardizzone e compagni di merenda. Ci lascia gli ultimi della classe, quelli che non contano nulla, quelli che quando parlano li zittisce rimproverandoli per aver parlato. Questi politici messinesi quando vanno a Roma per chiedere qualcosa,vengono presi a pesci in faccia e ritornano dicendo che hanno fatto di tutto per ottenere ciò che hanno chiesto. Bugie su bugie, non contano come il due di picche quando la briscola è a mazze. Ardizzone è un avv.to che non ha professato per mancanza di tempo ma in compenso si è preso fior di lire prima e di euro dopo con il mestiere di politico. Egregio, si fa per dire, Ardizzone provi a lasciare la politica e tornare a fare l’avvocato, è meglio per noi

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007