Suv sul marciapiede e Polizia Municipale “distratta” - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Suv sul marciapiede e Polizia Municipale “distratta”

Pippo Trimarchi

Suv sul marciapiede e Polizia Municipale “distratta”

mercoledì 02 Giugno 2021 - 12:55

La rivoluzione nella Polizia Municipale annunciata da De Luca non si è ancora realizzata. Il sindaco tiri fuori la determinazione usata in altri contesti.

MESSINA – Lo scorso lunedì 31 maggio, mi trovavo nei pressi dell’Istituto Comprensivo Pascoli-Crispi. Mentre cercavo parcheggio, vedo una persona che con un Suv sale sul marciapiede di fronte alla scuola e lascia tranquillamente la sua autovettura lì, peraltro all’angolo. Naturalmente la scena mi ha fatto irritare non poco perché di fatto l’ingombrante autovettura, come si vede nella foto, ostruiva del tutto il passaggio ai pedoni. In verità bisogna dire che quel marciapiede è regolarmente occupato dalle macchine. D’altra parte, situazioni come questa non sono affatto eccezionali, ancorché siano esplicitamente vietate dal codice stradale. Ho pensato, perciò, che mi trovavo di fronte all’ennesima prova di maleducazione, inaccettabile sicuramente ma non quanto l’episodio che mi è capitato a seguire. Continuando a cercare un parcheggio mi imbatto nei due vigili urbani, credo neo-assunti, che quella mattina si occupavano della sicurezza dei bambini all’ingresso principale della scuola. Quale migliore occasione? Li avviso della situazione assurda che avevo visto nel marciapiede vicino e uno di loro mi assicura che da lì a poco si sarebbero spostati in quella zona a verificare e, penso io, a sanzionare.

Mi aspetto le multe e invece…

Tranquillizzato da questo impegno, vado via dopo essere riuscito finalmente a trovare parcheggio. Torno qualche ora dopo e, com’era purtroppo scontato attendersi, trovo la stessa situazione che avevo lasciato: il Suv troneggiava ancora lì, all’angolo sul marciapiede insieme alle altre macchine di incivili. Controllo se per caso sui parabrezza ci fossero delle multe ma non trovo nulla. Ne deduco che i vigili urbani si siano ben guardati dal portare a compimento la verifica promessa. La mia fiducia nel ruolo e nell’autorevolezza delle istituzioni riceve, così, un altro duro colpo. Come si fa a vincere gli odiosi comportamenti degli incivili senza il supporto di chi ha il compito di far rispettare le regole? Qualcuno dirà che, forse, i due vigili saranno stati distratti da altre incombenze. Può essere ma, se così fosse, avrebbero potuto avvisare della situazione altri colleghi che sarebbero potuti intervenire e reprimere l’illecito, tanto avevano tutta la mattinata per farlo.

Nella Polizia Municipale serve la rivoluzione annunciata da De Luca

In realtà è più realistico pensare a una “dimenticanza” dei due vigili, l’ennesima di un corpo di Polizia Municipale che, a voler essere generosi, funziona a macchia di leopardo, mostrando in linea generale, una debole incidenza sui ripetuti episodi di inciviltà che funestano le nostre giornate. E di fronte a questa innegabile realtà, i sindacati non possono più ritualmente appellarsi alle carenze di organico. Da questo punto di vista, infatti, sono stati fatti importanti passi avanti, grazie alle recenti assunzioni.

Messina. Parcheggio assurdo sul marciapiede

Il problema, da quel che appare, sta nell’organizzazione e nella cultura aziendale degli operatori. Troppo spesso manca quell’attaccamento alla divisa e quel senso di responsabilità che sono necessari per imporre ai messinesi refrattari il rispetto della legalità e della correttezza.

Insomma la rivoluzione annunciata in questo ambito amministrativo dal sindaco Cateno De Luca è ancora ben lontana dall’essersi realizzata. Il primo cittadino, però, in altri contesti ha dato prova di determinazione. Perciò è lecito attendersi che anche in questo caso De Luca manifesti la decisione necessaria affinchè nella Polizia Municipale si determini finalmente un radicale cambiamento all’insegna dell’efficienza, della valorizzazione della competenza e del buon servizio da rendere ai cittadini. Sarebbe davvero un risultato storico.

Tag:

26 commenti

  1. Esiste un’altra ipotesi, forse remota, ma nemmeno presa in considerazione: e se il verbale fosse stato elevato, ma asportato da qualcuno da sotto il tergicristallo del parabrezza?

    2
    46
    1. Pippo Trimarchi 2 Giugno 2021 13:46

      Mi sono preso il tempo di controllare tutte le macchine parcheggiate sul marciapiede e nemmeno una aveva il verbale. Risulta difficile immaginare che le eventuali multe siano state asportate da tutte le autovetture. E poi,di solito, quando si sente il fischio dei vigili, gli incivili corrono subito a spostare la macchina e così non è avvenuto, sicuramente per il Suv all’angolo. In ogni caso sarebbe stato corretto fare intervenire il carro attrezzi per liberare il transito ai pedoni. Così com’è è, del resto, accaduto giustamente in altre situazioni del genere. Grazie per il suo contributo alla discussione.

      49
      2
      1. Angelo Franco 2 Giugno 2021 15:59

        I vigili è da un pezzo che non fischiano più. E poi, perchè dovrebbero?

        8
        3
      2. Il fischiare dei vigili per avvisare chi infrange le regole del codice stradale che sta per essere elevata una multa, è prerogativa messinese. Se l’infrazione è stata commessa, bisogna sanzionare. Nella nostra città, invece, si usa avvisare il trasgressore, di modo che eventualmente possa rimediare. Le auto agli angoli delle strade, o ancora peggio sui marciapiedi, vanno multate e solo dopo fatte sgomberare.

        8
        1
  2. Personalmente condivido in pieno tutto ciò che hai fatto, in modo particolare la macchia di… leopardo 🐆 infatti la mia vettura è stata oggetto del carro attrezzi per ben due volte nell’arco di un mese
    .. Ritengo che in questi casi ci fosse una documentazione fotografica, ma non è possibile!! Vuoi indietro la macchina
    .. Paga!!! Ma non era in divieto di sosta, dimostrarlo??? 😏

    7
    5
  3. Signor Trimarchi, vedo che lei risponde alle domande che le vengono poste.
    Sa dirci se gli eye scout acquistati negli anni passati e messi a disposizione della municipalizzata, vengono/possono o meno essere utilizzati attualmente?

    Grazie

    9
    1
    1. Pippo Trimarchi 2 Giugno 2021 14:55

      Buongiorno, ecco il nostro ultimo articolo sull’argomento https://www.tempostretto.it/news/messina-i-controlli-della-polizia-municipale-fino-a-sabato-27.html. Comunuque la redazione effettuerà approfondimenti in modo da assicurare alla sua domanda un riscontro aggiornato.

      10
      2
      1. Grazie

        1
        2
  4. Concordo pienamente con l’autore dell’articolo, la polizia locale di Messina deve fare passi da gigante x guadagnarsi il rispetto dei cittadini, ma non dimentichiamoci che gli stessi operatori della polizia sono cittadini messinesi con gli stessi pregi e difetti e forse a prevalere son questi ultimi, quindi non possiamo pretendere miracoli.

    14
    3
  5. Articolo che condivido in tutto e per tutto…….se lei fosse stato un” nonnetto” di 90 anni, il sindaco sarebbe intervenuto lui stesso per questa segnalazione 😏ma non a sanzionare ,ma addirittura a ” guidare “il carro attrezzi per punire il maleducato e spavaldo cittadino….. Egregio,al sindaco manca proprio questo……IMPORSI(non come fa lui),mobilitando ognuno nelle proprie competenze affinché sanzionino adeguatamente tutti gli atti a nuocere compiuti da” certi “messinesi…..Lui inizia ,ma non persevera, colpisce ,e non continua,è onnipresente ma poi sparisce……e il Messinese indisciplinato che fa ?Lui inizia e persevera,colpisce e continua , è onnipresente e non sparisce perché sa che legge non è uguale per tutti e lui ne è il vergognoso esempio!!!!!!!!

    15
    7
  6. Anche se la presente, come le passate, amministrazioni non sono esenti da errori e gravi omissioni, questo articolo fa in modo indiscutibile capire di chi è la vera colpa della situazione di degrado in cui versa questa città.

    5
    1
  7. Si tratta di un tratto di marciapiede che è sempre occupato dalle auto e sul quale è pressochè impossibile, sempre, il passaggio dei pedoni.
    E’ vero che la polizia municipale debba fare passi da gigante, ma altrettanto deve fare il senso civico dei cittadini.

    12
    0
  8. Buongiorno. Vorrei solo raccontare cosa è accaduto a me. Settimana fa, disturbato dal volume troppo elevato di alcuni vicini (tremavano i vetri di casa), ho provato a chiamare invano i vigili (squillava senza rispondere), allora chiamai i carabinieri che tramite loro linea diretta mi misero in contatto con la polizia municipale, che però, con mia grande delusione, mi disse che non erano muniti di fonometro e pertanto se avessi voluto un loro intervento avrei dovuto fare una prima denuncia all’Arpa e successivamente chiedere un intervento congiunto. Perplesso rinunciai. Giorni dopo chiesi ad un poliziotto che mi disse che se il rumore è valutabile ad orecchio non è necessario l’utilizzo di alcuna strunentazione …

    10
    2
  9. Non amate Messina 2 Giugno 2021 22:51

    ..quindi in conclusione leggo che se il messinese parcheggia come gli capita e non viene multato è colpa del sindaco?..ho capito bene?..
    ma vi leggete? ma vi rileggete? ma vi ascoltate quando pensate cosa scrivere? Quando punisce qualche vigile urbano o un suo superiore o viene ripreso per sue inadempienze o perchè scalda la poltrona in ufficio o perchè fa freeddo e per strada non vogliono andare.. non siete voi i primi a dire “pouru cristu e comu fa ora” ma ora comu manteni a famigghia”.
    Più vi leggo e piu mi convinco “chi non siti cosa”

    3
    0
    1. Pippo Trimarchi 3 Giugno 2021 08:02

      Se si legge l’articolo con la necessaria attenzione e senza pregiudizi, si capisce bene che non c’è alcuna venatura polemica nei confronti del sindaco. Anzi, al contrario, si manifesta fiducia nel fatto che la determinazione mostrata da De Luca in altri contesti possa servire anche a portare a termine l’invocata rivoluzione nel Corpo di Polizia Municipale di cui sono evidenti le criticità. Del resto, se si vanno a leggere altri miei personali contributi sull’argomento, si può osservare quanto da parte mia siano state denunciate più volte con circostanze di fatto non solo le inefficienze della Polizia Municipale ma anche le rituali difese d’ufficio di qualche sindacato, più orientato ad un ragionamento di casta che alla necessità di assicurare ai cittadini messinesi un servizio adeguato. Infine, se di tenesse in adeguata considerazione la costante attenzione dedicata dal nostro giornale ai problemi della città senza cedere a tentazioni di parte, sarebbe chiaro quanto sia ingiusto il generico e offensivo giudizio finale verso il lavoro di tanti giornalisti competenti ed appassionati solo della loro città.

      2
      1
      1. Non amate Messina 3 Giugno 2021 08:17

        Egregio Signor Trimarchi, la mia disanima condita con accentuata critica non era rivolta a lei ma al tutto il sistema corrotto e privo di ogni minima obiettività.. continui cosi..il mio applauso al suo operato è sincero.

        0
        1
        1. Pippo Trimarchi 3 Giugno 2021 08:21

          Ok. Grazie.

          1
          1
        2. Inattaccabile l’ articolo e ciò che ha “sottolineato”il signor Pippo Trimarchi in risposta al suo commento, tant’è che lei ha precisato che il suo era un “appunto” in generale 🤔,ma siccome io mi reputo coerente in ciò che scrivo desidero anche io” precisare ” nel caso fosse per me ,visto che è partita l’ arringa difensiva equivoca( perché non ha capito )al sindaco ,come se fosse lui la causa dei” mali del messinese”……ebbene, se lei anche nel mio commento legge attentamente, non assolvo l’ incivile di turno …..io “condanno chi applica la sua sua autorità solo per la “gogna mediatica..”….infatti ho citato il nonnetto” perché lui è sceso in campo per aiutarlo nell’ingiustizia subita…..ma se al posto del’ nonnetto’ c era un cittadino di media età, stia certo che non
          si sarebbe “prodigato ‘a salvarlo dall’ ingiustizia.”…..lui prende il momento per il” suo “momento….. ricordiamo quando ha fatto il blitz con il carro attrezzi per salvare la “malcapitata disabile “per poi non attenzionare più i parcheggi dei disabili,la gara online a chi era il preferito con tante cose che ci sono da fare lui pensa ai sondaggi, stornelli(ne avrei da dire ma non posso approfittare dell’ ospitalità di Tempostretto)….quindi lui inizia e poi sparisce trova il caso acchiappa mi piace,quando ci sono centinaia di casi che potrebbe risolvere…..lui è la MASSIMA AUTORITÀ come ha detto nella sua diretta contro la polizia municipale e tutti lo devono ascoltare …..ma non quando fa comodo a lui,ma quando è giusto e cioè sempre …..In lui manca la continuità ,la perseveranza ,la vigilanza per fare capire all’ incivile che non si” scherza” ,che non la passa liscia come l’ha sempre passata……Contesto anche a Cateno De Luca i suoi attacchi, insulti, perchénon fanno altro che “aizzare le folle” contro le istituzioni, non fa altro che fomentare ,anziché stroncare il fenomeno che tutto è concesso se il primo è lui a farsi sberleffo a suon di spernacchiate a chi governa il nostro Paese….che credibilità sta dando? , Che esempio di civiltà è?chi lo sta ascoltando..?.un buon “padre” deve dare l’ esempio affinché il proprio figlio sia guidato a percorrere la retta via…… può capitare lo stesso che il figlio perda la via maestra ,ma almeno lui sarà certo di non essere stato un cattivo esempio per lui ……in questo momento vedo Messina e il Messinese peggiorati….. Di chi è la colpa? La colpa sta in ognuno di noi
          quando manca la coscienza ……la coscienza fa capire sempre dove si sbaglia, e rende sempre il pensiero esternato onesto e obiettivo …..in mancanza non ci comportiamo da umani…… ma da ANIMALI ( senza offesa per loro) PS.io quando scrivo non rileggo mai perché sono sicura di quello che scrivo ,perché la mia testa ragiona con il mio cuore …..un binomio perfetto nelle mie tante imperfezioni!!!!!!!

          1
          0
    2. Concordo pienamente, e sono anche certo che siete i primi a lasciare l’auto dove vi pare o a suonare tempestivamente il clacson in ogni occasione!!!!!!!

      1
      0
  10. La prox volta chiama il poliziotto……..eh eh eh forse ha l’orecchio bionico.

    1
    0
  11. Non vorrei parlare dei reati che vengono commessi in questa città, ma solo delle tantissime violazioni amministrative, che se venissero contestate regolarmente ai tantissimi trasgressori di questa città da parte della polizia municipale, consentirebbero al comune di Messina di ripianere il suo debito in poco tempo

    4
    0
  12. Quel tratto di strada è occupato dalle auto dai tempi di Garibaldi.

    1
    1
  13. Se si vuole fare un’analisi politica allora si può dare colpa all’amministrazione comunale. Ma così non è perché da sempre, anche con altre amministrazioni, la polizia municipale ha dimostrato la sua valenza. Basta guardare la viabilità senza vigili e quella caotica con i vigili. È inconcepibile che l’intervento dei vigili avvenga(e non sempre) su segnalazione. Vogliamo parlare delle auto quotidianamente parcheggiate nel viale s. Martino? Del mercato vascone con auto in doppia e tripla fila nonostante la presenza di agenti? Della via Cesare Battisti e del mercato zaera? E gli esempi potrebbero continuare. A quanto pare nella polizia municipale ci sono nuovi agenti ma vecchie abitudini.

    2
    1
  14. MI TROVAVO DAVANTI AL CIRCOLO DEL TENNIS IN VIALE LIBERTA’ E TROVO PARCHEGGIO CON LA MIA SMART IN PROSSIMITA’ DELLE STRISCE PEDONALI. PARCHEGGIO E INVADO DI UN PAIO DI CENTIMETRI LE STRISCE COL IL PARAURTI DELLA SMART…. POSSO MAI PENSARE CHE I VIGILI PASSANDO MI ELEVANO LA MULTA?…… 56 MINUTI DOPO …… € 70,00 PERCHE INVADEVO COL PARAURTI LE STRISCE, QUANDO SISTEMATICAMENTE SUL VIALE DELLA LIBERTA’ DAL MUSEO FINO ALLE CARONTI CI SONO MACCHINE IN TRIPLA FILA.
    INCAZZATO CERCO I VIGILI, ED ERANO AL TABACCHINO ACCANTO AD UN NEGOZIO DI MOTOFORNITURE CHE STAVANO COMPRANDO LE SIGARETTE E FUORI C’ERA UNA FILARATA DI MACCHINE IN DOPPIA FILA…..
    MI VERGOGNO DI ESSERE MESSINESE

    2
    0
  15. Ma cosa aspettarsi, nell’unica città al mondo dove si parcheggia perfino nelle rotatorie. L’ anarchia regna sovrana, gente che circola senza il minimo rispetto delle regole stradali, senza osservare nè segnali stradali nè semafori. Ho un amico trasferito da diversi anni al nord, quando scende per qualche giorno di vacanza, mi chiede come riusciamo a circolare in questa città.

    3
    0
  16. I vigili dove vogliono sono molto attenti parlo per esperienza personale… Li ho denunciati, fanno spesso abuso di potere… Mossi completamente dalla politica e dallo show. Ormai la correttezza e applicazione delle norme e una cosa passata di moda… Basta vedere che con certi personaggi “amici” non hanno mai fatto un controllo/verifica e con le brave persone in regola 2000 controlli e poi attaccarsi alla , che forse non va bene. Questi sono i vigili di Messina.

    1
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x