Taormina. Costituita una task force per "aggredire" i bandi del Pnrr - Tempostretto

Taormina. Costituita una task force per “aggredire” i bandi del Pnrr

Redazione

Taormina. Costituita una task force per “aggredire” i bandi del Pnrr

giovedì 27 Gennaio 2022 - 17:24

Già presentate istanze per tre impianti sportivi, isole ecologiche, centro servizi per persone senza dimora o con situazione di estrema povertà

TAORMINA – Impegno senza sosta dell’Amministrazione comunale di Taormina per il Pnrr. Martedì pomeriggio si è svolta a Palazzo dei Giurati una riunione operativa tra il sindaco, la Giunta, i responsabili di area, tecnici interni ed esperti esterni. La finalità era di costituire una task force per aggredire i bandi che sono già stati pubblicati o che saranno pubblicati nei prossimi mesi a valere sul Pnrr, Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, dotato di 222 miliardi di euro e suddiviso in sei missioni: Digitalizzazione, innovazione, competitività, cultura e turismo; Rivoluzione verde e transizione ecologica; Infrastrutture per una mobilità sostenibile; Istruzione e ricerca; Inclusione e coesione; Salute. Piano da completarsi entro il 2026.

Dentro questa cornice le amministrazioni comunali possono ottenere fondi per le loro esigenze, purché corrispondenti alle finalità del Pnrr. Anche Taormina ha già chiesto fondi e altri ne chiederà sui bandi ancora non scaduti e sui bandi che saranno successivamente pubblicati.

Gli ambiti di intervento

Dalla riunione è emerso un chiaro indirizzo che riguarda l’ammodernamento della macchina amministrativa, la tutela e valorizzazione dell’ambiente e dei beni culturali, il risparmio energetico, la salvaguardia del territorio, la sicurezza. Per alcune di queste misure il Comune è in possesso di progetti, mentre per altri dovrà dare incarico all’esterno per la progettazione, che è a carico dei finanziamenti stessi.

Inoltre, il Comune di Taormina sta operando anche all’interno di organismi sovracomunali che possono attingere al Pnrr, come il Distretto socio-sanitario D32, l’Unione dei comuni, la Srr (Società per la regolamentazione del servizio di gestione rifiuti), nonché altre aggregazioni da comporre.

Bolognari: “Lavoro enorme da seguire con competenza”

“Il lavoro è enorme – ha spiegato il sindaco Mario Bolognari – e va seguito fino al 2026 con attenzione e competenza. In particolare, finora abbiamo presentato richieste che riguardano tre impianti sportivi, le isole ecologiche, centro servizi per persone senza dimora o con situazione di estrema povertà. Sono in via di definizione altre richieste per riqualificazione del Parco Trevelyan, miglioramento dell’efficienza energetica dei palazzi di proprietà comunale, scuole e asili nido, dissesto idrogeologico (via Roma, via Arancio, Isolabella e Madonna della Rocca). Ulteriori bandi saranno pubblicati successivamente e saranno esaminati con attenzione per una valutazione sulla possibilità di accedere a finanziamenti per Taormina”.

“Intanto, sempre sul versante dello sviluppo del territorio, assieme ai comuni di Castelmola e Giardini Naxos abbiamo chiesto di riappropriarci della titolarità del collegamento tra il centro di Taormina e il casello autostradale Giardini Naxos e la realizzazione della circonvallazione dell’abitato di Trappitello. Quest’ultimo progetto rientra nel Master Plan predisposto dalla Città metropolitana di Messina”, ha concluso il sindaco Bolognari.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007