Taormina Film Fest: dal 26 giugno al 2 luglio. Inizia Coppola e chiude Tornatore - Tempostretto

Taormina Film Fest: dal 26 giugno al 2 luglio. Inizia Coppola e chiude Tornatore

Emanuela Giorgianni

Taormina Film Fest: dal 26 giugno al 2 luglio. Inizia Coppola e chiude Tornatore

venerdì 17 Giugno 2022 - 08:44

Il Festival torna ai suoi antichi fasti. Un concorso internazionale con opere prime e seconde di alto valore, tantissime proiezioni e grandi nomi

Torna il grande Festival del Cinema a Taormina. Dal 26 giugno al 2 luglio, il Taormina Film Fest 68 si rinnova, seguendo il successo dello scorso anno, con tante conferme e riacquistando, dopo la pandemia, lo splendore degli anni passati. Tantissimi i grandi nomi, tra premi Oscar, star internazionali e della nostra terra, e un Concorso Internazionale che accoglie opere prime e seconde dal grande pregio.

Le conferme dell’edizione 68

Saranno nuovamente Francesco Alò, Alessandra De Luca e Federico Pontiggia, firme del giornalismo e della critica cinematografica, i direttori artistici alla guida del Festival dopo l’edizione 2021, insieme alla Coordinatrice Generale Gida Salvino e ad Anna Ferzetti alla conduzione della serata. Sono sempre loro a presentare il programma del Festival, insieme ad Antonio Parenti, capo della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea; Manlio Messina, Assessore Regionale del Turismo dello Sport e dello Spettacolo; Bernardo Campo, Commissario Straordinario della Fondazione Taormina Arte; Mario Bolognari, Sindaco di Messina ed Ester Bonafede, Sovrintendente Taormina Arte.

Ritorna anche la collaborazione con il CSC – Centro Sperimentale di Cinematografia e Cineteca Nazionale; e la produzione e organizzazione di Videobank Spa nell’ambito di un mandato triennale – su concessione della Fondazione Taormina Arte Sicilia e con il patrocinio dell’Assessorato del Turismo dello Sport e dello Spettacolo della Regione Sicilia, della Sicilia Film Commission, del Comune di Taormina, del MiC e in collaborazione con il Parco Archeologico Naxos Taormina.

L’omaggio a Gassman e Tognazzi

Quest’anno, nel centenario della nascita di Vittorio Gassman e Ugo Tognazzi, entrambi classe 1922, il Festival e il CSC vogliono celebrare le due icone internazionali, con la testimonianza dei figli Paola Gassman e Gian Marco Tognazzi. Tra le proiezioni pomeridiane ci saranno, nelle versioni restaurate del CSC: Venga a prendere un caffè da noi di Alberto Lattauda, con Tognazzi e Senza famiglia, nullatenenti cercano affetto, diretto e interpretato da Gassman.

A loro è dedicato anche il manifesto della 68esima edizione, ideato e realizzato da Ginevra Chiechio, composizione stilizzata che utilizza la tecnica del collage e una palette cromatica con i colori del mare e della terra. In un’immagine pop, sono ritratti Gassman ne “Il Sorpasso” di Dino Risi, nel sessantesimo anniversario del film, e Tognazzi in uno scatto rubato al Festival di Venezia del 1960.

Da Coppola a Tornatore

I direttori artistici spiegano che saranno tanti i fili conduttori del Festival, dalla commedia, al talento femminile, alle grandi star, ma uno è l’obiettivo principale: “portare un cinema per tutti”.

Il Festival parte al massimo, con Francis Ford Coppola che decide di festeggiare proprio a Taormina il 50esimo anniversario del Padrino, presentando il 26 giugno la versione restaurata del celeberrimo film.

E si chiuderà il 2 luglio con altrettante emozioni: Ennio verrà proiettato al Teatro Antico alla presenza del regista, il premio Oscar Giuseppe Tornatore e con l’accompagnamento dell’Orchestra a plettro di Taormina. Un evento di cinema e musica, dedicato a Ennio Morricone con il film che ha vinto il Nastro d’Argento 2022 per il Documentario dell’anno del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani ed è stato designato Film della critica dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani.

Non saranno di certo da meno le altre giornate, tra il concorso, gli eventi di gala, il red carpet che torna, e le tantissime stelle ospitate dal Festival, nomi come: Eva Longoria, Sofia Carson, Diane Warren, Ferzan Özpetek, Catherine Hardwicke.

L’omaggio a Musco

Non finiscono, neanche, gli omaggi speciali. La partnership con il CSC dedica un altro omaggio a Angelo Musco, con la proiezione di C’era una volta Angelo Musco. Realizzato nel 1953, a 16 anni dalla sua scomparsa, il film è una curiosa e rarissima dedica al grandissimo artista comico catanese, un collage di brani di film, spezzoni di repertorio e scene girate per l’occasione (con la partecipazione di Rossano Brazzi e di un giovanissimo Nino Manfredi), alternando bianco e nero e colore. La Cineteca Nazionale lo ha restaurato a partire dai negativi originali, sostituiti nelle parti rovinate ricorrendo ad altre copie positive.

Le proiezioni del Gala

Dopo l’apertura con il botto di Coppola, saranno tantissimi gli eventi in programma. Il Gala continua il 27 giugno con La mia ombra è tua, di Eugenio Cappuccio. Basato sul romanzo Premio Strega di Edoardo Nesi, racconta l’incontro tra due uomini di generazioni diverse, con Marco Giallini e la partecipa di Isabella Ferrari.

Il 28 giugno, vedremo Tell it like a woman, l’opera composta da sette corti diversi con le donne sempre protagoniste, davanti e dietro la cinepresa. A realizzarli grandi registe (da Maria Sole Tognazzi a Catherine Hardwicke) e ad interpretarli celebri nomi come Cara Delevigne, Margherita Buy, Eva Longoria (protagonista di un corto ambientato in Italia) e non solo. Per l’occasione la cantante, attrice e ballerina Sofia Carson e la pluripremiata compositrice Diane Warren si esibiranno al Teatro Antico in un momento musicale.

Il 29 giugno, invece, Taormina si tinge di azzurro. Ad essere celebrato sarà lo sport. Per la prima volta, i campioni del mondo di Spagna dell’82 saliranno sul palco del Teatro Antico per l’anteprima mondiale di Italia 1982, una storia azzurra. Saranno presenti Fulvio Collovati, Beppe Dossena, Franco Selvaggi e Marco Tardelli.

Il 30 giugno, poi, arrivano i Minios 2 – Come Gru diventa cattivissimo, con la partecipazione speciale di Max Giusti, voce di Gru, che giocherà con dei Minions in versione ologramma.

L’1 luglio ssarà il turno de La voce del padrone, documentario su Franco Battiato, con la regia di Marco Spagnoli.

E, infine, il 2 luglio il famoso omaggio ad Ennio Morricone.

Gli eventi pomeridiani

La commedia, tra i fili rossi dell’edizione, verrà celebrata, inoltre, da un talk show tutto al femminile tra Caterina Guzzanti, Paola Minaccioni e Carla Signoris. Vedremo, ancora, nel pomeriggio Una boccata d’aria, di Alessio Lauria, con Aldo Baglio (Aldo di Aldo, Giovanni e Giacomo), dolce amaro racconto di un viaggio in Sicilia. Poi, il cortometraggio In famiglia, con Fabrizio Ferracane, del regista bolognese Giorgio Diritti, sul rapporto genitori-figli; Zita sempri, un racconto tutto al femminile di Stefania Spampinato, la famosa dottoressa Carina DeLuca di Grey’s Anatomy, al suo primo cortometraggio; e Qualcosa brucia ancora, di Daniele Gangemi, con Mario Venuti.

Ma non finisce qui, tantissimi altri gli eventi e gli ospiti. Marco Bonini sarà protagonista di una riflessione sulla funzione pubblica dell’attore, tema del suo libro L’arte dell’esperienza edito da La Nave di Teseo. E si divagherà di fumetto e dintorni con il giornalista Luca Raffaelli e l’artista Lelio Bonaccorso nell’incontro Cinema e Fumetto organizzato in partnership con Etna Comics.

E ancora esibizioni musicali, da Raphael Gualazzi a Mario Venuti. Torna anche Ferzan Özpetek che, innamoratosi di Taormina e del Festival lo scorso anno, porta qui il suo one man show, Ferzaneide.

Il Concorso internazionale

Obiettivo del Festival, però, e suo appuntamento imperdibile, è il Concorso Internazionale.

La giuria del Concorso Internazionale sarà presieduta da Cristina Comencini, regista, scrittrice, sceneggiatrice, drammaturga, nominata all’Oscar nel 2006 per “La bestia nel cuore”. Insieme a lei, la cantante Noemi, grande cinefila, lo sceneggiatore Marco Borromei, l’attore Massimiliano Gallo, il regista e sceneggiatore Aleem Khan. A loro spetterà il compito di scegliere i vincitori e assegnare i Cariddi d’Oro e d’Argento tra i sei titoli della sezione competitiva e le Maschere di Polifemo riservate alla miglior attrice e al miglior attore.

Novità di quest’edizione, poi, sarà la giuria popolare, composta da appassionati di cinema, che assegnerà il Premio del Pubblico per i film in concorso.

Ad essere giudicati sono:

American Murderer, di Matthew Gentile, un crime adrenalinico;

Baby Pyramid, della danese Cecilie MacNair, sull’ossessione della fertilità e della maternità ad ogni costo;

Boling Point, di Philip Barantini, realizzato con un unico piano sequenza, racconta la serata cruciale per il futuro professionale di un cuoco e dei suoi collaboratori;

The Drover’s wife: the legend of Molly Johnson, di Leah Purcell, ispirato all’opera di Henry Lawson, la storia di un’australiana di origine aborigena, un western tutto al femminile.

E due titoli italiani:

Io e Spotty, per la regia di Cosimo Gomez, con Michela De Rossi e Filippo Scotti (il giovane Fabietto di E’ stata la mano di Dio), commedia bizzarra e surreale sulla realtà;

Le voci sole di Andrea Brusa e Marco Scotuzzi, una riflessione sul senso del lavoro ai nostri giorni. Tra gli attori Giovanni Storti (di Aldo Giovanni e Giacomo), per la prima volta in un ruolo drammatico.

Le novità

Altra novità di quest’anno è la presenza di Discovery Channel, per esaltare le eccellenze di Sicilia e i piaceri della gola, con due documentari di Tiziana Martinengo.

In tema di valorizzazione del territorio, il Festival ospiterà – in collaborazione con l’Agenzia Nazionale per il Turismo – il Premio ENIT Il cinema che promuove la bellezza italiana.

Alice nella Città rinnova la collaborazione con il Taormina Film Fest con il premio Alice Cosmopolitan, assegnato a un talento emergente della Generazione DO 2021, progetto speciale ideato da Daniele Orazi, per accompagnare una giovane promessa del cinema italiano. E inoltre, il film vincitore del Taormina Film Fest 68 verrà proiettato al Floating Theater Summer Fest, ideato da Fabia Bettini e Gianluca Giannelli.

Un viaggio nella creatività in tutte le sue forme, che quest’anno è organizzato in collaborazione con la Rappresentanza in Italia della Commissione europea.

Tag:

Un commento

  1. bonanno giuseppe 21 Giugno 2022 12:17

    nella giuria popolare qualche messinese esiste …..???? ahahahahahah

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007