Taormina. Furto in un negozio di abbigliamento, arrestati tre catanesi - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Taormina. Furto in un negozio di abbigliamento, arrestati tre catanesi

Redazione

Taormina. Furto in un negozio di abbigliamento, arrestati tre catanesi

mercoledì 29 Settembre 2021 - 09:15

Dopo un inseguimento della Polizia locale, sono stati fermati poco prima di imboccare l'autostrada

TAORMINA – Tre persone sono state arrestate dalla Polizia locale e dai carabinieri al termine di un rocambolesco inseguimento per le strade di Taormina. Intorno alle 17.30 di ieri, due giovani di 19 e 26 anni originari di Catania hanno fatto ingresso in un noto negozio di abbigliamento del Corso Umberto. Uno dei due era in possesso di una borsa schermata che consente di eludere i sistemi antitaccheggio. Con un gesto repentino i due si sono impossessati di quattro capi del valore complessivo di 3.180 euro e si sono dati alla fuga verso Porta Messina. Nella fuga uno dei due scaraventava per terrà la dipendente del negozio, nel frattempo accortasi dell’azione criminosa. Da qui nasceva un inseguimento con il proprietario del negozio casualmente giunto sul posto, che avvisava telefonicamente carabinieri e Polizia Locale.

Nel frattempo, i due fuggitivi si ricongiungevano con una terza persona salendo a bordo di una utilitaria di colore nero che li attendeva all’interno del parcheggio di San pancrazio. L’autovettura veniva intercettata da una pattuglia della Polizia locale condotta dal vice comandante Daniele Lo Presti, il quale dopo aver imposto l’alt senza esito, al termine di un breve inseguimento a sirene spiegate riusciva i bloccare i tre nei pressi degli svincoli autostradali.

Durante le procedure di fermo uno dei tre si dava alla fuga ma grazie al tempestivo arrivò di una volante dei carabinieri del nucleo radiomobile di Taormina veniva raggiunto e assicurato alla giustizia. I tre sono stati arrestati e associati alla casa circondariale di Gazzi dove l’arresto sarà sottoposto alla convalida da parte del GIP. A seguito di accertamenti la persona alla guida dell’utilitaria è risultato sprovvista di documenti di guida. La refurtiva è stata interamente riconsegnata senza danni al legittimo proprietario.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x