Taormina. Incendi boschivi, il sindaco detta le regole per la prevenzione - Tempostretto

Taormina. Incendi boschivi, il sindaco detta le regole per la prevenzione

Gianluca Santisi

Taormina. Incendi boschivi, il sindaco detta le regole per la prevenzione

Tag:

martedì 01 Giugno 2021 - 09:16

L'ordinanza con i divieti e le nuove disposizioni sarà in vigore dal 15 giugno al 15 ottobre

TAORMINA – Il sindaco Mario Bolognari ha firmato un’ordinanza per l’applicazione della misure di prevenzione del rischio incendi in vista del periodo estivo. Il provvedimento contiene una serie di disposizioni che saranno in vigore dal 15 giugno al 15 ottobre prossimi

Il primo aspetto ad essere regolamentato è quello dei divieti. Durante il periodo di grave pericolosità di incendio, in tutte le aree comunali a rischio di incendio boschivo e in quelle adiacenti, è tassativamente vietato: accendere fuochi di ogni genere; far brillare mine o usare esplosivi; la combustione di residui vegetali agricoli e forestali; usare apparecchi a fiamma od elettrici per tagliare metalli; usare motori (fatta eccezione per quelli impiegati per eseguire i lavori forestali autorizzati), fornelli o inceneritori che producano faville o brace; fumare, gettare fiammiferi, sigari o sigarette accese e compiere ogni altra operazione che possa creare comunque pericolo di incendio; esercire attività pirotecnica; transitare e/o sostare con autoveicoli su viabilità non asfaltata all’interno di aree boscate fatta eccezione per i mezzi di servizio e per le attività agro-silvo-pastorali.

L’ordinanza dispone inoltre che le società di gestione delle Ferrovie, ANAS, le società di gestione di servizi idrici, la Società Autostrade, la Città Metropolitana e i Consorzi di Bonifica, debbano coadiuvare le strategie di prevenzione, provvedendo, lungo gli assi infrastrutturali di competenza alla pulizia e alla rimozione di erba secca, residui vegetali, rovi, rifiuti ed ogni altro materiale infiammabile, creando, di fatto, fasce di protezione al fine di evitare che eventuali incendi si propaghino alle aree circostanti.

Su tutto il territorio comunale, anche al di fuori delle aree a rischio di incendio boschivo, è disposto inoltre il divieto di esercitare attività pirotecnica, accendere fuochi d’artificio, lanciare razzi di qualsiasi tipo e mongolfiere di carta (meglio note come lanterne volanti) dotate di fiamme libere, nonché altri articoli pirotecnici. Tali attività potranno comunque essere autorizzare dal sindaco su apposita richiesta.

I proprietari, agli affittuari e ai conduttori dei campi a coltura cerealicola e foraggera, a conclusione delle operazioni di mietitrebbiatura o sfalcio, devono prontamente realizzare perimetralmente e all’interno alla superficie coltivata una fascia protettiva sgombra da ogni residuo di vegetazione, per una larghezza continua e costante di almeno 10 metri. Dal 15 giugno vigerà inoltre il divieto di bruciare stoppie e residui vegetali.

La mancata osservanza degli obblighi e dei divieti disposti dal sindaco Bolognari comporterà l’applicazione delle sanzioni già previste dalla legislazione vigente, incluse le sanzioni penali. Ogni altra violazione alle disposizioni dell’ordinanza per cui non sia già prevista una specifica sanzione, sarà punita con la sanzione amministrativa da un minimo di 25 euro ad un massimo di 500 euro.

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007