Taormina. Teatro Antico, Bolognari: "Troppi disagi, basta spettacoli ad agosto" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Taormina. Teatro Antico, Bolognari: “Troppi disagi, basta spettacoli ad agosto”

Gianluca Santisi

Taormina. Teatro Antico, Bolognari: “Troppi disagi, basta spettacoli ad agosto”

venerdì 03 Dicembre 2021 - 17:44

Il primo cittadino ha chiesto agli enti preposti di non concedere l'uso della cavea dall'8 al 28 agosto del 2022

TAORMINA – “No agli spettacoli al Teatro Antico dall’8 al 28 agosto del prossimo anno”. La secca richiesta è del sindaco Mario Bolognari che ha inviato una nota alla Presidenza della Regione, alla Commissione Anfiteatro Sicilia e al Parco Archeologico di Naxos-Taormina. Della vicenda è stato inoltre informato il Prefetto di Messina, al quale Bolognari “chiede una attenta valutazione di quanto già avvenuto nel mese di agosto 2021 e segnalato con drammaticità sulla stampa, anche al fine di prevenire situazioni di disagio che potrebbero verificarsi in futuro”.

Per il sindaco della Perla dello Jonio non ci sono dubbi. Negli ultimi due anni, a causa della pandemia e delle conseguenti restrizioni che hanno portato la capacità del teatro a un terzo della sua capienza, anche per venire incontro alle difficoltà economiche del comparto, l’Amministrazione comunale si è astenuta dal creare difficoltà all’intera macchina organizzativa degli spettacoli. Oggi però la situazione non è più tollerabile. “I problemi verificatisi quest’anno – spiega Bolognari – non possono ripetersi. Sarebbero insopportabili per la Città e metterebbero in pericolo i residenti, i residenti temporanei e i visitatori giornalieri, compresi coloro che dovranno recarsi al teatro”.

Il super affollamento del Teatro Antico

Intanto le richieste di utilizzo del Teatro per il prossimo agosto si moltiplicano di giorno in giorno. Per alcune ci sono già sovrapposizioni di date. Senza voler mettere in discussione la validità degli artisti e senza entrare nel merito delle tipologie di spettacoli da tenersi all’interno del Teatro Antico, Bolognari bolla come “irricevibili” all’Amministrazione comunale tali richieste. E snocciola tutti i motivi del suo “no”: dalla carenza di parcheggi che comporterebbe anche il rischio di sosta selvaggia all’impossibilità di assicurare il servizio botteghino all’interno del Palazzo dei Congressi per mancanza di custodi e personale delle pulizie; dall’affollamento del centro storio e dell’area pedonale alla carenza di personale della Polizia Locale, ridotta a quattro unità.

“Queste criticità – insiste Bolognari – non sono assolutamente affrontabili nella stagione 2022 e il rischio di una chiusura indiscriminata degli accessi diventa reale. Basti pensare alle carenze di organico che tutte le istituzioni sul territorio lamentano”.

Il sindaco chiede all’assessorato regionale ai Beni culturali e al Turismo di astenersi dall’organizzare direttamente spettacoli, alla Commissione Anfiteatro Sicilia di non autorizzare la concessione di date per spettacoli al Teatro, e al Parco Archeologico di non concedere il Teatro nel periodo indicato, cioè dall’8 al 28 agosto 2022.

Tag:

Un commento

  1. bonanno giuseppe 4 Dicembre 2021 11:20

    come non condividere,

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007