Via libera alle graduatorie definitive, scattano riduzioni ed esenzioni sulla Tares - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Via libera alle graduatorie definitive, scattano riduzioni ed esenzioni sulla Tares

Francesca Stornante

Via libera alle graduatorie definitive, scattano riduzioni ed esenzioni sulla Tares

venerdì 23 Maggio 2014 - 23:34
Via libera alle graduatorie definitive, scattano riduzioni ed esenzioni sulla Tares

Il dirigente Bruno ha firmato una determina con cui si appprovano ormai in modo definitvo le graduatorie per acceddere a sconti e riduzioni. Qualche differenza rispetto alla versione provvisoria.

Graduatorie definitive. Si è finalmente chiuso l’iter che apre la strada alle riduzioni ed esenzioni sulla Tares, tassa sui rifiuti del 2013 che i messinesi finiranno di pagare a giugno. E’ infatti fissata al 30 giugno la scadenza dell’ultima rata della tassa più odiata degli ultimi tempi. Proprio gli sconti furono uno dei punti caldissimi del dibattito dei mesi scorsi, dure le contestazioni per scelte che tardavano ad arrivare, i cittadini in condizioni di difficoltà economica attendevano di sapere se potevano risparmiare sulla bolletta dei rifiuti, alla fine però si è riusciti a mettere un punto.

La graduatorie provvisorie erano state pubblicate il mese scorso, i cittadini in queste settimane hanno avuto la possibilità di presentare eventuali ricorsi o osservazioni, gli uffici hanno lavorato sodo e tre giorni fa il Dirigente del Dipartimento Giovanni Bruno ha firmato la determina con cui sono state approvate le graduatorie definitive, naturalmente sulla scorta dei ricorsi presentati e sulle verifiche che nel frattempo gli uffici hanno effettuato sulle domande che erano state presentate.

Gli elenchi saranno pubblicati nel sito online del Comune e anche in questo caso, come già accaduto con la versione provvisoria, sono tre le graduatorie. Del gruppo A fanno parte i contribuenti con un reddito Isee del nucleo familiare, riferito all'anno 2012, fino a 5mila euro, del gruppo B gli ultrasettantenni, unici componenti del nucleo familiare, con invalidità del 100 % e con un reddito Isee, riferito all'anno 2012, fino a 10 mila euro”.In attesa di avere le graduatorie definitive, l’amministrazione Accorinti aveva provveduto a definire i criteri per stabilire in che modo il milione e mezzo di euro a disposizione sarà ripartito tra gli oltre tremila cittadini che hanno fatto domanda. Per l’elenco A esenzione totale per i primi 1252 cittadini che sono rientrati in graduatoria, non dovrà pagare la seconda e terza rata chi troverà il suo nome nelle caselle dal numero 1253 al 2504, cioè fino a fine graduatoria. Esenzionedi seconda e terza rata anche per tutti i 416 messinesi dell’elenco B. Nelle nuove graduatorie però i numeri, dopo i ricorsi e i controlli, sono diversi. Dunque l’amministrazione comunale dovrà chiarire questo passaggio. Resta confermata la dilazione del termine di pagamento della seconda e terza rata per tutti i cittadini che hanno presentato domanda per accedere ai benefici, dunque anche per coloro che sono stati esclusi. Per loro il termine di pagamento delle ultime due rate slitta al 31 maggio ed al 31 luglio, per tutti gli altri cittadini restano confermati il 30 aprile e 30 giugno.

Nel frattempo però erano stati tanti i cittadini che, nonostante la domanda, avevano iniziato a pagare la Tares. C’è dunque tanta gente che chiederà di riavere i suoi soldi. Il Comune si sta attrezzando anche per fronteggiare questa difficoltà.. Al Dipartimento Tributi si stanno valutando diverse ipotesi, sembra ormai quasi certo che saranno proprio gli uffici ad occuparsi di rimborsare i contribuenti che hanno diritto agli sconti, senza la necessità di presentare ancora una volta domanda. Manca però ancora l’ufficialità. Intanto chi troverà il suo nome in graduatoria di sicuro avrà diritto ad uno sconto o, nel migliore dei casi, all’esenzione totale.

Francesca Stornante

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

2 commenti

  1. invelatosempre 24 Maggio 2014 09:33

    Va bene, ma per chi attua il compaostaggio domestico?
    Soprattutto quando lo effettua con un compostatore datogli dalla stessa amministrazione in comodato gratuito?
    O forse questa amministrazione fatta di ecologisti duri e puri lo sconosce?

    0
    0
  2. invelatosempre 24 Maggio 2014 09:33

    Va bene, ma per chi attua il compaostaggio domestico?
    Soprattutto quando lo effettua con un compostatore datogli dalla stessa amministrazione in comodato gratuito?
    O forse questa amministrazione fatta di ecologisti duri e puri lo sconosce?

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007