Don’t Cry Joe. Un cuore semplice - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Don’t Cry Joe. Un cuore semplice

Domenico Colosi

Don’t Cry Joe. Un cuore semplice

sabato 05 Maggio 2018 - 13:02
Don’t Cry Joe. Un cuore semplice

L’acquerello noir di Tino Caspanello in scena al Teatro dei 3 Mestieri

Tra Sinatra e Buscaglione, spari, inseguimenti, onore e morte. Joe e Angelo sono due killer scalcagnati, cugini troppo distanti per intuito e visione del mondo: Piccolo Cesare e Forrest Gump a condividere gli stessi asfittici spazi, braccati dalla polizia, in fuga dal proprio destino. Dopo l’ennesimo omicidio, i due gangster trovano rifugio nei camerini di un teatro, occasione ideale per mettere in scena ingenuità e illusioni perdute. Paure e sentimentalismi da una parte, un amore ritrovato dall’altra: un fugace incontro prima del tragico epilogo.

Dopo un inizio claudicante Don’t Cry Joe, nuovo spettacolo di Tino Caspanello in scena al Teatro dei 3 Mestieri, trova sviluppi e movenze per sfuggire al peso delle citazioni: l’umorismo à la Billy Wilder delle prime battute è presto soppiantato dalla poetica della vita quotidiana cara all’autore di Pagliara; l’ironico gangsterismo scivola così nel noir, la farsa in tragedia. Un ritorno a casa grazie a pochi interventi di drammaturgia necessari per illuminare di originalità un lavoro altrimenti spento nei più classici cliché del genere. Provvidenziale, non a caso, l’ingresso di Cinzia Muscolino, l’amante di Joe scappata per inseguire il sogno del palcoscenico: le trascurabili schermaglie dei due killer (interpretati con poco ritmo da Tino Calabrò e Stefano Cutrupi) trovano senso compiuto dopo lunghe e farraginose premesse, le atmosfere si incupiscono e lo spettacolo ritrova minime ragioni di interesse.

Nei frammenti di poesia che Caspanello individua per condurre la sua ricerca sull’ineffabile, raramente trovano cittadinanza elementi dissonanti: in scena personaggi positivi piegati dagli eventi, sideralmente distanti da ogni forma di eroismo classico. Un teatro della serenità anche nella tragedia, in un fluire di sogni protetti dal liquido amniotico dell’arte: non fa eccezione Don’t Cry Joe, divertissement citazionista, acquerello noir per cuori semplici.

Domenico Colosi

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007