Il degrado di via Caltanissetta a Bisconte. Discariche di inerti e ingombranti. FOTO - Tempo Stretto

Il degrado di via Caltanissetta a Bisconte. Discariche di inerti e ingombranti. FOTO

Il degrado di via Caltanissetta a Bisconte. Discariche di inerti e ingombranti. FOTO

sabato 06 Febbraio 2016 - 08:21
Il degrado di via Caltanissetta a Bisconte. Discariche di inerti e ingombranti. FOTO

Il consigliere comunale Libero Gioveni e della terza Circoscrizione Alessandro Cacciotto chiedono un immediato intervento di bonifica della zona e di conseguente recinzione dell'area da parte di Iacp e Comune

"Se non è una bomba ecologica questa, poco ci manca”. Il consigliere comunale Libero Gioveni e della terza Circoscrizione Alessandro Cacciotto tornano a denunciare la squallida situazione ambientale esistente nella via Caltanissetta di Bisconte, strada che taglia perfettamente a metà due aree inserite nell’ambito “C” del Risanamento (che fino a 10 anni fa ospitavano le casette ultrapopolari dei residenti negli attuali 189 alloggi) e che dovrebbero vedere in un futuro ormai sempre più incerto la nascita di 112 alloggi e di un parco di quartiere le cui competenze progettuali sono dell’Iacp.

“Proprio l’Istituto autonomo – spiegano i due consiglieri dalla cui prima denuncia di alcuni anni fa partì persino un'indagine della Procura – è intervenuto in più occasioni negli ultimi anni a recintare le aree con una barriera in lamiera che però viene sistematicamente abbattuta dai soliti noti che depositano di tutto: materiale inerte, suppellettili, rifiuti speciali come pneumatici e molto spesso anche pericolosissime lastre di eternit ecc. Non è più possibile continuare così. L’immobilismo in tema di Risanamento da queste parti è diventato sempre più insostenibile e ciò che esaspera i residenti di via Caltanissetta e coloro che frequentano la vicina chiesa parrocchiale – proseguono i due esponenti Udc – è il fatto che, nonostante le denunce e i richiami continui alle istituzioni, tutto sembra rimanere nell’indifferenza più totale, con le immaginabili conseguenze sotto il profilo igienico-sanitario”.

I due consiglieri chiedono “un immediato intervento di bonifica della zona e di conseguente recinzione dell'area da parte di Iacp e Comune, a cui però si deve subito dar seguito a un lavoro sinergico di programmazione finalizzato alla conclusione dell'iter progettuale previsto nelle priorità dell'ambito "C" del Risanamento”.

Tag:

4 commenti

  1. Messina Prima di Tutto 6 Febbraio 2016 14:38

    Caro Gioveni..le cose sono 2 o è gente del quartiere (e che quindi potrebbe catechizzare lei..) o è gente che viene d’oltre confine..e lì potrebbe vigilare la gente del quartiere..
    Come la mettiamo??

    0
    0
  2. Messina Prima di Tutto 6 Febbraio 2016 14:38

    Caro Gioveni..le cose sono 2 o è gente del quartiere (e che quindi potrebbe catechizzare lei..) o è gente che viene d’oltre confine..e lì potrebbe vigilare la gente del quartiere..
    Come la mettiamo??

    0
    0
  3. Bravi. Adesso così va meglio.

    0
    0
  4. Bravi. Adesso così va meglio.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007