Giardini Naxos. Viadotto Schisò e Santa Venera nel degrado, Trusso presenta un esposto - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Giardini Naxos. Viadotto Schisò e Santa Venera nel degrado, Trusso presenta un esposto

Enrico Scandurra

Giardini Naxos. Viadotto Schisò e Santa Venera nel degrado, Trusso presenta un esposto

lunedì 23 Maggio 2016 - 09:23
Giardini Naxos. Viadotto Schisò e Santa Venera nel degrado, Trusso presenta un esposto

Dopo la presentazione di una lettera sulle condizioni di incuria nella via Ruggero Leoncavallo, l'attivista del Meetup 5 Stelle ha inviato un'ulteriore precisazione al Prefetto di Messina e al sindaco di Giardini Naxos, Nello Lo Turco, per rimettere in sicurezza subito le due aree periferiche.

Grosse voragini nella pavimentazione stradale, oltre alla presenza di lamiere scomposte che costituiscono un vero e proprio pericolo per i vari utenti dell’arteria, che rimane per il momento in uno stato di grave abbandono. È questo ciò che l’attivista del Meetup 5 Stelle, Guglielmo Trusso, ha evidenziato qualche ora fa in un esposto presentato al sindaco di Giardini Naxos, Nello Lo Turco, e al Prefetto di Messina in merito alla situazione di incuria e degrado, con conseguente carenze igienico-sanitarie e di sicurezza, in cui versa l’area nelle immediate vicinanze del viadotto Schisò. Lungo le rampe d’accesso sono infatti presenti “mucchi di spazzatura che – come scritto nella lettera – non vengono rimossi da anni ed alberi e arbusti che costituiscono un serio pericolo alla circolazione di mezzi e pedoni”. Uno stato che, affacciandosi dal viadotto, dà un aspetto desolante, con la presenza anche di un tratto dello spartitraffico metallico delle due rampe che resta divelto ormai da mesi. Una questione, quella riguardante questa zona del centro di Giardini Naxos, simile a quella del viadotto Santa Venera, nella frazione di Chianchitta, dove l’asfalto appare sollevato con grosse voragini dalle quali si intravede addirittura il letto del fiume sottostante. Tutto questo è stato, dunque, inviato agli organi competenti che nei prossimi giorni dovranno prendere in considerazione il problema ed intervenire per risolverlo. “Nodi” che – secondo Trusso – devono essere sciolti nel più breve tempo possibile, visto che incombono in località turistiche.

Enrico Scandurra

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007