Fortunato Romano torna tra i banchi dell’Ars, la Cassazione accoglie il ricorso dell’esponente dell’Mpa - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Fortunato Romano torna tra i banchi dell’Ars, la Cassazione accoglie il ricorso dell’esponente dell’Mpa

Fortunato Romano torna tra i banchi dell’Ars, la Cassazione accoglie il ricorso dell’esponente dell’Mpa

martedì 20 Dicembre 2011 - 13:37
Fortunato Romano torna tra i banchi dell’Ars, la Cassazione accoglie il ricorso dell’esponente dell’Mpa

Si conclude dopo 17 mesi la lunga battaglia giudiziaria che ha visto Romano lasciare l’incarico di assessore per quello di deputato regionale, dal quale fu poi “scalzato” per via del ricorso presente tao dal primo dei non eletti Santo Catalano, nel frattempo sostituito da Marcello Bartolotta

Fortunato di nome e di fatto. L’ex assessore ed ex deputato regionale Fortunato Romano, battente bandiera Mpa, siederà nuovamente tra banchi dell’Aassemblea regionale siciliana. E’ di oggi, infatti, la sentenza della Corte di Cassazione con cui il rappresentante del Movimento per l’autonomia viene “riaccolto” nella Sala d’Ercole. Termina così una vicenda giudiziaria durata oltre 17 mesi, iniziata con le dimissioni di Romano dalla carica di assessore alla protezione civile del Comune di Messina a cui venne preferita la poltrona palermitana, e proseguita con la perdita anche dell’incarico di deputato a causa dal ricorso presentato dal primo dei non eletti dell’Mpa, Santo Catalano, ed accolto dal Tribunale di Palermo. L’avversario aveva infatti contestato il ritardo delle dimissioni dello stesso Romano dalle cariche di presidente regionale del Movimento Cristiano Lavoratori (Mcl), da presidente del Cda dell’Ente di Formazione Addestramento Lavoratori (Efal) e da consigliere dell’Efal di Messina. Tutti enti e associazioni che, secondo Catalano, vanno considerati enti dipendenti della Regione e sottoposti alla tutela e alla vigilanza della Regione stessa, avendo ricevuto negli anni finanziamenti continuativi dal governo regionale per diversi milioni di euro.

La battaglia è però proseguita con il ricorso presentato in Cassazione dallo stesso Romano, assistito dall’avvocato Marcello Scurria, e si è conclusa oggi con la “vittoria” dell’esponente del Mpa che subentra di diritto a Marcello Bartolotta, a propria volta subentrato nello scorso mese di novembre (vedi correlato) allo stesso Catalano. Romano torna dunque in sella. Soddisfatto l’avvocato Scurria, difensore anche del sindaco Buzzanca che scelte, però, non sembra però ancora intenzionato a prenderne.

Sulla questione arriva il commento del Movimento Cristiano Lavoratori della Provincia di Messina che “esprime le proprie felicitazioni per l’esito della sentenza della Cassazione che permette il ritorno dell’amico e dirigente nazionale Fortunato Romano al Parlamento siciliano. La vicenda giudiziaria che abbiamo sempre rispettato – nonostante le lacune sul piano interpretativo e sulla tempistica con cui si è consumata – dimostra come il torto subito dall’On. Fortunato Romano sia stato perpetrato anche ai danni della comunità, della stessa Assemblea Regionale Siciliana e della politica in generale. Il percorso arrestatosi circa un anno e mezzo fa, ora siamo certi, riprenderà più intensamente di prima. Questo è un successo oltre che personale, dell’intera associazione che non ha mai dubitato sulla buona fede di Fortunato Romano e sul valore della sua persona, oggi come nei momenti più difficili. La Presidenza, il Consiglio provinciale e i Giovani MCL augurano all’On. Romano un proficuo lavoro a servizio della nostra Provincia e della Città di Messina”.

FOTO STURIALE

Tag:

Un commento

  1. Complimenti Romano e buon rientro a sala d’Ercole.La Città di Messina è rimasta soddisfatta del suo lavoro all’Assessorato alla Protezione civile – forse è bene ricordarlo – visto che le deleghe dal momento delle sue dimissioni (lo ha fatto per rispetto delle istituzioni a differenze di altri)non sono mai state riassegnate, lasciando la città all’improvvisazione del suo sindaco e dei ritagli di tempo che gli avanzavano dai viaggi per e da Palermo che poco servono alla soluzione dei problemi della città. Auguri sinceri per un impegno inteso così come aveva iniziato a fare. Almeno lei non ha nulla da farsi perdonare, proprio perché alla sua prima esperienza all’ARS. Infine, un deputato di area autonomista mancava a Messina, speriamo porti bene alla sua provincia, visto che il Presidente Lombardo non potrà avere più alcun alibi per non dare la giusta attenzione alla nostra Città. Il Governatore,inizi seriamente nominando una persona competente all’Autorità Portuale, tanto per cominciare.Auguri ancora, all’ Onorevole Fortunato Romano.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x