Tortorici. L’Amministrazione: “Valide solo dimissioni di Paterniti Mastrazzo” - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Tortorici. L’Amministrazione: “Valide solo dimissioni di Paterniti Mastrazzo”

Redazione

Tortorici. L’Amministrazione: “Valide solo dimissioni di Paterniti Mastrazzo”

giovedì 23 Gennaio 2020 - 17:51
Tortorici. L’Amministrazione: “Valide solo dimissioni di Paterniti Mastrazzo”

Sulle dimissioni dei consiglieri di minoranza, giunte in seguito all’operazione nebrodi, interviene l’amministrazione. “Uniche dimissioni valide quelle del capogruppo di minoranza Antonio Paterniti Mastrazzo, le altre e le rinunce alla surroga sono prive di effetto giuridico”.

Torniamo a parlare del comune di Tortorici e delle dimissioni presentate dai consiglieri di minoranza, in seguito alle vicende dell’operazione nebrodi.

Sulla questione è intervenuta l’amministrazione, che ha voluto chiarire alcuni punti. Primo fra tutti la validità delle dimissioni presentate, che risulterebbero effettive solo per il capogruppo di minoranza.

Valide solo le dimissioni di Mastrazzo

«Le dimissioni –scrivono in una nota assessori e consiglieri di maggioranza- sono state presentate al protocollo del comune dal solo capogruppo di minoranza Antonio Paterniti Mastrazzo che ha consegnato oltre le dimissioni personali anche quelle degli altri consiglieri che non erano presenti all’atto del deposito al protocollo, Sebastiano Conti Mica e Flavia Galbato Muscio. Nulla –prosegue- è pervenuto al comune in nessuna forma, in relazione alla posizione del consigliere Flavia Elisabetta Marino».

La rinuncia alla surroga

Non risulterebbero valide, inoltre, neanche le rinunce di surroga. L’amministrazione, infatti, scrive ancora: «Sempre il capogruppo Paterniti ha consegnato delle rinunce alla surroga da parte di Foti Antonella, Ciancio Carmelo, Contiguglia Rosario Maria Agatino, Destro Pastizzaro Sebastiano, Parasiliti Antonino e Salvà Babbalacchio Micaela, anch’essi non presenti all’atto del deposito al protocollo. Pertanto, secondo la normativa vigente (art 174 dell’OREL e art. 38 TUEL e come specificato nella circolare n.15 del 2007 dell’Assessorato Regionale Autonomie Locali), le uniche dimissioni valide sono quelle del capogruppo di minoranza Antonio Paterniti Mastrazzo, mentre le altre e le rinunce alla surroga sono prive di qualsivoglia effetto giuridico».

Una questione da approfondire, dunque, sulla quale probabilmente interverranno anche i consiglieri di minoranza per chiarire la propria posizione. Intanto l’amministrazione è intervenuta, nello specifico, anche sull’operazione nebrodi e sulle eventuali conseguenze legate al piano politico.

La posizione dell’amministrazione di Tortorici

«Ribadiamo fiducia e apprezzamento per l’operato della magistratura e delle forze dell’ordine –si legge nella nota- e siamo certi che il sindaco, Emanuele Galati Sardo, nelle opportune sedi chiarirà la sua posizione. Valutato che i fatti contestati, nel procedimento in questione, non attengono alla vita politica ed amministrativa di questo comune e, anche, temporalmente sono anteriori alla nascita e crescita del nostro progetto politico, riteniamo che gli stessi non incidano nello svolgimento del mandato e nella vita politica e amministrativa. È quindi ferma intenzione della giunta e dei consiglieri di maggioranza proseguire nella propria attività istituzionale».

La nota si conclude sottolineando che “eventuali dimissioni di consiglieri ed assessori avvallerebbero lo scorretto tentativo di generalizzare le condotte contestate, identificando il paese di Tortorici e tutti i cittadini con condotte illecite, che vanno comunque e sempre condannate, accostando i fatti di cronaca alla vita politica amministrativa dalla quale invece risultano autonomi e lontani”.

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007