Omicidio-suicidio a Barcellona, lui aveva lasciato i soldi per i funerali - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Omicidio-suicidio a Barcellona, lui aveva lasciato i soldi per i funerali

Alessandra Serio

Omicidio-suicidio a Barcellona, lui aveva lasciato i soldi per i funerali

venerdì 06 Luglio 2018 - 18:42
Omicidio-suicidio a Barcellona, lui aveva lasciato i soldi per i funerali

Nicola Siracusa ha lasciato un biglietto che fuga ogni dubbio sull'omicidio-suicidio. Ha persino lasciato una somma per i funerali, 4 mila euro. Li hanno trovati gli agenti, entrati nello stabile di via Modica dopo l'allarme lanciato dalla sorella di Maria Carmela Isgrò, quando oggi pomeriggio è andata a cercarla ed ha notato che l'auto era in garage. Maria Carmela, però, non andava a lavoro da mercoledì scorso, e non aveva avvisato nessuno dell'assenza. Anche Nicola non si presentava in pasticceria da 3 giorni. Troppe coincidenze perché i familiari non si insospettissero e allarmassero, conoscendo i rapporti tesissimi tra i due ex coniugi.

Così oggi, adoperando le chiavi che la donna aveva lasciato ad una vicina per sicurezza, la Polizia è entrata in casa ed ha trovato Maria Carmela senza vita, nessun segno di arma da fuoco o violenza addosso, se non quelli dello strangolamento intorno al collo. Nell'appartamento al piano di sopra, invece, di Nicola non c'era traccia. Il suo corpo è stato trovato penzolante nel garage. Anche addosso a lui non c'erano altri segni se non quelli del cappio che gli ha tagliato il fiato per sempre.

Malgrado le tracce inequivocabili di quel che è accaduto, epiologo dell'ennesimo femminicidio annunciato, la Procura di Barcellona – guidata dal procuratore capo Emanuele Crescenti – vuole comunque chiarire ogni aspetto di quel che è accaduto nello stabile del Petraro. Sui corpi della coppia sarà eseguito l'esame medico legale e la Scientifica è già a lavoro sulle tracce rinvenute e prelevate all'interno dei due appartamenti e nel garage. I poliziotti diretti dal vice commissario Antonio Rugolo hanno già ascoltato diversi testimoni.

"La conoscevo da 3 anni – racconta commosso il sindaco Roberto Materia a proposito di Maria Carmela – lavorava al CeD del Comune ed era una impiegata scrupolosa, l'intera cittadina è sotto choc".

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007